ULTIMA - 21/5/19 - MARCOLINI SCARPA D'ORO, PASSARIELLO SUPER-BOMBER DI TERZA

Si sono chiusi tutti i campionati dilettantistici della nostra provincia dall’Eccellenza alla 3^ categoria che hanno laureato i nuovi capo-cannonieri dei vari gironi e la nuova scarpa d’oro 2018-19, queste tutte le classifiche finali. In Eccellenza, dove si sono giocate 32 partite, chiudono appaiati in vetta a 16 reti Mariano Mangieri del Pozzonovo ed
...[leggi]

ULTIM'ORA

23/3/17
MOUNIR (ISOLA RIZZA): “LE BIG CORRONO TROPPO!”

Per Mounir El Haddaoui, centrocampista in forza quest’anno all’A.C. Isola Rizza del presidente Giorgio Mantovani e di mister Stefano Sacchetto, l’obbiettivo di un piazzamento nei play off è alquanto impensabile da raggiungere. Anche se la matematica e l’imponderabile del calcio non finiscono mai di regalare sorprese. “Il gruppetto di testa, guidato dal Valdalpone e completato da Tregnago ed Albaronco” commenta l’ex A.C. Oppeano e Zevio “stanno correndo a marce levate. Alla vigilia la dirigenza biancazzurra ci aveva chiesto i play off, mettendoci a disposizione una gran bella squadra, giovanissima e formata da atleti di grande livello tecnico”.

Alla fine, chi vincerà il vostro girone B di Prima categoria?
“Io dico il Valdalpone, perché è più squadra, è più completa e compatta in tutti e tre i principali reparti. Per il 2° posto se la giocano il Tregnago e l’Albaronco. Nel ritorno, ho visto un altro Valdalpone, più determinato, più convinto di farcela e voglioso di imporsi sugli avversari”.

Quello che sta consumandosi è per Mounir, operaio metalmettanico, classe 1994, il 5° anno non consecutivo con gli isolarizzani: “Ho militato anche nella Seraticense, in Promozione. Ho subito una sola retrocessione, quella con lo Zevio allenato allora da mister Paolo Marchi, e ho vinto lo stesso campionato con la maglia dell’A.C. Oppeano di quel grande presidente che è Leonida Zorzan. Auguro ai bianco-neri di non incappare in un’altra sventura, sarebbe troppo dura da mandare giù!”

Fino ad ora soltanto tre reti al tuo attivo…
“E’ che mi sto sacrificando per la squadra, giocando in ruoli non miei: giochiamo con i tre centrocampisti e io sono uno dei due esterni che spinge dentro”.

Parliamo della zona retrocessione…
“Il Sossano Villaga Orgiano è andato, mentre la lotta play-out interesserà Juventina Valpantena, SanguinettoVenera, Alte Ceccato e Bevilacqua. Inoltre vedo male anche il mio ex Zevio, spero si tolga dalla zona calda”.

Mi indichi un giocatore avversario molto forte incontrato?
“Mah, io vorrei citare uno che milita nell’Isola Rizza e che secondo me non ha nulla a che vedere con la Prima categoria. E’ il mio compagno Afyf Alami, un dicembre 1996, dotato sia fisicamente che mentalmente. Sfido qualsiasi società a trovare una punta forte come lui, parola di Mounir”.

La squadra del cuore, il tuo giocatore-idolo?
“La mia squadra è la Juventus e Zidane era il mio idolo”. 

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1890)