ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

ULTIM'ORA

28/4/17
L’ALBARONCO E’ PRONTO ALLA FESTA PROMOZIONE

DOMENICA BASTA UN PUNTO PER TRIONFARE NEL GIRONE B DEL CAMPIONATO DI PRIMA CATEGORIA
 
Tutto è pronto per lo storico ingresso in Promozione dell’U.S. Albaronco 2004 di mister Davide Mazzo e Michele Colognese. Domenica basta un punto contro i già salvi e fuori da tutti i giochi Boys Buttapedra di mister Paolo Novali per dare inizio alla festa: “Siamo pronti” sorride il vice-presidente Daniele Dall’Oca “aspettiamo l’evento con trepidazione, speriamo che vada tutto bene!”

Ci siete tutti domenica a Ronco all’Adige contro i Boys Buttapedra?
“Ci manca lo squalificato Roberto Meneghetti, il difensore centrale ed è un vero peccato che salti l’appuntamento più importante della stagione; poi, Nicolò Saggioro e Giovanni Righetti: sono fuori da mesi causa infortunio”.

Cosa temete dell'ultima sfida della stagione?
“Nulla, se siamo in forma e giochiamo convinti delle nostre possibilità, non abbiamo paura di nessuno. Siamo qui che aspettiamo i Boys, con l’elmetto in testa. Guai a chi tenta di portarci via il sacrificio di un anno intero!”

Come andò a finire nella gara di andata?
“Ricordo che è stata una brutta partita da parte nostra, c’era freddo, il campo era in pessime condizioni e non ci siamo espressi al meglio; ma, anche loro non è che abbiano brillato. E’ terminata sullo 0 a 0 con noi che abbiamo sbagliato un paio di grosse occasioni, loro, invece, una. Ripeto: è stata una delle partite più brutte che abbiamo fatto quest'anno”.

Sono già pronti i festeggiamenti?
“Allora, la banda con le majorettes, il sindaco in testa” scherza Dall’Oca “il prete del paese, i fuochi d’artificio, il Comitato della Sagra: è un evento storico per il nostro paese e noi vogliamo celebrarlo in maniera particolare dando sfogo a tutta la nostra gioia. Sarà l'esito sul campo che deciderà il nostro destino. Comunque, partiamo col vantaggio di avere due risultati a nostro favore, sarebbe davvero pazzesco, con tutto quello che è successo in testa quest’anno, sciupare tutto, mandare a monte un’occasione irripetibile come quella di domenica prossima”.

Ha sorpreso il crollo del Tregnago (3-0) a San Giovanni Ilarione?
“E’ stata una sorpresa, credo, un po’ per tutti. Ora comincio seriamente a credere che potrebbe essere l’anno giusto per noi, perché fossimo stati sfortunati, saremmo ancora secondi oppure tutti e tre a pari merito. Invece, ecco il nostro vantaggio e la possibilità di staccare il biglietto. Ora dipende solo da noi”.

Chi sarà determinante per l’Albaronco?
“Alessio Soave, Santhos Corazza, Riccardo Cherubin, non importa chi. Dobbiamo tutti essere concentrati e caricati a mille, pronti a dare tutto per l’ultimo sforzo. Vorrei vedere in questa vigilia di fine stagione al posto nostro come la penserebbero le altre due concorrenti, il Tregnago e il Valdalpone. Sono convinto allo stesso modo”.

Da buon mastro pasticcere, come sarà la torta del trionfo albaronchesano? “Non ci ho ancora pensato: è l’ultima roba che mi interessa, ora come ora. Certo che faremo festa fino al lunedì sera, quello è poco ma è sicuro”.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1845)