ULTIMA - 19/1/19 - LA "ZONA CESARINI" ANCORA FATALE ALLA VIRTUS VERONA

Ancora una volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale dell'incontro. A decidere la sfida a favore del Monza è stata una rete di Palazzi all'83° minuto. Buono l'avvio di gara dei rossoblu veronesi che dopo una decina di minuti colpiscono la traversa con una bella conclusione di Paolo Grbac. I brianzoli
...[leggi]

ULTIM'ORA

12/5/17
LUCA AVESANI PORTA IN ALTO L'AMBROSIANA

Ha dato lustro a tutto il paese l'ultima impresa dell'Ambrosiana del presidente Gianluigi Pietropoli che ha conquistato la serie D. Una giornata indimenticabile, quella di domenica scorsa sul proprio terreno. Il “Montindon” di via Volta a Sant'Ambrogio gremito e vestito a festa. Battendo per tre reti a zero la Piovese, l'Ambrosiana ha fatto il botto. Ha vinto l'Eccellenza con due punti in più rispetto alla diretta inseguitrice Chioggia Clodiense. I rossoneri di Testi e compagni hanno concluso con 69 punti all'attivo dopo 30 gare giocate con ben 21 vittorie, 6 pareggi e 3 sconfitte, totalizzando 62 reti e subendone solo 19. Un bel viatico, senza ombra di dubbio. La corazzata Clodiense con 67 punti ha lottato stremata, ma l'ultimo balzo finale è andato ai rossoneri. E' raggiante la punta classe 1987 proveniente la stagione passata dal Caldiero, che in questa stagione ha polverizzato i portieri avversari con 13 reti, Luca Avesani. Hanno fatto di meglio nella classifica cannonieri sua maestà Guccione del Caldiero con 23 goal, Ballarini del Cerea con 17, Bortolotto (Pozzonovo) e Camparmò (Euromarosticense) con 14 sigilli. "Non mi posso lamentare, dai i miei golletti li ho fatti anche in questo campionato - sostiene Avesani -. Quando ti servono assist invitanti e perfetti, una punta non può dire nulla, devo solo metterli in porta, tutto qua".

E' simpatico e la sa lunga Luca. Ne ha respirato di aria pallonara nel pianeta dilettanti con le divise del Caldiero, un biennio dove ha conquistato il salto di categoria, Villafranca in Eccellenza, quattro anni nel Team Santa Lucia, sempre in Eccellenza, ed uno nella stagione 2008-2009 sempre nelle file della compagine del presidente Giuseppe Bettini ma in Promozione poi gli anni passati al Somma dove ha portato a casa la promozione dall'Eccellenza fino in serie D e le tre presenze nel Sona Mazza nella stagione 2005-2006. "Tutti gli anni disputati, ti regalano nuove emozioni che respiri a poco a poco. Ti rafforzi e ne fai un nutrito bagaglio di sana esperienza. Direi che sono stato bene dove ho giocato, ho trovato compagni che come il sottoscritto volevano vincere. Non mi sono mai distratto ed ho dato tutto quello che avevo dentro. Quest'anno con la divisa dell'Ambrosiana, che ricorda i colori degli odiati cugini milanisti, io sono dalla parte opposta della Madonnina, tifo Inter, anche se attualmente le cose no ci stanno andando ottimamente, siamo andati a go a go, non fermando più i giri del nostro orologio, abbiamo vinto il campionato, che vuoi di più".

Non l'hanno mai abbandonato, nemmeno per un minuto la fidanzata Silvia ed i genitori Serenella e Claudio che tifano per lui e lo ammirano, quando possono, seduti sugli spalti. Un risultato quello del salto di categoria per tutti i componenti della società non pensato e costruito prima della partenza. "Noi ci siamo trovati nell'olimpo dell'alta classifica, domenica per domenica. Grazie al nostro gioco ed i risultati positivi. La società ci ha chiesto una salvezza che non doveva per forza essere conquistata nelle ultime giornate. Ed invece la marcia per noi è stata ben diversa. Non abbiamo guardato troppo la classifica e siamo andati avanti senza paura divertendoci. Si sa l'appetito viene mangiando, abbiamo mostrato i denti contro tutti ed abbiamo staccato il biglietto verso la serie D. Un sogno che si è avverato, una conquista che vale moltissimo".

Sono vari e di valore gli ingredienti i questa promozione, Luca Avesani fa il suo elenco personale, sul suo blocco notes personale: "Rispetto per gli altri e paura di nessuno, umiltà, gruppo rodato con le idee chiare, un mister, Tommaso Chiecchi, bravissimo, come quelli che ho avuto in precedenza come Cristian Soave e Fabrizio Sona, tre mister diversi ma di alta qualità e spirito combattivo. L'Ambrosiana è sempre stata sul pezzo preparando i fuochi d'artificio ora finalmente visibili nel cielo rossonero".

Lavora in un colorificio ed ha fatto tanti sacrifici per gocare al calcio, Avesani, ogni stagione è da programmare come la prossima. "All'Ambrosiana si sta molto bene, ora approfondiremo il discorso trovando i possibili punti in comune. Non so ancora cosa farò da grande - e ride divertito -. Non è facile costruire squadre ben equipaggiate pronte a solcare mari impetuosi, cercando e trovando giocatori di sicuro valore. Il d.s. Mattia Bergamaschi ha dimostrato assieme a tutto il direttivo di saperci davvero fare. Adesso c'è da preparare al meglio la prossima serie D, trovando i mezzi necessari sotto il punto di vista tecnico ed economico. Ma siamo certi che l'Ambrosiana ha rafforzato il proprio brigantino con una fortissima dose di competenza ed entusiasmo, alzando la bandiera della serie D, traguardo ambito da tantissime blasonate società calcistiche. Forza Ambrosiana tutti i dilettanti veronesi sono con te".

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1589)