ULTIMA - 21/5/19 - MARCOLINI SCARPA D'ORO, PASSARIELLO SUPER-BOMBER DI TERZA

Si sono chiusi tutti i campionati dilettantistici della nostra provincia dall’Eccellenza alla 3^ categoria che hanno laureato i nuovi capo-cannonieri dei vari gironi e la nuova scarpa d’oro 2018-19, queste tutte le classifiche finali. In Eccellenza, dove si sono giocate 32 partite, chiudono appaiati in vetta a 16 reti Mariano Mangieri del Pozzonovo ed
...[leggi]

ULTIM'ORA

29/9/17
MICHELE CONTI HA FIDUCIA NEL SUO PESCANTINASETTIMO

Gli è subito piaciuto, al duttile centrocampista classe 1996 Michele Conti, il nuovo progetto messo in cantiere dal nuovo PescantinaSettimo targato mister Gianni Canovo. Michele è un ragazzo umile e grintoso dotato di due piedi vellutati, quando mette le scarpette bullonate e scende in campo coordina con ordine il centrocampo mandando a nozze le punte del PescantinaSettimo. Ora è fuori per infortunio ma dovrebbe rientrare per la prossima gara domenica a Cavaion.

Michele, con la serenità che lo contraddistingue, afferma: "Domenica scorsa i miei compagni non sono riusciti a vincere contro la Polisportiva A. Consolini sul terreno di casa. Davvero un peccato perchè potevamo essere al comando della classifica assieme a Real Lugagnano e Sant'Anna d'Alfaedo. Ma può capitare, dobbiamo ancora crescere e cercare di eliminare alcuni errori nella manovra. Ci sta, il nostro campionato è appena partito e giocare in Seconda categoria è arduo per tutti".

Con il Pastrengo, dove è rimasto due anni, ha acquisito maggior coscienza nei propri mezzi. "Il Pastrengo è una buona società dove si vuole sempre correre per ottenere un obiettivo. In gialloverde non sono stato male, anche se l'anno scorso abbiamo perso i play-out per la salvezza, e credimi, non c'è l'aspettavamo proprio. In un infuocato doppio match contro il Bussolengo, che aveva una marcia in più, siamo crollati sopratutto dal punto di vista mentale. E' andata così...pazienza".

Michele ha così voluto percorrere una nuova strada che l'ho ha portato proprio a Pescantina ma non vuole svelare per cosa si lotta in questa stagione. Il futuro verrà scritto a tempo debito. "Sapevamo che il campionato di Seconda categoria può creare varie difficoltà. Ci sono, a mio parere, squadre più accreditate al titolo della nostra. Il mio ex Pastrengo, prima di tutto, ha preso giocatori di categoria superiore, e il Real Lugagnano, con i due nuovi bomber, Stefano Rognini e l'ex sanzenate Davide Bertoletti, la davanti fa davvero paura. Noi vogliamo fare bene innanzitutto, e magari provare ad alzare l'asticella con il passare delle giornate".

E' consapevole che a Pescantina è arrivato un quotato e bravo mister, Gianni Canovo, che ha chiuso la sua esperienza al CastelnuovoSandrà, società che è stata la sua casa in più occasioni. "Mi piace come allena il nuovo mister del PescantinaSettimo. Ci ha dapprima responsabilizzato e poi ha creato un gruppo forte e consistente. Come è del resto la società dove ognuno fa quello che deve fare con passione e senza mai risparmiarsi. Mister Canovo sta lavorando sulle doti di ciascun giocatore, cercando di trarre sempre il meglio possibile. Sta ora a noi cambiare registro e dare più concretezza e lucidità al nostro gioco. Domenica prossima saliamo a Cavaion, sarà una gara da tripla anche se noi cercheremo di tornare a casa con una bella vittoria. La squadra è ben assortita in ogni reparto. Non bisogna mai deporre le armi e giocare impavidi contro i prossimi nostri avversari. Io sono molto fiducioso, sono convinto che possiamo tornare da Cavaion cona altri tre punti importanti, dopo quelli conquistati, grazie alla bella tripletta di Bonato, a Malcesine l'altra domenica".

Ricordiamo che il PescantinaSettimo del presidente Lucio Alfuso ha totalizzato cinque punti dopo tre partite di campionato già giocate, due punti in meno della coppia che comanda i giochi con 7 punti costituita dal Pastrengo di mister Paolo Brentegani e dal sorprendente Sant'Anna D'Alfaedo del giovane mister Francesco Corazzoli. E' proprio vero, il campionato non aspetta nessuno, bisogna mettere subito fieno in cascina.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1428)