ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

ULTIM'ORA

8/9/17
IL MALCESINE VUOLE BRINDARE COL…MARTINI

Nuovo cambio al timone del Malcesine, ammesso a dispustare il Torneo di Seconda categoria. Al posto dello skipper Giacomo Brighenti, la società guidata dal più alto scranno da Simeone Casella, dal presidente onorario Gigi Marchiotto e dal diesse, il figlio, Bortolino Marchiotto, ha deciso di affidare il timone bianco-granata a Marco Martini. Nato a Riva del Garda, dove risiede con la moglie e le due figlie, Martini vanta trascorsi nelle giovanili del Parma di Gian Luigi Buffon.

“Ho avuto l’onore” ricorda Marco “di incrociare il portiere e capitano degli azzurri nella Primavera, in cui faceva già spola verso la Prima squadra dei ducali parmigiani. Ha disputato qualche gara nella Primavera il Gigi Nazionale. Ma, ho giocato, come centrocampista, di più con Simone Barone (ex Toro, Parma, Cagliari e Palermo), altro campione del mondo azzurro nel 2006: è successo nella Primavera, dopo i miei due anni di Allievi. In quei giovani del Parma si sono fatti largo anche Nicola Mora, terzino sinistro passato poi al Napoli, e Franceschini, sceso a Reggio Calabria, nella Reggina. Poi, un anno di C col Trento, dove ho conosciuto Fulvio Simonini, l’ex Virescit Boccaleone, approdato già maturo in A nell’Atalanta, e che poi ha giocato anche a Cesena e a Padova. E un paio di stagioni, sempre a Trento, ma in serie D, quindi, sono salito a Bolzano e rientrato nella Benacense di Riva del Garda, in Eccellenza, prima di dedicarmi alla famiglia”. 

Quattro stagioni fa Martini ha allenato la Prima squadra della Benacense, sia in Prima che in Seconda categoria; ma ha anche condotto al 3° posto, in Promozione, la squadra del Mori di Trento: “La storia recente mi ha visto all’A.C. Garda, dove dal diesse Gabriel Maule mi è stata affidata la Juniores Regionale e il trionfo ci ha permesso di disputare poi il Torneo d’Elite”.

Ora, il Malcesine e la Seconda categoria…
"Sono abituato a seguire l’istinto: mi è piaciuta la grande voglia di fare bene di questa società, la loro carica, il loro entusiasmo, il bell’impianto in sintetico di Cassone. Quando mi hanno offerto la panchina, ebbene, devo dire la verità, non ci ho pensato su due volte. Ho voglia di fare bene, per farmi conoscere anche nel Veronese, come nel Trentino”.

Dove può arrivare il Malcesine quest'anno?
“Non ho il polso della situazione del girone “A” di Seconda categoria in cui gareggeremo, ma, so di contare su molti giocatori volonterosi e validi. Si può fare bene. Le papabili al titolo sono il neo-retrocesso Pastrengo, il Real Lugagnano e il Pescantina Settimo. Di sicuro, non sono venuto a Malcesine per raggiungere una salvezza sofferta, ma per fare qualcosina di più”.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1526)