ULTIMA - 26/5/19 - PLAY OUT SERIE C: LA VIRTUS VERONA SI GIOCA LA SALVEZZA A RIMINI

Questa volta sarà davvero la partita che vale una stagione. Oggi pomeriggio con fischio d'inizio alle ore 15.00, allo stadio Romeo Neri (diretta Tv su Sportitalia) Rimini e Virtus Verona si contenderanno l'unico posto disponibile per disputare il campionato di serie C anche il prossimo anno. Si parte dall'1 a 0 dell'andata a favore della
...[leggi]

ULTIM'ORA

27/4/17
IL VALGATARA CONQUISTA LA COPPA 2016-17

BLAUGRANA CAMPIONI! A CASALSERUGO CONQUISTANO IL LORO 1° TROFEO VENETO DI PROMOZIONE 2016-17 BATTENDO DOPO I RIGORI (4-3) UN MAI DOMO VITTORIO VENETO

Ci sono momenti che ricorderai per tutta la vita. Il Valgatara del presidente Paolo Megarese ne ha vissuto uno tutto suo, che nessuno potrà mai dimenticare e che entrerà negli annali del calcio dilettantistico veneto. Il Valgatara battendo per 4 a 3, dopo i calci di rigore, un consistente Vittorio Veneto, sul terreno inzuppato dalla pioggia che è scesa continuamente sul manto erboso di Casalserugo nel padovano, in una fredda ed umida serata, ha conquistato il suo primo Trofeo Veneto di Promozione portando agli antichi fasti il calcio veronese.

Una finalissima, quella contro i trevigiani del Vittorio Veneto Falmec, per niente facile. Gli avversari si sono dimostrati all'altezza della situazione e  hanno giocato a viso aperto, evidenziando buone trame di gioco. Ma sono stati invece i veronesi a dettare legge, anche soffrendo nei momenti topici del match, ma non perdendo mai le staffe, soprattutto quando il Vittorio Veneto praticava un gioco ostruzionistico, con continui falli a centrocampo. Il Valgatara si è reso protagonista, ha alzato la testa ed ha gioito grazie all'ultimo rigore trasformato con freddezza dal veterano difensore classe 1984 Devis Giacopuzzi. Rigore storico che ha dato la coppa ai ragazzi di mister Armando Corazzoli, al suo primo anno a Valgatara.

Da subito la gara parte pimpante, le due contendenti sentono l'importanza della posta in palio. Il Vittorio Veneto è più spregiudicato, ma il Valga non sta certo a guardare e risponde colpo su colpo alle battute dei bianchi trevigiani. Al 12' Toffali, per il Vittorio Veneto, ha una buona occasione ma viene preceduto dall'ottima uscita del portiere blaugrana Massimiliano Quintarelli. Al 18' è però il Valga ad aprire le ostilità grazie ad una rasoiata direttamente su punizione di Goran Ivanov che buca la barriera e si infsacca in rete per l'1 a 0. Il Vittorio Veneto subisce il colpo e fa fatica a tenere il pallino del gioco. Il Valga agisce soprattutto di rimessa. Al 20' ancora operoso il numero uno Quintarelli su il veloce Agostini. Al 24' torna in cattedra il Valgatara con un invito a nozze di Carlo Aldrighetti per l'accorrente Stefano Murari ben fermato dal portiere Andrea Tonon. Tre minuti dopo il ficcante trevigiano Gilde a servire un assist in area di rigore, dopo aver dribblato due avversari, al furetto Toffali il quale sfiora la traversa. Al 29' prodigioso intervento del brillante Quintarelli su tiro forte e preciso di Agostini. Al 41' ottima punizione del Vittorio Veneto che però non va a buon fine.

Nella ripresa la musica non cambia, le due squadre continuano ad affrontarsi senza risparmio di energie. Al 23' il Valga può raddoppiare: Scende come un fulmine Franceschetti che porge a Stefano Murari che però non trova lo specchio della porta. Nei minuti finali il Vittorio Veneto alza il ritmo ed il baricentro offensivo cercando con caparbietà il pareggio che arriva in pieno recupero al 93° minuto grazie ad una sbandata difensiva dei ragazzi di Armando Corazzoli con Toffali che riesce a deviare in goal per l'1 a 1. Il Valgatara accusa il colpo è sembra quasi demoralizzato per la beffa ma negli spogliatoi trova le forze e la grinta giusta per affrontare i due tempi supplementari previsti prima dei calci di rigore.

Di fatto da qui in poi non succederà quasi più nulla, le emozioni sono davvero poche, tranne le due espulsioni per somma di ammonizioni inflitte a Carlo Aldrighetti del Valga e David Pizzol per i trevigiani, con i due costretti a rientrare anzitempo negli spogliatoi. Le due compagini concluderanno così la partita in dieci. Finiti i tempi supplementari in perfetta parità, il direttore di gara, il signor Simone Trevisan, da il via ai calci di rigori che finora hanno sempre portato fortuna a Lallo e compagni. Il Valgatara è sul pezzo e li tira con efficacia e freddezza. Il Vittorio Veneto è contratto e nervoso ne sbaglia uno in più dalla lunetta. Dopo la serie da cinque rigori Giacopuzzi trasforma l'ultimo calcio di rigore regalando il 4 a 3 a favore dei blaugrana. Ricordiamo che il Valga è arrivato alla finale battendo lo Spinea sempre ai calci di rigore, mentre il Vittorio Veneto ha già vinto a mani basse il proprio girone di Promozione ed è già promosso in Eccellenza.

LE INTERVISTE DEL DOPO GARA: Si respira un clima di grande felicità fuori dagli spogliatoi del Valgatara. Gli avversari mesti in viso e visibilmente delusi escono alla spicciolata, facendo i complimenti agli avversari veronesi. Euforici, come è giusto che sia, i ragazzi di mister Corazzoli che faranno festa sul pullman al ritorno guidato dal simpatico napolateno Giuseppe Senigaglia che posa con i ragazzi all'autogrill con la Coppa. Arriva il patron Marco Ferrari: "Non sto nella pelle! Che soddisfazione abbiamo respirato stasera, abbiamo qui la prestigiosa Coppa. Non mi sembra ancora vero, ma c'è l'abbiamo fatta! Un cammino esaltante dove abbiamo messo in campo sempre tutto quello che avevamo da dare. Ora domenica vogliamo battere il Lugagnano in campionato e salvarci matematicamente. Io ed un gruppo di validi dirigenti ed amici, abbiamo preso la squadra portandola dalla Terza fino alla Promozione grazie all'ottimo lavoro dell'ex nostro mister Roberto Pienazza. Facendo mai programmi ambiziosi e contando sempre sulle nostre forze. Giocando un calcio vitale ed umile. Ora possiamo portare in alto il vessillo del calcio dilettantistico veronese. Ne siamo molto orgogliosi, e credimi non ho dormito questa notte prima della gara. Abbiamo organizzato due pullman con tutti i nostri tifosi accorsi a Casalserugo, teatro della finale. Una serata per noi davvero incredibile e indimenticabile, che mi porterò per sempre dentro".

Gli fa eco il presidente Paolo Megarese che nonostante i tanti impegni di lavoro su è giù per l'Italia non ha voluto mancare, per nessuna ragione al mondo, alla finale: "Abbiamo qui al Valgatara dei ragazzi fantastici. Cuore, grinta, generosità ed una grande anima sono i loro valori principali, guarda che cosa hanno fatto stasera. Meravigliosi e dir poco! Adesso ci godiamo il momento e guardiamo questa Coppa che è finalmente nostra. Poi tutti in campo a preparare la sfida salvezza contro il Lugagnano domenica prossima. Forza Valga! Siamo unici".

Arriva Gionata Cammalleri rientrato dopo un brutto infortunio nella seconda parte di stagione: "Abbiamo un gruppo troppo forte. Il Vittorio Veneto, tutto sommato, non ci ha fatto troppa paura, e siamo arrivati alla fine conquistando il Trofeo Veneto. La nostra è una conquista di tutti dal magazziniere, dai dirigenti, dallo staff tecnico e da noi butei. A Casalserugo non abbiamo mai mollato di una virgola e ci siamo rimboccati le maniche anche dopo la beffa finale. E' meraviglioso alzare al cielo la prestigiosa Coppa!".

Esce il portiere Massimiliano Quintarelli, classe 1998, che anche stasera ha parato tre rigori: "Sapevo che potevamo concludere la sfida contro il Vittorio Veneto ai calci di rigori, così io ed il mio preparatore dei portieri Renato Piccoli, ci siamo preparati a dovere. Stasera mi è andata bene è la vittoria finale è nostra. Forza magico Valga!". Conclude Il veterano Matteo Lallo che vanta un passato anche da professionista: "Il nostro gruppo è una grande famiglia dove mi trovo benissimo. Finchè avrò le energie fisiche non mollerò mai questa bella maglia. I ragazzi quest'anno mi hanno regalato assist invitanti ma anche io ho lavorato duro per la squadra. Quando siamo in palla non ce n'è per nessuno. Abbiamo preparato al meglio la partita contro il Vittorio Veneto, ci credevamo e ci siamo riusciti. Da noi non contano le parole ma i fatti che produciamo in campo. Il Valga ha vinto il Trofeo Veneto di categoria e questo è quello che conta. Ora via alla volata salvezza, domenica dobbiamo battere il Lugagnano per evitare sorprese."

VALGATARA: Quintarelli, Penna, Giacopuzzi, Ivanov, Dalla Pellegrina, Cammalleri (Marconi 6'sts), Marco Aldrighetti, Carlo Aldrighetti, Stefano Murari(G.Murari 10'st), Lallo, Franceschetti (Braz 27'st). All. Corazzoli
VITTORIO VENETO SMC FALMEC: Tonon, Mazzon (Spader 19'st), Pizzol, Scarabel, Marson (De Tuoni 39'st), Grillo, Spagnol (Mone 9'st), Gilde (De Nardi 27'st),Toffoli, Casagrande, Agostini. All. Zoppas
ARBITRO: Trevisan di Mestre
RETI: Ivanov (Val) al 18' e Toffali (VV) al 93'

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1797)