ULTIMA - 17/2/19 - GIANA ERMINIO E VIRTUS VERONA SI DIVIDONO LA POSTA (1-1)

E' finito 1 a 1 lo scontro salvezza fra Giana Erminio e Virtus Verona, valido per la 27^ giornata di campionato (8^ di ritorno), che si è giocato ieri al Comunale “Città di Gorgonzola”. Un punto che serve poco ad entrambe che se finisse oggi il campionato sarebbero retrocesse in serie D. Il Giana è terzultimo a 26 punti mentre la Virtus Verona è sempre
...[leggi]

ULTIM'ORA

3/10/17
LUCA SCARABELLO VUOLE FAR VOLARE ALTO IL CONCAMARISE

Quando hai la passione per il calcio, è un dato di fatto, non ne puoi proprio fare a meno. Passi la settimana non vedendo l'ora di scendere in campo la domenica pomeriggio per dare una mano ai tuoi compagni di squadra. Dentro di te c'è un pensiero costante, la voglia di mettere il pallone nella porta avversaria il più in fretta possibile. Emozioni a ripetizione ed una valanga di sentimenti che il bomber classe 1985 Luca Scarabello prova oramai da molto tempo. Quest'anno, dopo aver vinto il campionato la stagione passata con il Mozzecane di mister Nicola Santelli, attuale capolista assieme al Valpolicella di mister Simone Cristofaletti nel girone A di Prima categoria, Luca ancora una volta ha voluto rimboccarsi le maniche e si è gettato all'impazzata nella nuova avventura con il Concamarise del presidente Paolo Zago nel girone D di Seconda categoria.

Con l'arrivo dell'esperto mister Simone Marocchio e diversi nuovi rinforzi, i rossoneri della bassa stanno giocando un campionato da protagonisti. Dopo quattro giornate disputate, inseguono a soli due punti di distacco, la capolista Sanguinetto Venera che ha vinto tutte le partite finora giocate ed è l'unica squadra veronese dall'Eccellenza alla Seconda categoria a punteggio pieno. Domenica scorsa il Concamarise ha combattuto da impavido guerriero avendo ragione, al termine di novantacinque minuti tiratissimi, del Cadeglioppi di mister Dalla Vecchia. Luca Scarabello, sempre alle prese con qualche problemino fisico, non è ancora al meglio, ma contro l'avversario di turno ha dato il suo contributo uscendo poi sostituito da Trevisani.

Dice il simpatico bomber rossonero: "E' sempre un piacere ricevere una vostra telefonata, siete i numero uno. Non è stato facile battere il Cadeglioppi, un avversario ostico che ha tenuto banco per tutta la partita. Noi abbiamo dato ancora una volta il massimo ed abbiamo portato a casa tre punti importantissimi contro una squadra davvero tosta".

In alto la classifica si sta già delineando, ma è ancora presto per dire quali saranno le formazioni favorite alla vittoria finale: "Sapevamo che nel nostro girone potevano esserci squadre ben attrezzate ma se devo essere sincero dico che noi possiamo senz'altro dire la nostra. Cercheremo di rimanere nei quartieri alti della graduatoria fino alla fine. Sanguinetto, Salizzole, Atletico Vigasio e Boys Gazzo non vogliono farsi parte. Ma anche l'Aurora Marchesino è una squadra che può stare nel gruppo. Ma il campionato è ancora lungo, difficile dire ora chi la spunterà".

Domenica prossima sfida di nuovo infuocata, sul campo amico, contro il Gips Salizzole che insegue i rossoneri ad un solo punto. Il bomber vuole esserci. "Ho un risentimento inguinale che mi sta creando qualche preoccupazione, spero di non essermi stirato. Mi sto curando ma non riesco a correre benissimo come vorrei. Il nostro prossimo avversario il Salizzole è una squadra che ci può mettere in difficoltà. Arriveranno da noi con il dente avvelenato visto che hanno perso domenica scorsa sul proprio terreno 1 a 0 con il Boys Gazzo. Sono una buona squadra e noi dobbiamo stare molto attenti".

Luca Scarabello è uno dei bomber più prolifici in assoluto del nostro pianeta dilettanti. Finora ha segnato ben 219 goal ma lui vuole arrivare a quota 250. "C'è la metto tutta, dai. Se sono in forma ci posso provare. Confido-  e ride -, sull'aiuto dei miei nuovi compagni del Concamarise. Qui ho trovato uno spogliatoio compatto dove si ha voglia di fare bene. Mister Marocchio lo conoscete tutti, sa il fatto suo ed è molto bravo e preparato. Ci carica al meglio e stiamo andando forte quasi come un intercity ma la via ferrata è ancora tremendamente in salita".

Tante le maglie indossate dalla punta bovolonese. Mozzecane, San Giovanni Lupatoto, Vigo, Albaronco, Scaligera, Venera, Bovolone e Oppeano le più rappresentative. Dove è andato “Scara” ha sempre fatto la sua parte contribuendo a suon di reti. "Non posso stare senza pallone, è una bella malattia che ho, assieme all'amore per mia moglie Giada e per l'Hellas Verona che quest'anno mi sta facendo soffrire. Speriamo che mi regali una bella salvezza. Quando posso io vado sempre allo stadio a tifare Hellas".

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1913)