ULTIMA - 23/5/19 - MISTER ANDREA CATURANO LASCIA IL GIOVANE POVEGLIANO

Dopo sei anni di stretta collaborazione, le strade del Giovane Povegliano e di Andrea Caturano, prima diesse e poi mister, si dividono, come lui stesso ci conferma: "Ci siamo lasciati con una bella stretta di mano amichevole, con decisione unanime. Ho voglia di intraprendere nuovi progetti e nuove ambizioni. Faccio un grosso in bocca al lupo
...[leggi]

ULTIM'ORA

10/9/17
MISTER PAOLO MOSCA FA LE CARTE ALLA PROMOZIONE

E' alla ricerca di una nuova panchina, l'esperto mister Paolo Mosca che scalpita dietro le quinte ed Ŕ ora pronto a ricevere chiamate in corso d'opera. Intanto si aggiorna e scruta i vari campionati dilettantistici veronesi. Ultima sua parentesi, la meravigliosa salvezza ottenuta all'Albaredo calcio in Seconda categoria pi¨ il prezioso lavoro nell'associazione allenatori di Verona, che continua con slancio. Continua la crisi economica, ma si vedono dei piccoli segnali di ripresa, il calcio di casa nostra ne ha risentito, pochi sponsor e allora fiato al settore giovanile, mettendo in luce i talenti che si hanno in casa. Dice Paolo: "Il futuro Ŕ sempre in mano ai giovani, sono loro che possono far mettere nel mirino il bersaglio. Bisogna fare di necessitÓ virt¨, sono poche attualmente le societÓ che dispongono di buone risorse finanziare, siamo arrivati al ridimensionamento generale, dato che si tocca con mano in questi anni di calcio, ma vedo che l'entusiasmo continua ed i presidenti non si perdono d'animo. Si va avanti con forza e questo Ŕ un bene".

Al mister piace il prossimo campionato di Promozione che parte oggi. "Tutte le squadre si sono ben rinforzate andando a prendere giocatori di spessore e di buona tecnica. Come di dice sempre in questi casi, sarÓ poi il campo a dare il verdetto.  Mi piace la nuova Promozione con l'inserimento di squadre da fuori provincia, si avrÓ la possibilitÓ di vedere nuovi giocatori e conoscere altre realtÓ calcistiche, vedi Seraticense, Castelbaldo Masi, Longare Castegnero e Badia Polesine, ne vedremo delle belle, ne sono sicuro". Una carriera, quella di Paolo Mosca, maturata con grinta da vendere. E' sempre il primo ad arrabbiarsi quando le sue squadre escono dal campo senza la vittoria. Si Ŕ seduto sulle panchine di Alpo Lepanto, Lessinia, Palazzolo, Arbizzano, Intrepida, San Zeno di Montagna, Rivolese, Crazy Colombo ed Albaredo.

Prosegue l'esperto mister facendo le proprie previsioni: "Sono ai nastri di partenza nel campionato di Promozione 2017-2018 ben 12 formazioni veronesi. Tra le favorite sulla carta ci metto l'Albaronco, societÓ ben attrezzata in tutti i sensi e che ha fatto acquisti importanti. La Virtus, che ogni anno Ŕ sempre costruita con elementi ottimi, il Cadidavid ha perso la punta pungente Alberto Menini ma ha dalla sua l'esperienza di mister Fabrizio Sona che conosce benissimo la categoria, un ottimo motivatore che disegna alla perfezione le sue squadre. Non tolgo per˛ il San Giovanni Lupatoto di mister Manganotti, un volpone come allenatore. Sorprese potrebbero essere Alba Borgo Roma e Povegliano che quest'anno sapranno alzare l'asticella. Visto il lignaggio metto anche il Badia Polesine. Non mi dispiace pure l'Aurora Cavalponica del nuovo mister Mario Colantoni. Il Croz Zai dovrÓ da subito capire il proprio valore senza perdersi per strada. Si sÓ, la Promozione Ŕ un terreno molto arduo da percorrere".

Un tragitto quello di Paolo Mosca percorso tra Seconda categoria e Prima categoria, per lui allenare non Ŕ un dovere ma un piacere. Osserva gli altri, legge bene le gare e guarda sempre avanti mettendo in cassaforte le esperienze passate. Chiude mister Mosca dicendo: "Non Ŕ ottimale per un'allenatore guardare le partite dalla tribuna, ma io sono sempre speranzoso e sono in attesa di una prossima chiamata".

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1909)