ULTIMA - 21/4/19 - BUONA PASQUA 2019 A TUTTI I NOSTRI LETTORI

La redazione sportiva di www.pianeta-calcio.it, assieme al suo direttore responsabile Andrea Nocini e a tutti i suoi collaboratori, porge a tutti i nostri sempre più numerosi lettori e lettrici, ai suoi fedelissimi sponsor, i migliori auguri di una serena Pasqua da trascorrere con i propri
...[leggi]

ULTIM'ORA

16/9/17
BOMBER DANIELE PETROSINO CI PRESENTA IL CASTELBALDO MASI

Con l'ingresso di alcune squadre fuori dalla provincia veronese, quest'anno il campionato di Promozione assume un nuovo interesse. Le nostre ambiziose e quotate formazioni veronesi sono chiamate a nuove trasferte, non troppo vicine, affrontando club che non conoscono come Seraticense, Castelbaldo Masi, Badia Polesine e Longare Castegnero, squadre che possono rappresentare un banco di prova esaltante. Abbiamo voluto saperne di più del Castelbaldo Masi conoscendo il suo nuovo bomber Daniele Petrosino, classe 1988 che milita nei patavani allenati da mister Luca Albieri, giocatore ex professionista. Daniele ha superato quota cento goal fatti in carriera con la maglia del Lendinara, ora ne ha fatti ufficialmente 164 e da quest'anno è approdato al Castelbaldo Masi dopo un passato da calciatore nelle fila del Lendinara (Rovigo), Boara Pisani (Padova) e nelle giovanili del Cittadella. Vive a Piacenza D'Adige, nel padovano, vicino ad Este e solo dieci chilometri lo separano dal campo del Castelbaldo. Lavora nell'ambito del tessile ed è tifoso interista da una vita.

La stagione passata ha concluso il suo ciclo durato ben 9 anni con la divisa bianco azzurra del Badia Polesine (Rovigo) che sarà suo avversario quest'anno nel girone A di Promozione. Dice il bomber: "Sono stato bene ovunque o giocato. Sono cresciuto come uomo e come calciatore. I nove anni a Badia non si possono dimenticare ma avevo voglia di cambiare ed arrivata quest'estate la proposta del Castelbaldo Masi che aveva bisogno di una punta per rafforzare la squadra, quindi eccomi qua".

E' una compagine di tutto rispetto il Castelbaldo, domenica scorsa in casa propria, ha fallito di un soffio una possibile vittoria con i veronesi del Cadidavid. La gara ha divertito il pubblico presente ed è finita in perfetta parità, 2 a 2. Petrosino però non è riuscito a gonfiare la rete. "Abbiamo affrontato il Cadidavid, una squadra davvero ostica ma nella ripresa ci siamo mangiati la vittoria. Si giocava in pratica ad una sola porta, quella del Cadidavid. Ci siamo divorati sul due pari diverse ghiotte palle goal, peccato, ma ci rifaremo".

Ora Daniele pensa alla Montebaldina, nuovo ostacolo per la sua formazione. "Spero di segnare domenica a Caprino contro la Montebaldina - e ride -. Non conosco le vostre squadre veronesi ma non è un problema, sarà ancora più divertente scendere in campo. Posso invece parlare della mia squadra, il Castelbaldo Masi, che dispone di una buona ossatura rimasta dalla stagione scorsa. Abbiamo un buon organico e grosse potenzialità. Molto forte la nostra punta Nalli, a centrocampo spiccano le inventive dei vari Manfrin, Colombani e Trovò. Promettente il nostro portiere Catozzo, giovane del 1997 ma già una sicurezza, bravo anche il centrocampista Viaro, uomo d'ordine e di sicura esperienza. Abbiamo giovani di valore ed il collettivo è il nostro forte. Possiamo batterci contro tutti senza nessun timore reverenziale. Possiamo e vogliamo arrivare in classifica il più in alto possibile".

Spende due parole sul suo mister classe 1975 Luca Albieri che da calciatore era un centrocampista offensivo ed ha giocato nella Spal in serie B ed in C1, nella Centese in C2, nel Castel di Sangro C1 e serie B, Pro Patria C2, Brescello C1, Cittadella C1, Giulianova C1, Chieti C1, Brindisi C2 e Carpenedolo serie C2. "Il mister è molto bravo, è un ferrarese doc. Vanta una grossa esperienza maturata tra i professionisti e legge molto bene le gare.  E' preparatissimo, sa come caricarci e lavora sodo sul campo. Con lui mi trovo molto bene, è uno che non molla mai, come il sottoscritto".

Considera, il girone A delle molte veronesi, una bella opportunità per mettersi in luce assieme ai suoi compagni. "Siamo chiamati a confrontarci contro le formazioni veronesi che sanno il fatto loro, davvero una bella vetrina. Mi piace la cosa, ci aspettano altre 29 battaglie da affrontare con grande determinazione". Daniele chiude parlando del presidente del Castelbaldo Masi, Michele Ottoboni. "E' una persona fantastica, tratta noi calciatori come se fossimo i suoi figli. Non ci fa mai mancare nulla e cura, assieme ad i suoi collaboratori, ogni aspetto nei minimi dettagli. E' la persona giusta al momento giusto. Sono grato della fiducia che ha nei miei confronti e voglio ripagarlo a suon di reti". Ricordiamo che l'A.C.D. Castelbaldo Masi è una formazione padovana che gioca le proprie gare nel proprio comunale situato in via Roma. L'età media viaggia sui 23 anni ed i colori della maglia sono il bianco e il rosso.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1863)