ULTIMA - 25/5/19 - IL BASSANO 1903 BATTE IL MONTORIO ED E' CAMPIONE REGIONALE

E' stata una bella partita, quella giocata ieri sera a Montecchio Maggiore, fra il Bassano e il Montorio, calcio valida per il titolo Regionale di Prima categoria. I giallorossi di mister Francesco Maino partono subito forte e passano in vantaggio dopo soli 5 minuti con Cosma, che, su invito di Garbuio, mette in rete con un tiro da sotto
...[leggi]

ULTIM'ORA

20/6/17
3^ SERATA “CONCA CUP”: ESPLODE BOMBER MANTOVANI

La 3^ serata del 2° “Conca Cup” ha visto ieri sera al “Roberto Bortolotto” di Concamarise l’esplosione di Massimo Mantovani, autore di una tripletta nel pirotecnico 9 a 3 con cui il Freddo Arredamenti ha battuto il Bar Mirage. Un bomber di cui si è sempre parlato poco proprio per la sua grande umiltà. Classe 1987, qualche settimana fa Mantovani ha firmato per il suo 8° anno consecutivo nell’A.C. Isola Rizza del nuovo presidente Franco Brunelli, subentrato dopo quasi un ventennio al mobiliere Giorgio Mantovani al vertice degli isolarizzani. Operaio installatore d’ossigeno, “El Manto” ha iniziato proprio nel club del suo paese, l’A.C. Oppeano, per passare all’Isola Rizza, non prima però di aver portato i “bianco-rossi del Piganzo” oppeanesi in Prima categoria. Fedele ai colori biancazzurri isolarizzani, idem, nella vita di tutti i giorni anche alla fidanzata Giorgia.
 
Quest’anno, tornerà a fare coppia con lui il “compagno di merenda” Luca Andriani, classe 1990, ex mancato enfant prodige dell’Empoli e neo vincitore del girone B di Prima categoria con la maglia dell'Albaronco: “E’ stato Luca qualche anno fa a pennellarmi assist vincenti per i miei 15 e più gol, sicuramente l’annata più prolofica della mia carriera. Che vorrei concludere nel migliore dei modi accompagnando l’Isola Rizza in Promozione”.

Bomber dicevamo molto umile Mantovani che ieri notte a siglato 3 reti, tutte differenti: su respinta del portiere avversario, al volo e conclusione incrociata di sinistro. Più un assist per il gol di un compagno di squadra. Autore anche di gol stilisticamente belli, Mantovani: “Ricordo un bolide da lontano in quel di Cologna Veneta, un tiro appena fuori dal cerchio di centrocampo, di destro e con palla che si è smorzata sotto la traversa. Un gol in rovesciata in casa della Venera, poi, una doppietta contro il Chiampo, l’anno in cui i vicentini persero il treno della Promozione battuti dal Grezzana”.

Il più forte portiere del 2° “Conca Cup” si è rivelato Amedeo Bologna, l’estremo difensore del Bevilacqua, il quale lascerà l’Italia per un anno e mezzo per approfondire meglio la conoscenza della lingua da lui tanto amata, il giapponese. Serata in cui il presente si incrocia col passato: è la volta di Matteo Faben, classe 1979, difensore-libero e centrocampista incontrista di Cerea e del Bevilacqua degli anni della “rampicata” dalla 2^ alla Promozione. Matteo ha giocato spiccioli di gara e nel dopo partita ha riacceso la radio da quando aveva dovuto spegnerala per avviare una ditta - la Tecno 3FP - che dà lavoro a 25 dipendenti e che tratta la lavorazione delle lamiere: “Erano 8 anni che non tiravo fuori dall’armadietto la sacca sportiva e all’improvviso ho deciso di rituffarmi a giocare, così come, dalla mattina alla sera, ho deciso di staccare la spina dal fubal per poter seguire l’azienda”.

“Ero una promessa ceretana dell’allora presidente Francesco Delogu, un grande presidente, e se non ho fatto strada nel calcio è stato solo per colpa mia: a 16 anni mi volevano due club del basso veronese di serie D, il Cologna e il Legnago. Io su quel treno che passava per la pensilina sportiva della mia vita non mi sono fatto trovare, però, per un motivo o per un altro”. Decisiva è stata per Matteo Faben la conoscenza di Matteo Coraini: “Ci siamo conosciuti prima nella sua ditta a Boschi Sant’Anna e poi è nato il mio matrimonio calcistico con quel Bevilacqua che dava la scalata dalla 2^ alla Promozione. Da Matteo ho imparato molto; prima di consegnarmi alla "Cremonese della Bassa”, al Bevilacqua, ho fatto un anno in 1^ categoria alla Gazzella di Baruchella di Giacciano di Rovigo. Un anno che non ripeterei mai più. Subito nel Bevilacqua 12 gol da centrocampista, poi, il balzo in Promozione dopo aver battuto ai play off il Casteldazzano. Allora nei dilettanti c’erano giocatori che oggi militerebbero tranquillamente in serie D. Parlo di Grigolo, dello stesso Coraini, di Beppino Fazion, del devastante Gian Matteo Malagnini. Oggi non c’è più rispetto da parte dei giovani verso i più vecchi, non esistono più le bandiere né i grandi talenti. C’era più rispetto, più riconoscenza verso tutto e verso tutti: verso i più grandi e verso i dirigenti. Allora si viveva davvero di calcio, lavoro, famiglia e parrocchia. E, poi, ogni paese, anzi, ogni frazione aveva la sua propria squadra”. Felicemente sposato, padre di due figli, Matteo Faben tifa Hellas Verona: “Chissà che un giorno mi venga voglia di prendere in mano una società, non si sa mai!”

Questi i risultati e i tabellini dei giocatori di ieri sera:

FREDDO ARREDAMENTI - BAR MIRAGE = 9 - 3
FREDDO ARREDAMENTI: Greguoldo, Mattia De Togni, Pomini, Manara, Matteo Violaro, Massimo Mantovani, Garonzi, Andriani, Guie Momini, Lunardi, Agnolin e Thoams Pasti.
BAR MIRAGE: Marconzini, Luca Lorenzetti, Matteo Lorenzetti, Chiavegato, Fiorini, Moio, Comunian, Sganzerla, Zanetti, Donadoni, Cortese.
MARCATORI: per il Bar Mirage: Doppietta di Luca Lorenzetti, poi, Comunian. Per il Freddo Arredamenti: tripletta di Massimo Mantovani, Manara, Garonzi, doppietta di Pasti, Andriani e Guie Momini.
 
TECNO 3FP - REAL MARUEGOS = 2 - 4
REAL MARUEGOS: Afyf, Bellakhdim, Rebbas, El Ouakili, El Badaoui, El Joudi, El Qorichy, Afyf, Said, El Haddaoui, Belacim.
TECNO 3FP: Patuzzo, Melato, Faben Matteo, Bedoni, Bonfante, Mantovani, Baruffi, Bologna, Cucchetto, Eddi De Carli.
MARCATORI: Rebbas, El Quakili, El Badaoui e Said per il Real Maruegos; Baruffi e Cucchetto per la Tecno 3FP.
 
Classifica Marcatori del torneo:
3 reti: Amine Solimane, Stefano Coraini, Manuel Rossi, Massimo Mantovani, Lorenzo Baruffi.
2 reti: Arqiqi Ayoub, Mattia Fraccaroli, El Haddaoui Mounir, Luca Lorenzetti, Thomas Pasti, Hamza El Badaoui.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(2000)