ULTIMA - 26/3/19 - PERDE LA VITA IN MOTO IL CAPITANO DEL MERLARA CANEVAROLO

Incidente mortale ad Ospedaletto Euganeo. Ieri sera alle ore 19 circa, Matteo Canevarolo, ragazzo di 44 anni di Saletto di Borgo Veneto era in sella alla sua Ducati Monster e stava rincasando dopo una giornata di lavoro (era un odontotecnico), quando si è improvvisamente schiantato contro la fiancata destra di un furgone che stava svoltando per entrare in un
...[leggi]

ULTIM'ORA

12/7/17
UN BUSSOLENGO "AUTARCHICO"

C'è aria di importanti cambiamenti in casa del Bussolengo, dopo anni di beata stabilità. Al termine di un campionato lungo e difficile, e raggiunta alla fine una sofferta salvezza, la società rossoverde guidata dal sempreverde Emiliano Montresor (presidente del Bussolengo Calcio da 22 stagioni) ha deciso di cambiare registro.

Renzo "el Nero" Bendazzoli, dopo decenni di onorato servizio come direttore sportivo, lascia le redini del suo incarico ad Andrea Ruina, che durante l'ultima decina d'anni è stato team manager del settore giovanile rossoverde. In quel ruolo Ruina si è fatto le ossa nella "stanza dei bottoni", e ora che è stato promosso a direttore sportivo della Prima squadra dovrà mettere in pratica con prudenza e attenzione quanto appreso, in un campionato di Prima Categoria sempre tosto. Renzo Bendazzoli non va assolutamente in pensione comunque, e rimarrà come collaboratore tecnico.

Altro cambio importante è quello dell'allenatore. Dopo molti anni, Franco Tommasi ha lasciato i rossoverdi per accasarsi al San Peretto in Seconda Categoria. Al suo posto è stato chiamato Franco Venturelli, che fino a oggi è stato l'allenatore della squadra giovanile del Bussolengo, composta di ragazzi tra i 16 e i 20 anni alcuni dei quali poi vengono lanciati in Prima squadra. Venturelli negli ultimi anni ha ottenuto ottimi risultati con la squadra da lui allenata. Due anni fa i suoi ragazzi hanno vinto il Campionato Juniores Regionale e sono stati promossi al Campionato Juniores Elite che raggruppa le migliori squadre giovanili del Veneto. Nell'ultimo paio d'anni, molti dei suoi Juniores sono già passati nella Prima squadra del Bussolengo e altri tra loro, c'è da star certi, li raggiungeranno. Quindi il nuovo mister troverà una squadra a lui non affatto sconosciuta, e questo era chiaramente il piano del presidente Montresor.

Come si vede, a Bussolengo stanno cominciando a tirare le fila di un lavoro durato anni, mirato a creare un ambiente calcistico "autarchico", dove i propri giocatori e anche i propri tecnici vengono cresciuti in casa. Nell'annata appena conclusa la Prima squadra ha piuttosto sofferto, ora si augura a Venturelli che possa fare un buon lavoro come ha già fatto con la squadra giovanile, anche se le avversarie della Prima Categoria saranno tutt'altro osso. La stagione 2017-18 sarà comunque la settima consecutiva per il Bussolengo in questa categoria, e sulla scia di questo percorso da record (per i rossoverdi) c'è da rimanere fiduciosi e ottimisti.

Marco Mazzi per www.pianeta-calcio.it









Visualizzato(1851)