ULTIMA - 22/3/19 - COMPOSTI I GIRONI DEL 26° TORNEO “ELIO MONTRESOR”

Si è svolto allo Stadio “Avanzi” il sorteggio dell'attesissima 26esima edizione del Torneo “Elio Montresor” alla presenza dell’Assessore allo Sport del Comune di Verona Filippo Rando, del Presidente della 5^ Circoscrizione Raimondo Dilara, del Presidente della Commissione Sport Marco Padovani e del Consigliere regionale FIGC Mario Furlan. Il Torneo,
...[leggi]

ULTIM'ORA

29/6/17
MATTIA FACCI ALZA LE QUOTAZIONI DELL’AURORA CAVALPONICA

L’ESTROSO ATTACCANTE, DOPO DUE OTTIME ANNATE CON LA MAGLIA BIANCOBLU, HA SALUTATO LA BELFIORESE

Ci sono momenti nella vita di un calciatore dove si sente la voglia di cambiare squadra, dimostrando, ancora una volta, il proprio valore con una nuova società. Gli obiettivi possono anche cambiare, ma sudare per una nuova maglia ti regala sempre nuovi stimoli e nuove emozioni. Centrocampista offensivo dai piedi buonissimi e con ottime vedute calcistiche, dotato di lanci lunghi e millimetrici e con uno spiccato vizio del goal, Mattia Facci, classe 1987, è il nuovo potente acquisto dell'Aurora Cavalponica del presidente Stefano Bressan che sarà guidata nel prossimo campionato di Promozione dal nuovo tecnico Mario Colantoni, ex Alba Borgo Roma.

E’ felice e già pronto a vestire la sua nuova sgargiante divisa giallo-blu-amaranto, il simpatico Mattia Facci, che nella vita di tutti i giorni gestisce una rinomata palestra nel giardino Giusti in quel di Verona: “Ho trovato a Veronella un ambiente ambizioso con grandi velleità calcistiche. Stanno costruendo una buona squadra in grado di dire la sua nel prossimo campionato in Promozione. Posseggono il giusto grado di ambizione e una grande passione per portare avanti il loro validissimo progetto. A me piace vincere, come ai rodati dirigenti della Cavalponica. Sono bastate poche parole per intenderci da subito e trovare l’accordo. Ora non vedo l'ora di mettere a disposizione la mia esperienza ed il mio estro nel centrocampo dell'Aurora, bisognerà lavorare sodo tutti assieme per raggiungere l'obiettivo prefissato”.

Ne ha consumati di tacchetti, Mattia Facci, correndo molto e credendo sempre nelle proprie possibilità. Nella stagione passata ha concluso il suo meraviglioso biennio con la casacca della Belfiorese, dove, assieme ai suoi compagni, ha ottenuto il salto di categoria dalla Promozione all'Eccellenza nel primo anno, mentre nel secondo è arrivata una bella e tranquilla salvezza. Nei due anni passati a Belfiore, Mattia ha collezionato 59 presenze segnando 11 reti. “Sarò sempre grato alla Belfiorese, al suo staff dirigenziale e tecnico ed ai miei compagni che mi hanno sempre supportato. Assieme a tutti loro ho vissuto emozioni che mi porterò sempre nel cuore. A Belfiore si sta benissimo, è una società che mantiene sempre quello che promette e ti dà la possibilità di rendere al massimo delle tue possibilità. Ma, come mia abitudine, solitamente non rimango per più di due anni nella stessa compagine, quindi ho voluto cambiare squadra e così è stato”.

Si è sempre divertito Mattia giocando a calcio e, con la giusta moderazione, quando era possibile, ha sempre cercato di alzare l'asticella. Chi dimentica la splendida cavalcata con l'Oppeano di mister Simone Boron. Due anni favolosi conditi dalla promozione verso l'ambita Eccellenza. Ma anche il buon biennio al Villafranca ed i tre anni passati al Cadidavid passando dalla Prima categoria in Promozione contribuendo al salto segnando un buon numero di reti, tutte importanti e vitali. Mattia ha vestito in passato anche le maglie del Casteldazzano e del Sona Mazza. “Tutte gli allenatori che ho conosciuto – afferma Mattia - mi hanno insegnato qualcosa di importante. Ognuno con il suo credo e con le proprie caratteristiche. Grazie a loro sono cresciuto come atleta e come uomo. Poi, vivere in prima persona i salti di categoria, mettendo in pratica i loro metodi, ti regala sempre un'adrenalina immensa, sono imprese che non dimenticherai mai”.

Mattia è fidanzato con Martina da un anno e ha due sorelle più grandi. I genitori, Gabriele e Fernanda, hanno sempre tifato per lui, incitandolo e sorreggendolo anche nei momenti più bui. La sua mamma, Martina, tiene custoditi con gelosia e profondo orgoglio tutti gli articoli che parlano di lui. “I miei genitori hanno fatto tanti sacrifici per me e voglio loro un bene dell'anima. Con alle spalle una famiglia che ti vuole bene e ti segue, puoi giocare al calcio con tranquillità, impegnandoti a fondo per dare il massimo”.

Conosce già il nuovo tecnico dell’Aurora Cavalponica, Mario Colantoni, perchè è stato il suo coach in diversi tornei estivi. “Ho avuto sempre ottimi allenatori come Lucio Manganotti, Simone Boron, Flavio Carnovelli ed ora Mario Colantoni. Sono sicuro che non ci saranno problemi, abbiamo una buona intesa. Io sono venuto alla Cavalponica per vincere il campionato. Spero di aiutare questa società a salire nell'olimpo del calcio dilettantistico. Sarà dura ma a volte i sogni si possono avverare”.

Facci salutandoci ci dice: “Voglio fare un grosso in bocca al lupo alla mia ex squadra, la Belfiorese, so che sta allestendo una super squadra. Un augurio di ottime prestazioni ai miei amici Nicolò Piccoli e Francesco Caldana che vestiranno la maglia dell'Oppeano del nuovo mister Stefano Ghirardello”. Una cosa è certa, le capacità di Facci non si discutono e la sua nuova società, l'Aurora Cavalponica, lo sa benissimo. Insieme vogliono superare la salita tortuosa della Promozione, cercando di staccare, con poderose pedalate, tutti i quotati avversari ed alzare le mani al cielo sotto il traguardo finale.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(2970)