ULTIMA - 18/5/19 - FINALI PER IL TITOLO REGIONALE. DOMANI 3 VERONESI IN CAMPO

Domani, domenica 19 maggio si giocheranno anche le semifinali per il titolo regionale del Campionato di 1^ Categoria 2018-19. In gara secca ad eliminazione diretta il Calcio Marcon affonterà il Bassano 1903 mentre lo Scardovari ospiterà il Montorio al campo di Scardovari di Porto Tolle (Ro) in viale Repubblica. Il Montorio di mister Marco Burato nei quarti
...[leggi]

ULTIM'ORA

28/6/17
ZOCCA (SPORTING BADIA CALAVENA): "UNA PROMOZIONE INASPETTATA!"

L'avevamo sentito a fine marzo, subito dopo la vittoria nel recupero della 15^ giornata del girone A vicentino, vinto 3 a 1 contro l'Altavalle Del Chiampo, il presidente dello Sporting Badia Calavena, Igor Zocca, il quale ci aveva detto "Con questi tre punti ci siamo portati a -2 dalla zona play-off e a -4 dal secondo posto, quindi ci crediamo ancora". Un finale di campionato entusiasmante con le "aquile biancazzurre" in grado di vincere le ultime 4 partite, dopo tre pareggi consecutivi, contro il fanalino di coda Bissarese in trasferta 2 a 3, poi, dopo il riposo, contro la capolista Giovane Santo Stefano (6 a 1), che aveva già vinto il campionato, e infine contro l'Altair in trasferta (1-2) che li aveva buttati fuori dalla Coppa Vicenza in semifinale per poi aggiudicarsela.

"E' stata una grande impresa, giunta dopo un inizio davvero difficile, dove non eravamo capaci di trovare la quadratura della squadra - spiega il presidente Igor Zocca -. A gennaio, con l'arrivo dell'esperto difensore ex Tregnago Marco Cisamolo la musica è cambiata, lui e Alessio Petangelo hanno formato una coppia difensiva invalicabile, poi c'è stata l'esplosione del nostro bomber Daniel Rizzin, ragazzo classe 1993 figlio di Pino, fratello del presidente del Tregnago Gabriele Rizzin. Daniel fra Coppa, campionato e play-off ha segnato poco meno di 30 reti, non male davvero. Una vittoria che è stata per me una bella sorpresa".

"I ragazzi nel girone di ritorno sono stati davvero splendidi, ci siamo battuti alla pari con squadre davvero forti ed il nostro recupero è stato reso possibile proprio dal grande equilibrio che regnava la davanti con 5 squadre che hanno chiuso dal terzo posto in poi racchiuse in soli due punti. Mi è piaciuto molto l'Altair che, non a caso, ha vinto la Coppa Vicenza e quindi dovrebbe seguirci in Seconda categoria. Poi, naturalmente il Giovane Santo Stefano, che ha meritato la vittoria, ma anche il Bassan Team Motta, che alla prima di campionato ci aveva travolto 5 a 1. Mentre il Gazzolo 2014, che pareva destinato a vincere, è calato molto nel girone di ritorno, non so per quale motivo".

Quindi, in extremis, vi siete guadagnati un posto ai play-off...
"Si, nel 1° turno abbiamo espugnato il terreno del Gazzolo 2014 di mister Cristian Cannavò vincendo 2 a 0, grazie alle reti di Thomas Battisti e Daniel Rizzin. Nella finale play-off abbiamo ottenuto la splendida vittoria (0-1) allo stadio Comunale “Mauro Rispo” di Motta di Costabissara di Vicenza in casa del Bassan Team Motta del coach Giulio Fossato (che nel 1° turno aveva battuto 1 a 0 il Boca Junior), con bomber Daniel Rizzin ancora decisivo".

Poi, naturalmente, sono partiti i festeggiamenti promozione?
"Si, i ragazzi grazie alle multe si sono regalati un week-end al mare, a Bibbione, mentre giovedì scorso al campo di Badia Calavena abbiamo fatto un memorial in ricordo di Antonio Fabbro, ragazzino di soli 14 anni del nostro vivaio scomparso qualche anno fa per un incidente in motorino, seguito da una bella festa con tanto di stand montati ai bordi del campo dove, dopo aver mangiato e bevuto, abbiamo premiato tutti gli artefici di questa bellissima impresa".

Qual è stato il segreto di questa impresa?
"La compattezza della squadra nel girone di ritorno, con il mister, Luca Corradini, che è stato bravo a tenere unito lo spogliatoio nei momenti di difficoltà ed a trovare poi una grande coesione nei momenti decisivi, quando tutti i ragazzi erano sempre presenti agli allenamenti e sempre sul pezzo fino all'epilogo finale dei play-off, dove siamo stati spietati".

Cosa l'ha sorpresa di più quest'anno?
"Il gruppo, che è stato fantastico, dal primo all'ultimo componente della rosa. Se proprio devo fare dei nomi dico Daniel Rizzin, per la grande incisività sotto rete, poi, Marco Cisamolo, per la grande esperienza e sicurezza che ha portato alla squadra, importante anche l'apporto nel finale di stagione della punta classe '92 ex Illasi Filippo Minati, che ha contribuito alla nostra rimonta. Bene anche Matteo Dal Dosso, centrocampista classe 1992 e davvero sorprendente il compagno di reparto Michele Festini, ragazzo classe 1996 che, partito dalla panchina, quando si è preso il posto è diventato insostituibile, un motorino di centrocampo che non molla mai, davvero inesauribile. Senza dimenticare il nostro grande capitano, Moreno Busti, che da quattro anni si sobbarca una montagna di chilometri per venire ad allenarsi a Badia, visto che abita e lavora a Brescia. Mi aveva promesso che finchè non tornavamo in Seconda non avrebbe mollato, ora a quasi quarant'anni può finalmente smettere".

E adesso che squadra farete per la Seconda categoria?
"Il nostro diesse Fabio Cavaliere ha già avviato alcune trattative di mercato, stiamo cercando un portiere, forse tornerà da noi Davide Castagnini, quest'anno in forza alla Scaligera Lavagno, poi ci serve un buon centrocampista che possa sostituire il nostro jolly Federico Merzi, che ha deciso di smettere, alla pari di Moreno Busti. Per il resto cercheremo di confermare il 70% della rosa che ha ottenuto la promozione. Di certo attingeremo dalla fortissima Juniores del Tregnago, allenata da mio figlio Thomas, neo patentato, che ha ottenuto la promozione nei regionali dopo aver perso immeritatamente la finale allo stadio Bentegodi contro il Caselle. Sicuramente molti ragazzi non più in età da Juniores verranno a farsi le ossa a Badia. Ora aspettiamo solo il 1° luglio quando con le liste di trasferimento si potrà dare l'ufficialità ai nuovi acquisti".

La redazione di www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1984)