ULTIMA - 25/5/19 - IL BASSANO 1903 BATTE IL MONTORIO ED E' CAMPIONE REGIONALE

E' stata una bella partita, quella giocata ieri sera a Montecchio Maggiore, fra il Bassano e il Montorio, calcio valida per il titolo Regionale di Prima categoria. I giallorossi di mister Francesco Maino partono subito forte e passano in vantaggio dopo soli 5 minuti con Cosma, che, su invito di Garbuio, mette in rete con un tiro da sotto
...[leggi]

ULTIM'ORA

6/9/17
L'EX HELLAS VERONA DARIO BIASI PASSA AL VALGATARA

SI RAFFORZA LA TRUPPA DEL PATRON MARCO FERRARI, ARRIVANO ALTRI DUE COLPI IMPORTANTI, OLTRE AL CENTRALE EX HELLAS E ARZIGNANOCHIAMPO ARRIVA LA PROMETTENTE PUNTA MARCO MARCHESINI DAL SONA

Si rifa il trucco il Valgatara che assesta altri due grossi colpi di mercato ed è ora pronto al debutto domenica prossima nella prima giornata del campionato di Eccellenza. Un traguardo storico per la società del patron Marco Ferrari che dopo la prestigiosa vittoria ottenuta l'anno scorso nella finalissima del trofeo Veneto di Promozione, con in panca mister Armando Corazzoli, si è guadagnata il pass per disputare quest'anno la vetrina dell'Eccellenza. Afferma Ferrari: "Giocare tra pochi giorni in Eccellenza ripaga il sottoscritto e tutti i miei collaboratori di tanti sacrifici fatti. Se penso che pochi anni fa siamo partiti con un gruppo di ragazzi del territorio e dalla Terza categoria è davvero meraviglioso ed incredibile guardare oggi dove siamo arrivati. Voglio vedere una banda di giocatori innamorati dei nostri colori e che abbiamo tantissima voglia di stupire in Eccellenza. Forza ragazzi, si parte!".

Intanto la società comunica ufficialmente gli ingaggi del talentuoso attaccante classe 1999 Marco Marchesini, che saluta il Sona calcio, e del difensore centrale Dario Biasi, mai dimenticato ex Hellas Verona che ha concluso la sua esperienza l'anno scorso con i vicentini dell'Arzignano Chiampo in serie D. Una carriera, quella di Biasi, che la visto indossare maglie di compagini blasonate come Hellas Verona, Carpi, Siena, Pavia, Genoa, Cesena, Cagliari, Frosinone, Pavia ancora ed appunto Arzignano. Impressionando, con le sue giocate, i palcoscenici di serie A, B e Lega Pro. Dice Biasi: "Sono onorato di essere giunto quest'anno al Valgatara. I suoi dirigenti mi hanno cercato a lungo e non c'è voluto molto per metterci d'accordo. Conosco la solidità dell'impianto di gioco e della dirigenza del “Valga”. Entrambi vogliamo percorrere la medesima strada di intenti e di grossa passione".

Si è allenato nei mesi scorsi con il Pedemonte e Dario coglie l'occasione per ringraziare il sodalizio del presidente Albergo Fedrigo. "Un grande ringraziamento al Pedemonte che mi ha accolto come in una famiglia. Auguro a loro importanti risultati nel loro campionato di Prima categoria, se lo meritano davvero". Non ha eccessivi rammarici o dispiaceri Biasi, il professionismo gli ha regalato inebrianti soddisfazioni. "Ho militato in tre ottime categorie, con obiettivi diversi ma in serie A, per alcune vicissitudini, sopratutto fisiche, non sono riuscito a giocarci. Pazienza, è andata così".

Ha passato anni bellissimi con la maglia dell'Hellas Verona e ricorda con affetto mister Ficcadenti: "Un grandissimo allenatore, sotto tutti i punti di vista. Un ottimo tecnico capace di caricarti come una molla. Ma altrettanto bravi i vari Gasparini, oggi tecnico dell'ambiziosa Atalanta, Ventura, a cui faccio gli auguri per la sua Nazionale, Bisoli e Sacchetti, tutte persone incredibili. Permettimi di aggiungere anche Daniele Menghin, tecnico dell'Alba Borgo Roma che da ragazzo mi ha fatto crescere nella maniera giusta".

Vive ad Arbizzano Dario Biasi, ad un tiro di schioppo da Marano di Valpolicella. "Volevo avvicinarmi a casa ed il Valgatara mi ha dato questa opportunità. Ho conosciuto uno spogliatoio solido ed un tecnico, Jody Ferrari, giovane ma che sa il fatto suo. Vogliamo correre per raggiungere la salvezza il prima possibile. Ne abbiamo le possibilità". Domenica prossima il Valgatara esordirà in Eccellenza sul difficile campo del Caldiero, un banco di prova molto arduo visto la consistenza dei ragazzi del presidente Filippo Berti. Chiude mister Jody Ferrari: "Andremo a Caldiero per giocare le nostre carte. Ci aspettano trenta battaglie dove dobbiamo raccogliere più punti possibili".

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(2640)