ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

ULTIM'ORA

5/10/17
MISTER BOZZINI (CONCORDIA) VUOLE PIU' QUALITA' E DETERMINAZIONE

Non è troppo soddisfatto dell'ultima partita disputata in campionato dal suo Concordia, mister Giuseppe Bozzini, arrivato quest'anno alla corte del presidente Marco Giavoni. Contro il Pedemonte, domenica scorsa, la difesa dei viola è rimasta incredibilmente ferma al 4' della ripresa prendendo il goal del biancorosso Zamboni. C'era tempo per recuperare ma la squadra, colpita a freddo, è andata in crisi e non è più riuscita a pareggiare. Il Pedemonte conquista la sua prima vittoria che coincide con il primo stop in campionato del Concordia del diesse Daniele Buttura. "A parte il valore dei nostri avversari di domenica scorsa - dice Bozzini -, non ho visto dai miei ragazzi quel carattere che piace a me. Dobbiamo stare maggiormente attenti sulle palle ferme e non distrarci. Preso il goal dovevamo reagire maggiormente ma così non è stato".

E' un uomo di campo mister Bozzini. Studia con attenzione i pregi e i difetti delle compagini avversarie. Sa che il campionato è molto lungo e pieno di insidie quindi non vuole distrazioni e cali di concentrazione. Vuole un gioco intenso e propositivo, la sua squadra deve sempre andare in campo con la voglia spiccata di andare a rete in ogni partita e contro ogni avversario. "Io sono un mister ambizioso e non mi piacciono le mezze misure. Voglio vincere il campionato, non lo nascondo. Purtroppo ci sono venute a mancare diverse pedine importanti per infortuni seri quindi ho chiesto alla società di iniziare a guardarsi in giro per prendere, se ci sarà l'occasione, altri giocatori che colmino i vuoti. Se vogliamo scalare posizioni in classifica dobbiamo mostrare un'altro gioco e un'altra determinazione, non lo nego. Serve maggiore responsabilità dai miei ragazzi. Bisogna crescere alla massima potenza se vogliamo alzare l'asticella".

Ha passato cinque stagioni storiche guidando l'Olimpica Dossobuono portando la truppa giallorossa dalla seconda categoria fino in Promozione. La stagione scorsa ha dovuto sopperire a diverse difficoltà e a metà campionato, di comune accordo con il presidente Rinaldo Campostrini, ha deciso di farsi da parte. "A Dossobuono ho passato anni meravigliosi. Porterò il sodalizio giallorosso, fatto da dirigenti che amano fare calcio, nel mio cuore per sempre. Ci siamo lasciati con una stretta di mano e non è detto che in futuro le nostre strade si possono di nuovo incontrare".

Domenica prossima lo aspetta una gara al cardiopalma contro il Peschiera in casa. "La squadra di mister Vasco Guerra ha delle belle potenzialità da mettere in campo. Non hanno ancora vinto e spero che non lo facciano proprio contro di noi - e ride -. Lavoreremo in questi giorni sugli errori commessi cercando il giusto assetto difensivo. Mi aspetto domenica una prestazione di carattere da parte dei miei ragazzi. Dobbiamo dare il massimo fino al triplice fischio. Voglio attenzione e grande determinazione, solo così si ottengono risultati".

Guarda con attenzione al proseguo del campionato. Primeggiare in Prima categoria è sempre difficile. "Vedo stranamente in ritardo formazioni come Caselle e Dossobuono che in estate si sono molto rinforzate andando a prendere pezzi da novanta. Hanno iniziato con fatica ma sapranno risalire. Arriveranno di sicuro delle conferme ma ci saranno anche delle sorprese. Noi dobbiamo imparare a sfruttare meglio le opportunità che ci capitano durante le partite. Voglio vedere intensità, qualità, sostanza e coesione. E' giustissimo divertirsi in campo, ma non dimentichiamo mai che si lotta sempre per raggiungere un obiettivo, piccolo o grande che sia. Il Concordia è una società coerente con l'obiettivo che si da ogni anno e io voglio far rispettare il rullino di marcia che ci siamo prefissati prima di cominciare il campionato".

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1441)