ULTIMA - 22/3/19 - CONTRO REPLICA DEL PRESIDENTE PERBELLINI (S.GIOVANNI LUPATOTO)

Non tarda ad arrivare alla nostra redazione la risposta a mister Marco Pedron da parte del presidente del San Giovanni Lupatoto Daniele Perbellini: "Vorrei chiarire che non mi sono mai permesso di mancare di rispetto al Sig. Pedron Marco ne tantomeno al suo assistente Sig. Peroli Omar. Ho detto sì che è un allenatore opinabile ma perché penso che la
...[leggi]

ULTIM'ORA

8/8/17
ANNO ZERO PER IL VILLABARTOLOMEA DEL PRESIDENTE BEOZZO

Il calcio a Villabartolomea è riuscito ad evitare quel baratro della Terza categoria in cui era piombato al termine di una stagione tribolata e dai toni altalenanti oltre che contradditori. Al vertice dei bianco e neri dell’estrema Bassa veronese c’è ora il giovane imprenditore Andrea Beozzo, “promosso” da vice-presidente al massimo scranno del Villa: “Il nostro è stato quasi un passaggio di testimone e di consegne fisiologico: chi mi ha preceduto, l’amico Gabriele Zanardo, ha deciso di staccare la spina dopo i suoi 7 anni molto logoranti. Questo, per dire che non si è registrato alcun terremoto né nei quadri dirigenziali né tantomeno nella “rosa” dell’anno scorso, la quale ha subito pochi ritocchi, essendo stata riconfermata per il suo 75% degli effettivi”.

Nuovo mister – al posto di Giovanni Ziviani – è Mauro Danielli, conosciuto più per mister di giovanili che per esperienze di Prime squadre: “Dagli Amatori Vangadizza” spiega Beozzo “arrivano il portiere Marinaro e l’ala o seconda punta Matteo Minozzi”. L’obbiettivo del Villabatolomea per questa stagione? “Ci auguriamo di disputare un campionato all’insegna del raggiungimento della matematica salvezza non con l’acqua alla gola, e magari di candidarsi a squadra-sorpresa di quel girone “D” di Seconda categoria che si profila davvero combattutissimo”.

Una manna dal cielo essere riusciti a riconquistare a tavolino la perduta Seconda categoria da chi non se ne serviva più: quell’Asparetto Cerea Sud che si è unito in matrimonio con l’Atletico San Vito, conquistando in cambio la tanto agognata categoria superiore con la nuova società, l’Atletico Città di Cerea. “Per noi” ribatte convinto Andrea Beozzo, 29 anni, imprenditore nel ramo delle costruzioni stradali “essere riusciti a risalire la china in merito a quell’operazione con l’Asparetto Cerea Sud ha permesso di poter offrire – in sede di campagna-acquisti – una “rosa” accettabile, per non vedere allontanarsi i tanti giovani interessanti che abbiamo, e magari vederli migrare verso una Seconda di un altro club. Attirare calciatori in un raggio di 8 km, popolato da Vigo, Castagnaro e Porto di Legnago, non sarebbe stata di certo facile impresa”.

“Ricordo ancora l’esperienza traumatica di qualche anno fa, in cui eravamo scesi in Terza assieme al Castagnaro, ed abbiamo rischiato di sballare come società per le spese da sostenere per affrontare migliaia di chilometri. Meglio, di certo, la Seconda, attraverso la quale potremo rilanciare la nostra immagine e la nostra società di circa più di mezzo secolo di storia. Speriamo di non finire nel girone patavino-rodigino, dove ci attenderebbero dei costi insostenibili per trasferte e pranzi. Più ricco di derby e trasferte meno lunghe si prospetta il girone “D”, dove, sulla carta, sembra essere favorito il Concamarise. Ma, per esporsi con i pronostici, meglio attenere sempre le prime 5-6 gare di andata”.

Gabriele Zanardo, dunque, ha lasciato la stanza dei bottoni bianco-neri – anche se continuerà a collaborare con la società de “La Villa” dopo 7 anni  di massimo dirigente e 20 di calcio: “Sì, ho voluto staccare la spina, pensando di fermarmi e di passare il testimone al mio vice, Andrea Beozzo. La mia scelta è indipendente dalla retrocessione amaramente subita, rimarrò per dare una mano al Villabartolomea, magari a livello di tesseramenti. Non nascondo che un po’ di stanchezza si era impadronita di me. Non cambia niente sia a livello dirigenziale, né a livello di gruppo, riconfermato come ha detto Andrea per la sua quasi totalità”.      

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1757)