ULTIMA - 26/3/19 - PERDE LA VITA IN MOTO IL CAPITANO DEL MERLARA CANEVAROLO

Incidente mortale ad Ospedaletto Euganeo. Ieri sera alle ore 19 circa, Matteo Canevarolo, ragazzo di 44 anni di Saletto di Borgo Veneto era in sella alla sua Ducati Monster e stava rincasando dopo una giornata di lavoro (era un odontotecnico), quando si è improvvisamente schiantato contro la fiancata destra di un furgone che stava svoltando per entrare in un
...[leggi]

ULTIM'ORA

23/4/17
3° MEMORIAL IN RICORDO DI ANDREA MASORGO

La terza edizione del memorial “Andrea nel cuore” è in rampa di lancio con la solita adesione e presenza di tanti amici e compagni di Andrea Masorgo. Di nuovo insieme per ricordarlo e per raccogliere dei fondi destinati al reparto di oncoematologia pedriatica di Borgo Roma. Due momenti molto particolari e legati assieme per non scordare chi non c'è più e per contribuire alla ricerca di nuove speranze per conoscere e sconfiggere quella patologia per cui Andrea ha lottato con coraggio fino all'ultimo giorno della sua vita.

Andrea Masorgo è stato un giocatore e un allenatore di calcio dilettantistico, ha militato nell'Atlas, fondata dal padre Aldo, nella Speme, nella Virtus e in altre molte altre società della nostra provincia. Un percorso sportivo condiviso con tanti amici, ed ora tanti di quei suoi ex compagni ogni anno si ritrovano per ricordarlo e si rimettono le scarpe bullonate per una partita di calcio benefica. Non importa se hanno superato i quarant'anni, se il fiato non da più tante energie e le gambe sono rigide. Quello che conta è la finalità di questo riabbracciarsi e ricordare i momenti felici condivisi con Andrea, in campo come compagni o come suoi giocatori.

Il giorno scelto per ricordare Andrea è il 25 aprile, in questo quadrangolare si rivedranno ex calciatori che hanno militato nell'Atlas, nella Virtus, nella Speme e nell'Atletico Borgo Trieste. "Andrea nel cuore", così viene chiamato questo appuntamento, dopo le prime due edizioni disputate sul campo dell'Atlas, quest'anno emigra su quello di San Pio X, dove si giocherà a otto e non a undici giocatori, un vantaggio fisico per questi ritrovati calciatori over 40. Una sistemazione logistica ottimale con annesso un parco giochi e una pista polivalente dove poter pattinare. Un occasione ricreativa dove le mogli dei giocatori possono far divertire i loro figli.

Per questa occasione funzionerà un servizio di cucina e di bar con prezzi contenuti e con posti a sedere anche al coperto. Un clima di festa adatto per rendere ancor di più sensibile l'acquisto di magliette commemorative e dei biglietti di una lotteria. Il ricavato di questa giornata sarà interamente devoluto alla ricerca e la consegna seguirà un ben definito tragitto, come ha spiegato Davide Poldiallai, uno dei promotori di "Andrea nel cuore”. Sarà consegnato direttamente nel reparto diretto dal primario, il prof. Simone Cestaro, e l’evento immortalato con una foto ufficiale. L'inizio delle partite è previsto per le ore 10.

Renzo Cappelletti per www.pianeta-calcio.it









Visualizzato(1468)