ULTIMA - 19/1/19 - SGREVA (BORGOPRIMOMAGGIO): "ORA NON POSSIAMO PIU' SBAGLIARE"

Il Borgoprimomaggio di mister Tiziano Salvagno domenica scorsa Ŕ tornato a vincere (1 a 0 a San Massimo con gol di Nicolas Torni) dopo che nelle ultime 8 partite, dopo gli ultimi due 2 pareggi a reti inviolate, aveva incassato 6 sconfitte consecutive precipitando in classifica dal 1░ al 10░ posto. Il direttore generale Enrico Sgreva, che domani
...[leggi]

ULTIM'ORA

17/6/17
LA GABETTI VALEGGIO PREMIATA A ROMA DA CARLO TAVECCHIO

Una giornata da incorniciare quella che ha vissuto il presidente della Gabetti Valeggio Giovanni Pasotto. Ha ricevuto direttamente dalle mani del presidente della FIGC Carlo Tavecchio la prestigiosa targa per ricordare i 100 anni di vita della societÓ rossoblu. Una selva di emozioni che Giovanni non dimenticherÓ facilmente. Fare una bella foto ricordo con il "golden boy" del calcio italiano di una volta Gianni Rivera, ora ex politico ed ex sottosegretario della difesa, non capita spesso. Grandissimo centrocampista rossonero e della Nazionale che viaggia ancora nell'orbita della FIGC e che da calciatore vanta una lunga militanza nel Milan di Nereo Rocco, cominciata nel 1962 e finita nel 1979. NonchŔ il titolo di vice campione del mondo del 1970 e oro ai campionati europei, con la maglia della nazionale che ama tanto.

Era il lontano 1916 quando il prete di Valeggio, don Pietro Simonati fondo una piccola societÓ calcistica che faceva divertire su un campo polveroso e con pochi ciuffi di erba una banda di pimpanti giovani. Da allora i valori non sono stati mai modificati, generositÓ, grinta sano divertimento e spirito di gruppo unito dal profondi rispetto per i compagni di squadra hanno cavalcato il centenario quasi senza sentirlo. Rispettosi di indossare una maglia che nei vari campionati ha vissuto fasi alterne, ma che ha dimostrato l'importanza di correre verso un obiettivo senza mai perdersi. La stagione passata Ŕ stata in fretta dimenticata. Nonostante i cambi in panchina nel campionato di Prima categoria, i rossoblu non sono mai riusciti ad entrare in sintonia con il torneo non riuscendo ad abbandonare mai l'ultimo posto in classifica, quindi hanno dovuto salutare la Prima categoria.

Ma in casa del Valeggio non si molla mai e si va avanti imperterriti, senza paura. Reduce dall'ultima stagione a Bure Corrubbio mister Giandonato Di Marzo, che giÓ era stato da queste parti, non poteva dire di no alla chiamata del presidente Pasotto. "Conosco bene l'aria che si respira alla Gabetti - dice il nuovo mister rossoblu -. Ci dobbiamo rimboccare le maniche tutti per cercare di ricostruire un ambiente che Ŕ demoralizzato dall'ultima cocente retrocessione in Seconda categoria. Un gruppo nuovo e tantissimi stimoli potranno fare ancora una volta la differenza. Non lanciamo proclami, vogliamo solo fare molto bene, tutto qua".

Siamo sicuri che il presidente Pasotto Ŕ dello stesso avviso. Come si dice "quando finisce il brutto tempo poi splende di nuovo il sole". La Gabetti Ŕ giÓ pronta a disegnare un nuovo sgargiante quadro dalle tinte luminose e splendenti. Gettando nel ripostiglio dei brutti ricordi quello cupo dell'ultima deludente stagione. Con il binomio Pasotto-Di Marzo ci si pu˛ subito riscattare...

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1460)