ULTIMA - 26/5/19 - PLAY OUT SERIE C: LA VIRTUS VERONA SI GIOCA LA SALVEZZA A RIMINI

Questa volta sarà davvero la partita che vale una stagione. Oggi pomeriggio con fischio d'inizio alle ore 15.00, allo stadio Romeo Neri (diretta Tv su Sportitalia) Rimini e Virtus Verona si contenderanno l'unico posto disponibile per disputare il campionato di serie C anche il prossimo anno. Si parte dall'1 a 0 dell'andata a favore della
...[leggi]

ULTIM'ORA

25/6/17
BENEMERENZE DELLA FIGC: PREMIATI ANCHE 3 VERONESI

RENATO GELIO  E EUGENIO BISSOLI  BENEMERITI  DELLA FIGC. A LUCA MANTOVANI IL PREMIO DELLA STAMPA.

Festa delle premiazioni, consegna di benemerenze regionali e premio stampa. Nell'annuale chiamata da parte della Figc regionale per le società vincitrici dei relativi campionati, spazio anche per la consegna delle benemerenze riservate a dirigenti che negli anni si sono distinti per il loro prestigioso cammino nel calcio giovanile e dilettante. E uno spazio a coloro che professionalmente seguono le vicende del calcio dilettante tramite la stampa,TV e radio.

Quest'anno la Figc di Verona ha segnalato due personaggi ricchi di personalità e con alle spalle tappe e percorsi sportivi di qualità. Due splendidi settantenni, un'età dove la saggezza e l'esperienza viaggiano insieme per indirizzare verso il futuro i giovani allievi. Si tratta di Renato Gelio ed Eugenio Bissoli. Il premio stampa, riservato a coloro che sono impegnati quotidianamente nell'informazione sportiva, è andato a Luca Mantovani, responsabile della pagina sportiva del giornale l'Arena di Verona.

Alla Virtus il premio disciplina per Giovanissimi regionali. Premio disciplina anche alla Società del Calcio Caldiero, obbiettivo raggiunto dalla Prima squadra che ha disputato il campionato di Eccellenza ottenendo un buon 3° posto finale. La squadra termale del presidente Filippo Berti ha ricevuto lo stesso premio che è stato ritirato dalla squadra Allievi "B" durante le premiazioni fatte a Verona presso il palazzo Gran Guardia lo scorso 9 giugno.

Renato Gelio. Giusto riconoscimento calcistico per lui, da sempre animato dalla sua enorme passione per il gioco del calcio, da tanta onesta morale e da una profonda correttezza verso se stesso e gli altri. Questa benemerenza Figc casualmente cade nella stagione in cui festeggia i suoi 70 anni di cui 50 passati nel mondo del calcio. Un traguardo invidiabile e da ammirare. Per Renato poca gloria nel calcio giocato, lui confessa di non essere stato sufficiente bravo. A vent'anni si dedica così ad allenare i ragazzini di Povegliano, il paese in cui è nato e vive.Questo ruolo lo appassiona così a 25 anni ha già il suo bel patentino in tasca. Poco più che trentenne tenta l'avventura nei dilettanti e con essi arrivano tanti prestigiosi risultati e traguardi sportivi. Inizia con Sivam Bagnolo, segue Pollo Miglioranza, società che dopo un "boom" spariscono. Ci sono nel suo passato anche Villafranca, Bardolino e San Giovanni Lupatoto, poi chiude il suo girovagare con Povegliano e Villafranca. A 50 anni smette di allenare e ritorna ad occuparsi dei giovani, non più in campo ma in sede, dove lo troviamo responsabile dei settori giovanili, per cinque stagioni a Villafranca, per quattro a Castelnuovo, per due con l'Hellas Verona e gli ultimi cinque anni nuovamente a Villafranca. Gelio, uomo semplice e saggio, non si esalta o non si deprime mai in eccesso, è ancora una valida figura del nostro calcio che ha bisogno di gente come lui, della sua serietà ed equilibrio.

Eugenio Bissoli. Più che una passione per il calcio giovanile, la sua è una missione, un profondo atto d'amore per la Polisportiva La Vetta di Domegliara, la sua società da oltre 35 anni. Un bel tragitto di storia calcistica intrisa di un sudore generoso, venuto dal desidero di aiutare quei ragazzi a giocare a calcio nel campetto parrocchiale che prima di ogni gara bisognava segnare perché quotidianamente super calpestato. Il suo inizio è più da padre che da tecnico, spiega tattiche e rispetto, mostra come si fa uno stop al pallone, esige che i suoi ragazzi a fine gara diano la mano agli avversari. La società si allarga e ha necessità di un segretario, così Eugenio trova il tempo anche per questo nuovo incarico che si tiene ben stretto per dieci anni. Intanto, però, si fa affiancare da un giovane collaboratore. Allenatore, poi segretario e anche vice presidente, la scalata che porta meritatamente sul trono del comando. Ma non è finita qui, da alcuni anni è presidente onorario della sua società, con essa ha condiviso un bel pezzo di storia. Un carica di qualità, da pantofole e non più da scarpe bullonate che Eugenio non ha mai buttato via. Se le tiene nel borsone, con la tuta e la sua grande saggezza. Perché capita spesso che il mister dei Pulcini è impegnato all'università ed ha problemi d'orario. La soluzione rapida e sicura a questi imprevisti ha un solo nome: Eugenio. Lui, senza troppi inviti e ripensamenti, con due passi è già in campo nuovamente tra i suoi ragazzi. Una vita spesa con i giovani e sempre per i giovani.

Reanto e Eugenio: settantenni in campo e in cattedra. Non chiamiamoli anziani, non più giovani suona meglio. Ma a questa età non si è vecchi se sei  tra i giovani e sai ancora regalare momenti di felicità con il calcio. E sono stati fortunati coloro che hanno trovato sulla loro strada, veri maestri di sport e di vita, come lo sono loro due, che li hanno accompagnati con tatto, intelligenza per un pezzo della loro vita. Personaggi così stanno lentamente lasciando spazio alle nuove generazioni di tecnici super patentati ma ancora acerbi nel dialogare con i loro Allievi. Merito di questi saggi insegnanti che ancora tanti ragazzi amano il calcio e non lo praticarlo solamente perché spinti da genitori ambiziosi e carrieristi. Renato e Eugenio, sono personaggi che ancora vivono di calcio, perché è un treno fantastico sul quale viaggiano tra sentimenti e passioni. Sono dei signori che ancora trovano lo stimolo, la forza e la lucidità di insegnare non solo la tecnica calcistica ma anche il rispetto, l'educazione e il sano confronto.

Renzo Cappelletti per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1753)