ULTIMA - 25/5/19 - IL BASSANO 1903 BATTE IL MONTORIO ED E' CAMPIONE REGIONALE

E' stata una bella partita, quella giocata ieri sera a Montecchio Maggiore, fra il Bassano e il Montorio, calcio valida per il titolo Regionale di Prima categoria. I giallorossi di mister Francesco Maino partono subito forte e passano in vantaggio dopo soli 5 minuti con Cosma, che, su invito di Garbuio, mette in rete con un tiro da sotto
...[leggi]

ULTIM'ORA

4/4/17
ALESSIO SOAVE È TORNATO, L’ALBARONCO SOGNA…

Dopo il recente infortunio, che lo ha tenuto lontano dal gol per un mesetto, Alessio Soave ha ripreso l'appuntamento con il gol, l'altra domenica  contro il ValdalponeRoncà (tiro di precisione chirurgica, che lambisce il palo e s'insacca) e questa domenica contro il Sossano Villaga Orgiano (tiro di prima intenzione, su passaggio di Edoardo Terza, nel cuore dell'area). Conosciamo meglio questo giocatore classe 1992 che, con i suoi gol, sta trascinando l'Albaronco al possibile salto di categoria.

Il bomber di Perzacco di Zevio, esprime le sue straordinarie doti realizzative, proprio nel cuore dell'area di rigore. Rapido, scaltro, bravissimo negli stacchi aerei e con un grande fiuto del gol, Alessio si sta ritagliando uno spazio importante nell'ideale classifica dei bomber più bravi del calcio dilettante veronese. Cresciuto nella Belfiorese, ha debuttato in Prima squadra all'età di soli 16 anni, in Promozione. Poi il grande salto nel Cerea del presidente Doriano Fazion, un anno in Eccellenza ed uno in serie "D", come ci racconta: "Qui ho conosciuto Luca Moretto, il giocatore più forte con cui ho giocato. Ma ho sempre ammirato Pietro Filippini e Mirko Cucchetto, miei compagni di squadra nel Cerea il primo e nella Belfiorese il secondo".

Alessio Soave è stato anche capitano nella Rappresentativa Veneta, con cui ha conquistato il Torneo delle Regioni nel 2011: "E' stata una cavalcata fantastica, poi la finale vinta contro la Toscana, ed il Trofeo alzato al cielo (in quella squadra oltre ad Alessio e Filippo Guccione del Cerea, erano presenti Gelio Nicola del Cadidavid, Eller Enrico del Rivoli e Tardiani Luca del Team Santa Lucia Golosine). Ricordo volentieri anche la vittoria ai play off con il Cerea, che ci ha permesso di salire in serie D".

Qual'è il motivo per cui non ha fatto il grande salto tra i professionisti? "Forse ero troppo giovane! Sentivo la pressione delle aspettative su di me, e questo mi impediva a volte di essere più cinico sotto rete". Ma Alessio è cresciuto: ora è molto lucido e determinato sotto rete e lo sanno bene i difensori che devono marcarlo. "Dopo la parentesi a Cerea, sono passato in Eccellenza, prima a Caldiero, poi al Team S.Lucia Golosine, con il  quale ho disputato due campionati. Quindi è arrivata la chiamata dell'Albaronco".

Sicuramente ben ripagata la fiducia in lui, per la squadra del Presidente Giuseppe Faustini e del vice Daniele Dall'Oca. Con L'Albaronco infatti, in neanche due stagioni, ha realizzato ben 41 reti, 27 l'anno scorso e 16 quest'anno (15 in campionato e 1 in coppa); bottino questo destinato a salire, a giudicare dalle aspirazioni della Società: "La lotta per il titolo è ancora aperta visto che siamo in tre in testa alla classifica; ora può succedere di tutto. Non ci sono partite facili, alla fine saranno i nervi saldi a fare la differenza. Sicuramente dopo questa domenica sapremo qualcosa di più".

Fidanzato con Sofia, nella vita privata Alessio lavora come Tecnico Informatico: "Ho una sorella e due genitori fantastici che fanno il tifo per me. Sono tifoso del West Ham e di Andy Carroll in particolare, anche se mi piace molto anche Andrea Belotti del Torino".

Quali sono i mister che ricorda più volentieri? "Nicola Corrent sicuramente! Per la sua preparazione tecnica e per le sue grandissime qualità umane merita assolutamente il ruolo di vice che sta ricoprendo nell'Hellas Verona, gli faccio i miei migliori auguri. Poi dico Alberto Facci, che mi ha dato fiducia e continuità in un momento per me difficile dopo i miei infortuni (tre volte consecutive frattura del quinto metatarso). Voglio poi spendere una parola per la società Albaronco, del Presidente Giuseppe Faustini, del vice Daniele Dall'Oca e del diesse Alessandro Romio, che è sempre presente e ci mette nelle migliori condizioni per far bene. Spero, assieme ai miei compagni e a tutto lo staff tecnico, di poter raggiungere gli obiettivi prefissati ad inizio stagione". Cioè? "Vincere il Campionato!"

Antonio Dal Molin per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(2130)