ULTIMA - 23/3/19 - MICHAEL DE SANTIS (ROSEGAFERRO) CREDE NELLA SALVEZZA

Domani si gioca al 26^ giornata dei campionati dilettantistici veronesi dove comincia ad infiammarsi la lotta per il titolo e per non retrocedere. In Seconda categoria quest'anno retrocederanno solo due squadre per girone quindi i play-out vedranno impegnate solo la 14^ e 15^ squadra classificata, da questo scontro uscirà la squadra che sarà
...[leggi]

ULTIM'ORA

21/4/17
ANCHE PER IL CROZ ZAI E' LA PRIMA VOLTA...IN PROMOZIONE

Un campionato da non dimenticare, una cavalcata maturata domenica dopo domenica con costanza e tantissimo temperamento. Una serie di risultati inebrianti che hanno sempre mantenuto la distanza sulle quotate avversarie permettendogli di raggiungere il traguardo a due domeniche dalla fine. E' così che il Croz Zai del presidente Giampaolo Gaspari, per la prima volta nella sua storia (cominciata nel 1972), ha vinto il campionato di Prima categoria (girone A) approdando meritatamente in Promozione. Momenti di forte emozione si sono vissuti negli spogliatoi al termine della gara decisiva vinta per 3 a 0 nella gloriosa “Busa” contro il San Zeno del presidentissimo Gianfranco Casale, sua più diretta concorrente. Pregevoli le due marcature di Bonato al 14' e Marchesini al 33' nel primo tempo. Nella ripresa ha poi firmato il definitivo tris il neo entrato Tommasini al 90° minuto dando di fatto l'inizio alla festa gialloblu che è continuata, dopo il ritorno a casa, sul terreno amico del Meneghello fino a tarda notte.

Varie le tappe vinte in questo torneo per i gialloblu sempre in continua crescita negli ultimi anni. Orgoglioso e felice mister Matteo Meneghetti che dice: "Abbiamo vinto il campionato facendo un girone di ritorno migliore di quello di andata, come è sempre stato negli ultimi anni, segno di una buona condizione. Ho capito che per noi le cose sarebbero andate diversamente, lottando per le alte posizioni, dopo la vittoria in casa della Scaligera per 2 a 1 ottenuta alla 14^ giornata. Poi il cammino si è fatto fenomenale e di tutto rispetto. Altra tappa fondamentale è stata la vittoria sul terreno del Parona per 1 a 0 alla 21^ giornata e per ultimo la tripletta rifilata l'ultima domenica al San Zeno".

Ha perso solo 4 volte il Croz Zai, contro le 16 vittorie e gli 8 pareggi che gli hanno permesso di totalizzare ben 56 punti a due turni dalla fine, segnando 47 goal e subendone solo 20. Una società giovane retta da dirigenti appassionati che hanno un programma chiaro e dettagliato. Encomiabile l'apporto della famiglia del presidente Gaspari che, assieme alla moglie, sono sempre stati vicini ai ragazzi che hanno composto la rosa della Prima squadra. Capace e sapiente il direttore sportivo Luca Marchesan, persona laboriosa, ex bomber gialloblu e da sempre innamorato dei colori dell'Usd Croz Zai, sempre attento a dare gli stimoli giusti alla squadra, non esaltandosi troppo quando il periodo calcistico era altamente positivo e predicando calma e gesso nei momenti difficili e negativi. Brillanti anche tutti gli altri dirigenti: dal vice presidente Lucio Franceschetti nonché segretario al direttore generale Tarcisio Spada.

Ha fatto scherma ed ha saputo interpretare bene i momenti topici della stagione il tecnico Matteo Meneghetti che ha ottenuto il patentino uefa B con acume e bravura. Gli hanno dato una grandissima mano, replicando il suo credo ed i valori del Croz, i preziosi componenti del suo staff tecnico. Il vice allenatore Corrado Frinzi, l'allenatore dei portieri Mattia Facci, un istituzione da queste parti, il padre di Matteo e massaggiatore Giampaolo Meneghetti ed il fisioterapista Alessandro Fadini. "I ragazzi sono stati fantastici, un grande grazie a tutti loro per l'impegno ed i risultati che ci hanno regalato sul campo - aggiunge Meneghetti -. Unici il portiere Nicola Sanna ed il centrocampista Marco Capobianco, collante negli spogliatoi e l'anima del nostro meraviglioso campionato disputato. Ma gli altri giocatori, credimi, non sono stati da meno, hanno sofferto, gioito, lottato e si sono dati da fare al massimo. Il sogno non è mai sfumato ed adesso è divenuto una splendida realtà, da toccare con mano".

Non sono pochi 56 punti conquistati dopo 28 gare, ben 8 di differenza dalla formidabile coppia formata da Pedemonte e Parona, due leggiadre e splendide formazioni. Ma anche il San Zeno ed il Concordia, non hanno affatto sfigurato. Queste, con Valpolicella, Quaderni e Scaligera si giocheranno gli altri 4 posti ai play-off. Dice Matteo: "Non è stato facile vincere il titolo, le nostre avversarie ci hanno dato tutte del filo da torcere, mettendo sul campo umiltà e grande voglia di sorprenderci, domenica dopo domenica, affrontandoci sempre a viso aperto e con grande vigore".

Mancano due gare per terminare il campionato, ma Meneghetti è come sempre sul pezzo: "Vogliamo ottenere altri 6 punti, cercando di battere i nostri prossimi avversari. Domenica ospitiamo la Scaligera, sarà una gara vera e spero sia anche molto divertente. La vittoria andrà a chi darà il massimo tra due squadre che faranno di tutto per vincere. Noi dobbiamo pensare a giocare al meglio la nostra gara. Una piccola pagina della nostra storia è già stata scritta e vogliamo chiuderla con un bel punto esclamativo tra due domeniche. Il Croz Zai ha gente di carattere che crede nei propri mezzi. Abbiamo sempre fatto tesoro degli errori passati, rimboccandoci le maniche e guardando al futuro con positività. Ricorderò sempre anche le vittorie della Terza e della Seconda categoria. Annate fantastiche, ma credimi, quella attuale non è certo da meno".

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1382)