ULTIMA - 27/5/19 - IL “BONE&BARBI’S FRIENDS 2019” IN RICORDO DI 2 AMICI

Sabato 15 giugno 2019, nei pressi del Campo Comunale "B. Guglielmi" di Lugagnano, si terrà il torneo memoriale “Bone&Barbi’s Friends 2019”, in ricordo di due grandi amici scomparsi ancora molto giovani qualche anno fa. A partire dalle ore 9.30, verranno disputate partite di calcio a 7 e, novità di quest’anno, partite di green volley 4
...[leggi]

ULTIM'ORA

3/5/17
PER L'AMBROSIANA LA SERIE D NON E' PIU' UN SOGNO

LA SQUADRA DEL PRESIDENTE GIANLUIGI PIETROPOLI FESTEGGIA IL SUO 90° COMPLEANNO VINCENDO IL CAMPIONATO DI ECCELLENZA APPRODANDO CON MERITO IN SERIE D. UNA FESTA PER TUTTO IL PAESE DI SANT'AMBROGIO

Ha sempre mantenuto un passo costante quest'anno l'Ambrosiana di mister Tommaso Chiecchi, sfoderando classe da vendere e non mollando mai per un solo istante la presa. La vetrina dell'Eccellenza, con il passare delle giornate, si è fatta per i rossoneri sempre più scintillante e la classifica con i mesi si è fatta sempre più consistente e sempre stabile nelle più alte posizioni. La squadra rossonera ha saputo crederci, divertendosi e non prendendo troppo sul serio l'obiettivo che stava per raggiungere. la squadra era partita per conquistare una tranquilla salvezza. Una volta raggiunto l'obiettivo la squadra ha mutato il percorso giungendo ad una metà che sembrava davvero inacessibile. All'ultimo minuto di campionato un sogno che sembrava una meteora si è tramutato in realtà.

L'Ambrosiana, una volta raggiunta la salvezza, si è messa in testa che poteva davvero mantenere la vetta, mettendo in campo umiltà e una buona quadratura dei reparti. La squadra era cosciente di quello che doveva fare e quello che non era alla sua portata. Ha giocato un calcio propositivo, fatto di pressing e forte intensità. Alla fine i rossoneri hanno lasciato al palo compagini sulla carta più attrezzate, come la corazzata Clodiense Chioggia, il brillante Calcio Caldiero Terme, forte di una programmazione assai efficace ed intraprendente, ed il Pozzonovo, bestia nera per tutti.

Davanti ad un "Montindon" gremito, domenica scorsa è andata in scena l'ultimo atto del campionato di Eccellenza. Mancava ancora un piccolo passettino per conquistare la serie D e dare inizio alla festa. L'Ambrosiana è scesa in campo tranquilla e sorniona. Era necessario vincere contro la coriacea Piovese per colpire il bersaglio pieno. Ed alla fine così è stato con i "diavoli rossoneri" che hanno infilzato per tre volte la porta dei padovani vincendo con merito. Nicolò Pangrazio è salito rapidamente in cattedra con due sontuose marcature, una per tempo. Ha chiuso le ostilità sul definitivo tre a zero l'impareggiabile Luca Avesani.

A fine gara il raggiante e simpatico centrocampista classe 1991 Nicolò Pangrazio afferma: "Sono orgoglioso e molto felice, è fatta! Abbiamo battuto tutti, abbiamo vinto il campionato conquistando l'accesso diretto alla serie D 2017-18. Un impresa che all'inizio era impensata per una squadra come la nostra partita con l'ambizione di salvarsi senza patemi d'animo. Una volta carburata la macchina, abbiamo viaggiato spediti mantenendo per molto tempo la prima posizione. Te lo assicuro, non è stato facile, ci sono stati diversi momenti di scoraggiamento ma il nostro meraviglioso gruppo ha fatto la differenza. Ci siamo sempre aiutati, ci siamo guardati in faccia quando le cose non funzionano a dovere e abbiamo dato sempre il nostro meglio, aumentando la velocità e tagliando per primi il traguardo. Tutti sono stati importantissimi per il successo, dal magazziniere fino a chi curava il terreno di gioco".

La stagione 2016-17 entrerà nella storia degli annali calcistici dei nostri dilettanti veronesi. L'Ambrosiana c'è sempre stata, ha lavorato sul pezzo con puntiglio e sempre attenta a valorizzare il giusto mix tra giovani promettenti e caparbi e veterani con grande esperienza. L'Ambrosiana è cresciuta anno dopo anno, basando la sua politica su un settore giovanile importante, fucina di valenti campioni del domani. Qui ognuno ha fatto la sua parte con attenzione, guardando con sagacia al bilancio ed innestando vitalità ed un potente vortice di energia.

Partendo da un mister, Tommaso Chiecchi, che da poco aveva chiuso la sua carriera da professionista, pronto a gettarsi in questi ultimi anni nel pianeta Ambrosiana con brio, incastonandosi alla perfezione nei valori che si respirano a Sant'Ambrogio di Valpolicella. Poi in porta ha fatto la sua parte Federico Cecchini, classe 1986, estremo baluardo che con le sue parate ha salvato la porta rossonera in varie occasioni, dimostrando che con i guantoni ci sapeva fare. Portiere capace con esperienza anche in C1 nell'Hellas Verona. Inossidabile la difesa e ben quadrato il centrocampo con il nuovo innesto Matteo Rambaldo arrivato dal Villafranca a Dicembre assieme ad Edoardo Cecco. Formidabile l'attacco con il mai domo Luca Avesani e il talentuoso ed esperto trequartista Alessandro Vecchione, una coppia che conosciamo tutti ben supportata dalla freschezza pallonara di Francesco Pietropoli, di Riccardo Testi e Nicolò Pangrazio.

Ben 69 i punti ottenuti in 30 incontri disputati, le 21 vittorie (un rullo compressore), 6 pareggi e solo tre sconfitte, la dicono lunga sull'impianto di gioco messo in campo da mister Chiecchi. Sono 13 le reti messe a segno da Luca Avesani, 10 quelle del talento Nicolò Pangrazio e del genietto Riccardo Testi, 8 quelle di Alessandro Vecchione e 6 i sigilli rossoneri di Matteo Rambaldo. Miglior attacco del girone con 62 centri e miglior difesa con 19 goal subiti. A questi numeri vincenti va aggiunta una dirigenza animata dall'entusiasmo del presidente Gianluigi Pietropoli, ben sorretto dal vice presidente Mauro Testi e dal magistrale direttore sportivo Mattia Bergamaschi, un team che ha messo a puntino il bolide rossonero. Da non dimenticare l'apporto di Daniele Fasoli, responsabile settore giovanile, Mauro Perina, il supervisore dei talenti in erba, e del grande lavoro del magazziniere Luigi Compri. Formidabile poi lo staff tecnico di mister Tommaso Chiecchi, il suo secondo Michele Mezzacasa, Roberto Nicoletti,  preparatore dei portieri e Antonio Schena, medico sociale.

Emozionante la festa fatta a fine partita, con i giocatori corsi sotto la rete di recinzione della tribuna del “Montindon”, pronti ad abbracciare i tanti tifosi presenti. Poi tutti al bar Perbacco di Sant'Ambrogio a brindare con fiumi di birra e ottimi aperitivi e stuzzichini. Qui incontriamo Riccardo Testi, classe 1995, che dice: "Amo i colori rossoneri, portare questa maglia è sempre bellissimo. Mi sta proprio a pennello! - e ride -. E' stata una stagione per noi davvero fantastica, una vittoria strameritata. Abbiamo battuto la Clodiense sia all'andata che al ritorno. Siamo stati un ottima squadra e soprattutto un grande gruppo. Una rosa unita ed un mister ed il suo staff che hanno lavorato benissimo. Ho fatto dieci goal e per questi devo ringraziare il mister che mi ha sempre dato fiducia. Una soddisfazione immensa è stato vedere il nostro “Montindon” gremito dalla gente del paese accorsa a sostenerci. Voglio ringraziare tutti, nessun escluso, per il loro apporto e sostentamento. Adesso mi godo questo bellissimo momento e non conta nient'altro. Viva l'Ambrosiana, ora siamo veramente in serie D! Mi brillano gli occhi, sono emozionato, è un sogno!"

Questi i ragazzi di mister Chiecchi che hanno trionfato nel girone A di Eccellenza 2016-17: Federico Cecchini, Simone Chesini, Nicola Andreis, David Cinti, Federico Paluzzano, Francesco Perinelli, Matteo Polato, Alex Sabaini, Nicola Savoia, Marco Filippini, Riccardo Gardini, Lorenzo Lonardi, Riccardo Marchesini, Matteo Oliboni, Matteo Rambaldo, Edoardo Cecco, Nicolò Pangrazio, Riccardo Testi, Luca Avesani, Alin Birlea, Francesco Pietropoli e Alessandro Vecchione.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(2101)