ULTIMA - 19/1/19 - SGREVA (BORGOPRIMOMAGGIO): "ORA NON POSSIAMO PIU' SBAGLIARE"

Il Borgoprimomaggio di mister Tiziano Salvagno domenica scorsa è tornato a vincere (1 a 0 a San Massimo con gol di Nicolas Torni) dopo che nelle ultime 8 partite, dopo gli ultimi due 2 pareggi a reti inviolate, aveva incassato 6 sconfitte consecutive precipitando in classifica dal 1° al 10° posto. Il direttore generale Enrico Sgreva, che domani
...[leggi]

ULTIM'ORA

2/9/17
CRISTIAN CARIGI DICE: "PESCANTINASETTIMO VAMOS!"

Ama un calcio da assaporare tutto di un fiato, con la massima intensità possibile, il centrocampista classe 1985 Cristian Carigi. E' al secondo anno consecutivo con la divisa del PescantinaSettimo, dove si trova benissimo, e non vede l'ora di giocare la sfida in programma questa domenica alle ore 15,30 (secondo turno del Trofeo Veneto di categoria) non sul terreno solito di via Monti Lessini ma sul campo sportivo di Settino di Pescantina (via Bernardi). Incontrerà la sua vecchia squadra, il Pastrengo del riconfermato mister Paolo Brentegani. Dice Cristian: "Sono molto contento di essere rimasto al PescantinaSettimo. Una società solida e umile con dirigenti giusti e con la voglia di stupire. Ognuno da il suo contributo che sia dirigente, allenatore o giocatore, alla ricerca di belle soddisfazioni".

Ha militato, il simpatico Cristian, nelle file del Pastrengo in Prima categoria, poi nella Montebaldina Consolini per un biennio in Promozione, San Martino Speme, tre anni in Promozione, Oppeano e Belfiorese un anno ciascuno e Lugagnano in Eccellenza per tre annate di successi. Ha nella testa idee molto chiare sul suo futuro ama e vuole rendere grande, il Pescantina. "Pescantina deve rialzare in fretta la testa alla ricerca di altri palcoscenici. E' il mio paese e lo sento mio. Mio papà Stefano, che è il nuovo d.s. del PescantinaSettimo, ha giocato qui in Interregionale e mio nonno Luigi ha curato al meglio il terreno di gioco per molti anni. Sono orgoglioso di giocare da queste parti. Provo sempre forti emozioni quando indosso la maglia del Pescantina".

In vista della prossima stagione non si sono fatti eccessivi proclami in fase di presentazione al campo di via Monti Lessini, si va avanti con raziocinio e forte umiltà. Lo conferma anche Cristian Carigi mentre guarda la moglie Giorgia e la piccolina Emma. Le sue due gioie della sua vita. "La prossima stagione sarà molto difficile e combattuta. Sono arrivati rinforzi di qualità, tutti ragazzi che di provata esperienza. Siamo un gruppo di amici e bravissime persone, abbiamo già costruito uno spogliatoio solido. Qui c'è gente con giusta mentalità vedi i vari Bonato, Paiola, Bonetti e Zampieri. La squadra è stata costruita bene. Vedo in corsa per la vittoria finale il Pastrengo, che è a mio parere la favorita, il Real Lugagnano, squadra molto quadrata, e la Juventina Valpantena, compagine robusta, poi, come sempre, verrà fuori la squadra sorpresa. Noi del PescantinaSettimo vogliamo essere sul pezzo sempre imbrigliando le mosse avversarie. C'è la metteremo tutta".

Ha girato molto Carigi dopo la trafila nel Chievo, entusiasmante l'esperienza in serie D alla Castellana, un biennio vitale dove si è tolto ottime soddisfazioni. Ricorda con affetto le sue squadre dove ha militato. La stagione a Lugagnano per lui è stata eccezionale dove non è riuscito, proprio all'ultima giornata, ad approdare in Interregionale dall'Eccellenza. Stima molto mister Gianni Canovo, già avuto ai tempi del Chievo. "Il nostro mister è molto serio ed esigente nella maniera giusta. Sa quali corde toccare per caricarci nella maniera giusta. Prepara molto bene le partite e studia in dettaglio le formazioni avversarie. Un grande plauso al suo vice Gianluca Bissoli (Bisso gol) che è stato un giocatore di Canovo. Una coppia formidabile e ben affiatata".

La società, a suo giudizio, può fare un notevole salto di qualità. "Pescantina è un paese grosso, c'è molta voglia di fare bene. Negli ultimi anni la società è cresciuta nella maniera giusta e con costanza. Sono arrivate persone competenti che contano molto sul settore giovanile con più di 250 bambini tesserati. Persone che hanno il Pescantina nel cuore, vedi, tra gli altri, mio padre Stefano che è ambizioso nella maniera giusta. Gli impianti sono da categoria superiore e la società mantiene sempre quello che promette".

Ricordiamo che il PescantinaSettimo inaugurerà il nuovo campionato il prossimo 10 settembre alle ore 15,30 sempre contro il Pastrengo. Una sfida davvero al cardiopalma visto la consistenza dei due sodalizi. Intanto il campo di via Monti Lessini si sta rifacendo il trucco con l'innesto di sabbia silicea da Po tramite il trattamento di carotura che permetterà la maggiore drenabilità del campo. Importanti anche le fasi di arieggiatura e di semina per un miglior green. Con questo intervento sarà poi allestito un nuovo campetto a sette per il settore giovanile dietro al campo principale. La società intende ringraziare la ditta RoseGarden nelle persone di Gian e Roberto.

Conclude Carigi, titolare assieme al padre Stefano del bar Punto 79 sulla strada bresciana 79 Verona e sub agente assicurativo. "Mi piacerebbe vedere gli spalti del campo di via Monti Lessini sempre pieni dei nostri tifosi. Promettiamo spettacolo ed il massimo impegno, poi sarà come al solito il campo a dare il verdetto finale, Forza PescantinaSettimo!".

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1297)