ULTIMA - 20/5/19 - ANDATA PLAY-OUT DI SERIE C: LA VIRTUS VERONA BATTE IL RIMINI (1-0)

Buona la prima per la Virtus Verona di mister Gigi Fresco oggi al "Gavagnin-Nocini" contro i biancorossi del Rimini di mister Petrone. I rossoblu si sono imposti 1 a 0 ed ora sono i veronesi a contare sul doppio risultato nel match di ritorno a Rimini dove potranno vincere o pareggiare per rimanere in serie C anche nella prossima stagione.
...[leggi]

ULTIM'ORA

29/7/17
IL NUMERO UNO BOSONI SALUTA L'OLIMPICA DOSSOBUONO

E' stato molto bene all'Olimpica Dossobuono il portierone classe 1988 Andrea Bosoni, ma ora è venuto il momento, per una sua scelta di vita, di ritornare nel mantovano, nella sua Roverbella, per dare una mano alla squadra locale che milita in Seconda categoria. Due stagioni, le ultime per Andrea, maturate in una piccola famiglia calcistica dove tutto era messo al suo posto. Peccato che nell'ultima stagione, appena andata in archivio, l'Olimpica Dossobuono abbia dovuto salutare la Promozione dopo aver perso per 4 a 3 nel ritorno dei play out in casa dell'agguerrita e temeraria Montebaldina Consolini di mister Simone Cristofaletti che ora è passato al guida del Valpolicella.

Senza peli sulla lingua l'ex numero uno giallorosso afferma: "Credo proprio che le cose non siano andate come la dirigenza si aspettava. Ci sono state troppe variabili che hanno pesato sull'andamento della squadra. Non abbiamo praticato un rendimento costante e quando si inizia in salita è molto difficile rimettere in sesto la baracca. Poi, nell'ultima gara, ci è stato dato sul 3 a 3, un rigore in zona Cesarini che io giudico almeno dubbio. La Montebaldina con freddezza è riuscito a trasformarlo portandosi a a casa la permanenza in categoria. Ma ora è inutile tornarci sopra, bisogna guardare al futuro con positività cercando subito il riscatto".

Anche il padre Giuseppe, che è sempre venuto a vederlo l'anno scorso tifando i colori giallorossi dell'Olimpica, aveva notato un gioco secondo lui sottotono e poco divertente. "E' vero, non siamo mai riusciti a produrre pianamente quello che avevamo dentro. In campo, sembravamo svuotati e giocavamo spesso con lanci lunghi e prevedibili. La difesa a volte traballava ed era difficile chiudere tutti i varchi. Ogni stagione va da se, non sai mai e non puoi prevedere come andrà a finire".

Fa un lavoro duro Bosoni, il saldatore, ma la passione per il pallone, nel suo cuore, non è mai tramontata. "Non mi fa paura scendere di due categorie, il Roverbella vuole correre per ottenere una salvezza senza troppe difficoltà nel prossimo campionato di Seconda categoria. Mi sono messo d'accordo con il presidente e di sicuro resterò con loro fino alla fine di Dicembre, poi si vedrà. Francamente spero di tornare a giocare in categorie superiori come l'Eccellenza o la Promozione. Mi sono costruito un bel bagaglio di esperienza da porgere al servizio della squadra. A malincuore sono andato via dall'Olimpica, ma il lavoro e la mia famiglia viene prima di tutto".

Andrea chiude dicendo: "Ho notato attraverso la vostra testata che il Dossobuono è molto cambiato. Ha operato una bella rivoluzione nella rosa dei giocatori ingaggiando ragazzi di qualità. Vogliono essere protagonisti nel prossimo campionato di Prima categoria. La dirigenza è ottima, ma si sa che in campo ci vanno i giocatori. Sono solo loro che possono ribaltare in fretta la situazione. Auguro al Dossobuono una stagione esaltante, questa società se lo merita.Tutti, giocatori, tecnici e dirigenti, dovranno remare dalla stessa parte con criterio e spregiudicatezza, forza Dossobuono sono sempre con te!"

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1793)