ULTIMA - 20/5/19 - ANDATA PLAY-OUT DI SERIE C: LA VIRTUS VERONA BATTE IL RIMINI (1-0)

Buona la prima per la Virtus Verona di mister Gigi Fresco oggi al "Gavagnin-Nocini" contro i biancorossi del Rimini di mister Petrone. I rossoblu si sono imposti 1 a 0 ed ora sono i veronesi a contare sul doppio risultato nel match di ritorno a Rimini dove potranno vincere o pareggiare per rimanere in serie C anche nella prossima stagione.
...[leggi]

ULTIM'ORA

20/5/17
L’UNION BEST UNISCE IL CALCIO DI VERONA E MANTOVA

Abbiamo rimesso piede, a distanza di qualche anno, là dove volavano alto le Rondinelle di Sorgà della famiglia Cremoni, il padre Franco (da Pontepossero) e il figlio Manuel, imprenditori nel ramo degli infissi ed entrambi presidenti del calcio di quell’estremo lembo veronese che confina  con il Mantovano. Gli impianti sportivi di Sorgà hanno come sfondo il settecentesco Palazzo del Diavolo, sede ancora oggi del Club e dei fans dei Nomadi: “A volte le loro musiche” sorride Claudio Bellon, Responsabile del viavio dell’ASD Union Best, fanno da colonna sonora durante gli allenamenti  dei nostri giovani. Un movimento che sfuiora i 200 tesserati”.

Oggi, quegli impianti sportivi sorgaresi sono gestiti dall’ASD Union Best, il cui presidente Fabrizio Bonato, artista nella lavorazione dell’argento e pietre preziose, sono diventati nuovamente un “gioiello” del calcio di queste parti: “Sono subentrato” dice l’artista “ad Edmondo Guerra, rimasto nel nostro Direttivo in veste di Presidente Onorario. Siamo nati nella stagione 2015-16, frutto della fusione tra il Trevenzuolo, la Pol. Erbé, l’ASD Bonferraro e il Sorgà, e rappresentiamo un ampio settore Giovanile per il nostro territorio, presenziando a tutti i Tornei indetti dalla Federazione”.

Un vivaio completo  dalla Scuola  Calcio agli Allievi fino al termine della stagione 2015-16, quando al termine di quell’anno il Trevenzuolo ha deciso di abbandonare l’ambizioso progetto: “Eh, sì” ironizza il commercialista Guerra, presidente onoriario “ora dovremmo chiamarci Union Bes, visto che quest’ultima sigla è l’acronimo di Bonferraro, Erbé e Sorgà, da cui si è staccata la “t” di Trevenzuolo; ma, abbiamo voluto tenerla lo stesso la denominazione, allargandoci  ancora di più”.

Infatti, è di qualche mese fa l’accordo  - sempre a livello giovanile – dell’ASD Union Best con gli appassionati di quella zona dell’alto Mantovano, patria del risotto cucinato in mille maniere (al pontel, col pessin, alla mantovana, altro, innaffiato da un gagliardo, robusto, spumeggiante, gagliardo  Lambrusco Pja-fog, piglia fuoco), vedi il bianco-nero Casteldario del presidente Virgilio Costa - la cui Prima squadra milita in Promozione - e l’Audace Casteldario: “I tre presidenti” spiega il diesse Alberto Righetti, montoriese, ed ex diesse del Mozzecane “che hanno siglato l’accordo sono Costa (per il Casteldario), Milani (per l’Audace Casteldario) e Bonato per la nostra Union Best. E’ la più grande intesa firmata tra due sponde da sempre “rivali”, da sempre in aperta sfida con il loro sportivo e sano campanilismo. Ci troviamo ora con una base ancora più allargata, contando su 2 Scuole Calcio, e con altrettante compagini, rappresentanti dagli Allievi fino alle più piccole leve. Tre ora le Scuole Calcio, e tre i pullmini che servono per la raccolta e il trasporto dei nostri ragazzi dall’abitazione al campo, con viaggi di andata e ritorno”.

“Da quando siamo nati” ricorda il dirigente Roberto Adami “le nostre rappresentanti si sono sempre fatte onore nei rispettivi Tornei, riuscendo a battere perfino l’Hellas Verona ed aprodando - gli Esordenti - al “Città di Verona”. Non solo, ma al 2° anno di fondazione, abbiamo registrato un ulteriore miglioramento nei piazzamenti. Sì, in pratica, siamo il vivaio, il serbatoio del Casteldario, squadra che da anni si fa onore in Promozione”. Ai  dirigenti dell’ASD Union Best piace molto essere etichettati, e a ragione, come uno dei più forti “poli calcistici del Lombardo-Veneto”: “Un’intesa” sottolinea il commercialista Edmondo Guerra “che ci fa sentire fieri di quello che siamo riusciti a raggiungere, anche perché costretti dal continuo impoverimento del materiale umano (i bambini) sul territorio. Un accordo, che  sancisce, dunque, un’imporetante unione del territorio in quella zona, e che una volta era impensabile da sognare di ratificare per via del forte ed atavico campanilismo e la gelosia che regnava comprensibilmente tra le due estreme province del Veronese e del Mantovano”.

A livello culinario, a unire (Union) le due sponde ci ha messo del suo anche Paolo Bernardi, mastro risottaro villimpentese, dirigente con le origini mantovane, ma con l’incarico di dirigente della sponda  sorgarese. Domenica 28 maggio, a Erbé, L’ASD Union Best, al Parco due Tioni in Erbé, col patrocnio della locale Amministrazione e avvalemdosi della regìa dell’ASD Pol. Erbé, si consumerà fino a tarda sera la “Festa dello Sport 2017”, 25 anni di emozioni (dal 1992 al 2017). Un’occasione importante da non perdere sia per gli adulti, ma, soprattutto, per i giovani di quel territorio, in quanto vearrnno fatti rivivere i giochi di contrada (il tiro alla fune, il salto della corda, il salta muleta, la corsa con i sacchi, pega e tanti altri giochi “de na olta”), poi, infuocate gare di briscola, attività di ginnastica artistica, giochi di motricità, karate, pilates e tanto, tanto calcio. Per i bambini saranno messi a disposizione giochi gonfiabili, ma, non mancherà una fantastica lotteria con ricchi premi. Il pranzo dello sportivo sarà a base di risotto classico ed alternativo, gli stand gastronomici saranno fornitissimi con i loro hot dog, grigliata di carne ai ferri e patatine a volontà.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1834)