ULTIMA - 15/1/19 - LA VIRTUS VERONA INGAGGIA LA PUNTA ANGELO RAFFAELE NOLÉ

Prosegue la campagna di rafforzamento della Virtus Verona. Nella giornata di ieri è stato perfezionato l'ingaggio dell'attaccante Angelo Raffaele Nolé, classe 1984 nei giorni scorsi svincolato dalla Pro Piacenza. Nolé, che ieri ha sostenuto il primo allenamento agli ordini di mister Gigi Fresco, vestirà la casacca rossoblu numero 31 e sarà
...[leggi]

ULTIM'ORA

14/7/17
L’ASD CORIANO VUOL SUPERARE L’ASTICELLA DEI 41 PUNTI

Secondo campionato consecutivo per l’ASD Coriano del neo-presidente Clemente Visentin. Se nella passata stagione i “granata mulinari” avevano trovato come molla l’entusiasmo della prima volta in categoria e la voglia di giocare per onorare la figura del presidentissimo Arnaldo Bottacini – scomparso a marzo 2017 -, quest’anno, per dirla alla maniera del suo presidente non più pro tempore, ma acclamato dal parlamentino corianese, Clemente “Mimum” Visentin – inizia il vero anno zero per il club della frazione di Albaredo d’Adige. “Sono qui da 12 anni” esordisce nella serata della presentazione di ieri notte presso gli impianti sportivi “Arnaldo Bottacini” Clemente Visentin “ anche se 2 anni li ho vissuti fuori da questo impianto sportivo e voglio portare avanti la cultura e la filosofia calcistica dell’ex presidente Arnaldo Bottacini, figura che ha lasciato un profondo segno e che tutti qui amiamo, sperando di essere all’altezza di un compito che si presenta non facile”. 

“Partiamo” ha aggiunto Visentin “da una sorta di anno-zero, felici di aver come mister – al posto di quel Manuel Cuccu con cui abbiamo condiviso grandi emozioni – Andrea Turozzi; persona che avevo avuto, in veste di vice-presidente, all’Albaredo calcio. Ringrazio tutti i giocatori che hanno accettato di restare e quelli che per un motivo o per un altro hanno pensato di cambiare scuderia. Se ho deciso di continuare a fare il presidente e il successore di Arnaldo Bottacini un motivo c’è ed è quello di raggiungere la Prima categoria!” Per il diesse Corrado Sarti è stata un’estate di fuoco, non solo per l’afa, ma per poter mettere insieme un gruppo all’altezza di un nuovo campionato di Seconda categoria: “Sono molto fiducioso nei nuovi giocatori, l’obiettivo è quello di migliorare il 7° posto e i 41 punti della passata stagione”.

Ha poi preso la parola mister Andrea Turozzi da Belfiore, il “sergente dei marines”, che di battaglie ne ha combattute davvero tante: “Sono abituato” ha detto “a lavorare con gruppi che annoverano tanti giocatori da assemblare. Sono oramai una 30na d’anni che alleno e mai sono stato un anno fermo. Sono stato chiamato a lavorare a distanza di anni in stessi club che, se mi hanno richiamato, significa che avevo lavorato bene. Sono uno” dice Turozzi rivolgendosi ai suoi giocatori “che ama lavorare molto sul lato tattico e sui moduli, e per me prima viene la persona, poi, il giocatore. Il gruppo, poi, fa il 50-60% del valore di una squadra. Esigo rispetto verso la dirigenza e il sottoscritto, come io lo porterò nei vostri confronti. In campo sono molto coinvolto ed urlo tanto; ma, non ho mai avuto battibecchi con i miei giocatori”.

Leonardo Sarti, il diggì, lo rimbecca, lì vicino con quel suo “Bè, la Coppa Disciplina non la vinciamo mica, mister!” Ed ancora “Leo” Sarti, il quale ha fatto da secondo di Turozzi per 5 stagioni all’Albaro: “Per me, prima di tutto viene l’attaccamento alla maglia, il massimo impegno che i giocatori devono dare anche in ossequio a quello che la dirigenza si dà da fare perché tutto giri per il verso giusto. La grinta e la buona cattiveria calcistica non devono mai venir meno”.

Enrico Rudatis, preparatore dei portieri al 3° anno consecutivo nell’ASD Coriano, conosce bene mister Turozzi per aver collaborato con lui ai tempi del Montorio: “Dell'esperienza a Montorio conservo dei bei ricordi di mister Andrea Turozzi”. Allenatore in seconda, e figura emblematica oramai dei “granata mulinari” – alla pari di Nicola Soave, detto “El Fue” – è Nicola De Mori: “Sono stato anch’io un giocatore allenato da mister Turozzi. Chiedo a voi presenti, nuovi e riconfermati, di onorare questa maglia e la figura del presidentissimo Arnaldo Bottacini”.

Infine, prima di una bicchierata sincera e di una cena molto frugale, a base di panini imbottiti, di porchetta affettata e di giardiniera – l’ASD Coriano, e come dargli torto?, non ama gli alti profili -, è stato chiamato a parlare il capitano, “Compasso” Nicola Isolan: “Serve il rispetto reciproco da parte di tutti e qui a Coriano ognuno di noi deve dare il meglio di se stesso. Guai ad abbassare l’asticella dell’entusiasmo, vera molla, vero detonatore, che dovrebbe accompagnare non solo nel calcio, ma anche nella vita, ogni singola persona”.

QUESTA LA “ROSA” 2017-’18 DELL’A.S.D. CORIANO:
PORTIERI: Michele Ferrari (dal GSP Vigo) e Luca Pavanato.
DIFENSORI: Massimiliano Gemetto, Andrea Morin, Marco Bertoldo, Simone Tabarin, Alberto Perbellini, Guido Fochesato, Daniele Mantoan, il peruviano Daniel Fernandez (ex Bo.Ca Junior), Federico Barana.
CENTROCAMPISTI: Enrico Santolin, Francesco Tobaldo, Andrea Zolie, Nicola Isolan, Daniele Tabarin, David Fernandez (ex Roncà), Manuel Lunardi, Emanuele Parolotti (ex Isola Rizza).
ATTACCANTI: Alberto Pavanato, Ivan Sinigaglia (’96, dall'Aurora Cavalponica), Kevin Mizzon (dall'Aurora Cavalponica) e Stephen Zorzella (1986, ex A.C.D. Roverchiara), Christopher Scavazza (’97, dall'Aurora Cavalponica).
   
Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1759)