ULTIMA - 22/3/19 - COMPOSTI I GIRONI DEL 26° TORNEO “ELIO MONTRESOR”

Si è svolto allo Stadio “Avanzi” il sorteggio dell'attesissima 26esima edizione del Torneo “Elio Montresor” alla presenza dell’Assessore allo Sport del Comune di Verona Filippo Rando, del Presidente della 5^ Circoscrizione Raimondo Dilara, del Presidente della Commissione Sport Marco Padovani e del Consigliere regionale FIGC Mario Furlan. Il Torneo,
...[leggi]

ULTIM'ORA

9/9/17
CECCHINI CHIUDE A DOPPIA MANDATA LA PORTA DELL'AMBROSIANA

DOMENICA VUOLE SUBITO LA RIVALSA CONTRO L'ARZIGNANO VALCHIAMPO TRA LE MURA AMICHE

E' fiducioso e non molla mai il portiere rossonero classe 1986 Federico Cecchini. Domenica scorsa la sua Ambrosiana ha disputato una signora partita su un campo di una delle pretendenti alla vittoria finale, il Campodarsego. Alla fine ha prevalso la maggiore esperienza dei padroni di casa padovani contro i vernonesi della Valpolicella alla prima volta nella loro storia in serie D. Risultato finale 2 a 1 per i locali con reti di Michele Vesentini, che aveva portato in vantaggio l'Ambrosiana trasformando un rigore al 12° del primo tempo, poi la spregiudicata e pungente punta del Campodarsego Daniel Beccaro ha realizzato una doppietta al 39° del primo tempo e al 6° della ripresa rendendo vana la rete del rossonero.

Cecchini ha animato la contesa con pregievoli parate...
"Direi che ci siamo ben opposti al Campodarsego - afferma Federico -, squadra che ritengo molto forte. Ci siamo battuti con ardore dando tutto, ma loro si sono dimostrati più efficaci in zona d'attacco finalizzando al meglio le occasioni che gli sono capitate. Purtroppo è andata in questa maniera...Peccato davvero!"

Ma niente paura, l'Ambrosiana ha tutte le carte in regola per giocarsi la sua tranquilla salvezza in serie D e Cecchini lo sa bene. "Un plauso alla dirigenza ed al direttore sportivo, Mattia Bergamaschi, che ogni anno rinforzano la squadra nella maniera giusta. Direi che siamo ben equilibrati in tutti i reparti, possiamo dire la nostra senza paura con brio. Ci aspettano altre 33 battaglie, dove dobbiamo sfoderare una spada ben appuntita e tagliente. Sono fiducioso e guardo avanti con ottimismo".

Domenica alle ore 15 debutto stagionale casalingo contro il coriaceo Arzignano Valchiampo. "Il nostro campo del "Montindon" - continua Cecchini - deve essere il nostro fortino difficile da espugnare. Siamo chiamati ad affrontare una formazione che arriverà da noi per non regalarci nulla. Noi faremo la nostra gara cercando di schiacciare nella loro metà campo la truppa vicentina. La velocità del nuovo arrivato dal Garda Cesar Pereira e l'estro dell'ex Belfiorese Michele Vesentini possono infiammare l'incontro".

Domenica scorsa, nel primo turno del campionato di serie D, le altre veronesi non si sono di certo tirate indietro. La Virtus Vecomp di mister Gigi Fresco si è tolta la soddisfazione di espugnare il "Martelli", il campo di una nobile decaduta che ha rischiato di sparire dalla circolazione, il Mantova di mister Cioffi, vincendo per 2 a 1 con due capolavori di Rossi e del nuovo entrato Danti che al 42' del secondo tempo ha regalato la vittoria. Aveva aperto le marcature di giornata il biancorosso Soriano. Bella prestazione anche del Legnago Salus di mister Manuel Spinale che al termine di una combattuta partita ha prevalso tra le mura amiche per 3 a 2 contro un mai domo Tamai in gol con Bezzo e Maccan, per mi biancazzurri Torri, Zanetti e Matei all'86° minuto.

"Direi che è stata una domenica che ha messo in mostra i valori delle nostre compagini veronesi, - continua Federico -. Ambrosiana, Virtus Vecomp e Legnago devono correre in fretta per raggiungere i loro rispettivi traguardi mettendo in campo il giusto vigore. Non dobbiamo mai mancare di lucidità e credere nei nostri mezzi. In serie D il livello tecnico è molto buono, nessuna partita va presa sotto gamba, ve lo assicuro".

Federico si trova molto bene all'Ambrosiana dove si vive senza grosse pressioni. "Abbiamo un mister, Tommaso Chiecchi, che è davvero bravissimo. Ci carica al momento giusto e legge molto bene le gare. Noi vogliamo regalarci la permanenza in serie D. La società è appassionata e qui si respira i valori dell'umiltà con la giusta voglia di vincere. Quando la società in estate mi ha comunicato la riconferma, sono stato felicissimo di poter rimanere a vestire la maglia dell'Ambrosiana. Vogliamo tutti coronare un altro grande sogno. Dietro c'è un sodalizio che non ci fa mai mancare nulla".

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1483)