ULTIMA - 20/1/19 - OGGI SI CONOSCERANNO LE 8 SQUADRE QUALIFICATE IN COPPA VERONA

Si gioca oggi la terza ed ultima giornata del 1° turno della Coppa Verona 2018-19 riservata alla formazioni di Terza categoria, denominata “Memorial Gianni Segalla”. Ma andiamo a vedere chi si gioca il passaggio del turno. Nel Girone 1 il Lessinia gioca la sfida decisiva in casa contro il Borgo San Pancrazio con il Verona International che potrebbe tornare
...[leggi]

ULTIM'ORA

9/6/17
MISTER STEFANO GHIRARDELLO VUOLE RILANCIARE L'OPPEANO

HA SALUTATO LE RAGAZZE DELL'AGSM VERONA E IL MASSIMO CAMPIONATO NAZIONALE FEMMINILE PER PER GUIDARE I BIANCOROSSI IN PROMOZIONE

Stefano Ghirardello è pronto alla nuova avventura. Guiderà l'Oppeano del presidente Sergio Mustoni che ha una grande voglia di riscatto dopo l'amara retrocessione dalla campionato di Eccelenza appena concluso. A Stefano toccherà il compito di ridare carica all'ambiente biancorosso per provare ad essere fra le protagoniste del prossimo campionato di Promozione. "Sono entusiasta - dice -, mi ha intrigato la proposta di questa società dalla buona tradizione nel mondo dilettantistico veronese. Ho salutato l'Agsm Verona, mia ultima esperienza nel massimo livello del calcio femminile, forte di un nuovo bagaglio d'esperienza e di nuove competenze calcistiche che metterò sul piatto qui ad Oppeano. Ora mi godo le ferie e poi si riparte con la voglia di vincere".

Ghirardello ha appena chiuso la parentesi nell'Agsm Verona dove è stato il fidato secondo dell'allenatore Renato Longega. Il connubio tra il vicentino di Thiene e l'imolese Longeva è andato a gonfie vele. Le ragazze gialloblu si sono ben comportate, nella serie A femminile, terminando al terzo posto dietro alla Fiorentina e al Brescia. "E' stato un campionato avvincente e pieno di ritmo. Noi ci siamo dati da fare per battere il predominio viola ma i punti di differenza non sono stati pochi. Colgo l'occasione per ringraziare queste fantastiche ragazze augurando loro nuovi importanti risultati sportivi".

Da dimenticare l'ultimo campionato di Eccellenza dei biancorossi. Dopo 30 incontri l'Oppeano ha chiuso al terzultimo posto con soli 19 punti che gli hanno precluso i play-off condannandolo direttamente. Solo 4 vittorie e 7 pareggi raccolti a fronte di un numero impressionante di sconfitte, ben 19. Un rullino di marcia poco invidiabile che non gli ha garantito la permanenza in Eccellenza. Forse ha pesato il prematuro abbandono di mister Simone Boron, ora in attesa di nuove proposte, che per motivi familiari non ha potuto fare la sua parte ed ha rassegnato le dimissioni dopo poche gare.

Ma in casa Oppeano, fatto il dovuto bilancio della stagione, ora si guarda al futuro con tantissimi nuovi stimoli. C'è da rifondare totalmente la squadra sotto le direttive di mister Ghirardello, il quale ha tutte le carte in regole per poter far bene. Stefano vanta un passato importante da calciatore nelle serie professionistiche dove è stato un buon calciatore, era una punta veloce e ficcante. Tante le maglie indossate tra serie A, serie B e serie C. Hellas Verona, Leffe, Massese, Spezia, Venezia, Chievo, Cremonese, Savoia, Cittadella, Siena, Como, Genoa, Avellino e Sudtirol sono le sue ex squadre e nella stagione 2002-2003 ha trionfatoo in serie B con la maglia bianconera dei toscani del Siena.

Nato il 15 gennaio del 1973 a Thiene, Ghirardello si è formato da allenatore nell'Hellas Verona, dove, negli ultimi anni, prima di approdare al calcio femminile, ha guidato i giovani gialloblu allievi, giovanissimi regionali ed esordienti. Ghiradello ora sta seguendo il mercato dell'Oppeano. Avrà in mano una squadra giovane e vogliosa di aprire un nuovo ciclo calcistico in quel di Oppeano. "Ho trovato ad Oppeano un ambiente dirigenziale coeso e carico, che ha di nuovo la voglia di proporsi ai vertici scalando posizioni. Ora ci aspetta la Promozione, un banco di prova per i ragazzi non facile. Daremo più del massimo e alla fine il campo ci darà se abbiamo fatto bene. Grinta, coerenza, generosità e rispetto per l'avversario saranno il nostro credo. Poi il gruppo ed un forte spogliatoio potranno fare la differenza. Tutti insieme possiamo cambiare pagina e toglierci delle soddisfazioni".

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(2169)