ULTIMA - 22/3/19 - COMPOSTI I GIRONI DEL 26° TORNEO “ELIO MONTRESOR”

Si è svolto allo Stadio “Avanzi” il sorteggio dell'attesissima 26esima edizione del Torneo “Elio Montresor” alla presenza dell’Assessore allo Sport del Comune di Verona Filippo Rando, del Presidente della 5^ Circoscrizione Raimondo Dilara, del Presidente della Commissione Sport Marco Padovani e del Consigliere regionale FIGC Mario Furlan. Il Torneo,
...[leggi]

ULTIM'ORA

28/3/17
MAURO FAETTINI: "IL MIO BURE VUOLE VOLARE ALTO"

Vuole centrare l'obiettivo play off il Bure Corrubbio del portiere veterano classe 1975 Mauro Faettini, rientrato da queste parti nel mese di dicembre scorso, dopo aver già indossato la maglia biancoblu nella stagione 2014-2015, sempre in Seconda categoria. Domenica scorsa la squadra allenata dal tecnico Giandonato Di Marzo si è tolta la soddisfazione di battere il Lazise per una rete a zero con un rigore trasformato da Stefano Mignolli ex Arbizzano e Team S.Lorenzo. Ora la classifica è sempre più corta e combattuta. In alto c'è la lotta tra la capolista Calmasino ed il Team San Lorenzo che insegue ad un solo punticino. Non troppo distanziato, a -3 dalla vetta c'è il San Peretto mentre il Bure Corrubbio è ora a -6 dalla prima della classe.

Afferma il numero uno Faettini che cura in maniera dettagliata la sua forma fisica e che ama portarsi da casa la divisa che indossa alla domenica. "Siamo una squadra che si fa valere contro tutti e che dimostra di saperci fare. E' un campionato molto aperto, dove devi sempre stare molto attento a non fare passi falsi. Nessuno vuole fermarsi e anche noi vogliamo rimanere tra le prime. A Lazise ho sofferto fuori dal campo, perchè ero squalificato, ma i miei compagni hanno tenuto bene fino alla fine portando a casa i tre punti".

Domenica il Bure Corrubbio ospiterà il Team San Lorenzo in una gara che può valere veramente doppio, partita aperta ad ogni risultato possibile ed immaginabile. "Domenica voglio esserci, te lo confesso. Se battiamo il Team San Lorenzo possiamo cambiare il volto al nostro campionato. I rossoblu sono una squadra molto forte con giocatori di categoria superiore. Mi aspetto una buona cornice di pubblico che faccia il tifo per noi già dal nostro ingresso in campo".

Una carriera, quella del portierone biancazzurro, partita alla Negrarese con la promozione dalla Seconda alla Prima categoria già al primo anno totalizzando 28 presenze. Terminato il ciclo durato tre splendidi anni alla Negrarese, che oggi non esiste più, sono iniziati altri 10 meravigliosi anni al Cadidavid dove ha ottenuto il salto dalla Prima categoria alla Promozione nella stagione 2010-11. Ed ancora tre anni, in due diversi periodi, al Pastrengo, prima di ritornare quest'anno al Bure Corrubbio dopo la breve parentesi alla Pieve San Floriano in Seconda categoria.

"Conoscevo già l'aria che si respira al Bure Corrubbio. Qui c'è gente molto appassionata e competente. Quest'anno crediamo nei nostri mezzi e pratichiamo un calcio efficace con continuità. Ma dobbiamo fare un passettino alla volta, senza scomporci perchè la salita è tortuosa e ripida. Ma sono certo che ne usciremo perchè abbiamo le armi e gli ingredienti giusti per lottare fino alla fine".

Ricordiamo che il Bure Corrubbio è retto dal presidente Massimiliano Zago, aiutato dal vice presidente Davide Carradori, dal direttore sportivo Ivan Bonometti, dal direttore tecnico Roberto Pizzini e dal segretario Francesco Adami. Completano lo staff tecnico del primo allenatore Giandonato Di Marzo, il massaggiatore Humberto Ramos ed il dirigente accompagnatore Dante Fasoli. "Non posso dire che non mi sto divertendo anche quest'anno, senza calcio non so proprio stare. Sono stufo di passare diverse ore al volante nella mia attività di conducente - e ride -. Con il Bure vogliamo staccare il pass giusto. Quale? Non te lo dico per scaramanzia. Contro il Team San Lorenzo sarà una partita combattuta con molte botte e risposte, ma noi vogliamo fare nostra la contesa".

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it









Visualizzato(1817)