ULTIMA - 20/3/19 - TUTTI I RISULTATI DI OGGI. L'ISOLA RIZZA CONQUISTA LA FINALE

Il Caldiero Terme conquista un pareggio in trasferta che gli da ottime possibilità di passare il turno ed approdare alle semifinali della Coppa Italia - Fase Nazionale. I gialloverdi di mister Cristian Soave hanno pareggiato 1 a 1 nella gara di andata del doppio confronto contro gli astigiani del Canelli, che hanno battuto nel turno precedente il leggendario
...[leggi]

ULTIM'ORA

25/10/17
FABIO BRUTTI (CALDIERO): "E' UN CAMPIONATO MOLTO EQUILIBRATO"

Continua ad essere molto combattuto il girone A del campionato di Eccellenza che vede moltissime squadre racchiuse in pochi punti, basti pensare che la zona play-out dista dalla zona play-off di soli tre punti. Sul gruppone delle squadre appaiate al 5° posto a quota 10 punti anche il Caldiero del presidente Filippo Berti guidato da mister Roberto Piuzzi che è recentemente passato al alle semifinali regionali di Coppa Italia battendo 2 a 0 Bardolino 1946 dell'ex mister gialloverde Matteo Fattori, unica squadra finora ad aver battuto in campionato i termali alla 3^ giornata per 1 a 2 allo stadio "Berti" di Caldiero.

A fare il punto sul momento dei termali è Fabio Brutti che, dopo tre anni fra i pali dei gialloverdi, è al suo quinto anno da preparato e capace direttore sportivo: "Sono tutto sommato contento di questo inizio di stagione, abbiamo fatto buone partite e altre meno buone ma siamo in crescita. Come ogni anno partiamo un po' a rilento per poi risalire la classifica una volta ben assestata la squadra. Purtroppo abbiamo perso per infortunio il nostro bomber Giovanni Guccione che ha preso una forte botta sul muscolo contro il Villafranca che gli ha provvocato uno strappo che lo ha già tenuto fuori contro Valdagno, Bardolino (in Coppa) e Vigasio. Speriamo di recuperarlo il prima possibile anche se devo dire che chi lo ha sostituito sta facendo molto bene. Il gruppo sta comunque migliorando partita dopo partita e una volta recuperato il nostro bomber, uno da 20 gol a stagione, aumenterà anche il nostro potenziale offensivo".

Che girone è il vostro di Eccellenza?
“E’ un campionato molto incerto, molto equilibrato e davvero combattuto, non ci sono più squadroni ammazzacampionato e in ogni partita può succedere di tutto. Puoi trovarti a lottare per un posto play-off e qualche domenica dopo a cercare di uscire dalla zona retrocessione, il filo che divide la parte alta da quella bassa della classifica è molto sottile. Basta una serie di risultati positivi o negativi per cambiare radicalmente la propria posizione di classifica”.

Dove collochi quest'anno il tuo Caldiero?
“Vogliamo arrivare nelle prime cinque posizioni ma abbiamo anche le carte in regola per poter vincere anche se devo dire che l'Eccellenza è la giusta dimensione per la nostra società. Il titolo e i play-off, oltre a noi, interesserà anche Villafranca, Provese, Belfiorese, senza dimenticare il Pozzonovo (che deve recuperare 2-3 giocatori importanti) ed il Vigasio che è una buona squadra che sicuramente risalirà nelle prime posizioni. Non posso giudicare il Team S.Lucia Golosine perche non lo ancora visto, è sicuramente la sorpresa di questo inizio di stagione e domenica saremo di scena proprio al comunale di Santa Lucia. Di sicuro è una squadra che ha una base solida con giocatori di provata esperienza e giovani molto interessanti del loro vivaio”.

Come è cambiato il Caldiero dallo scorso anno?
"E' cambiato molto poco, sono partiti Bez, Leardini, Riva, Ronconi, Gelain e Dusatti e abbiamo preso Alex Sabaini dall'Ambrosiana, Maicol Bonetti dal Lugagnano e Mattia Falchetto e Lorenzo Zerbato dal Legnago Salus. Stiamo dando continuità ad una rosa che l'anno scorso ha chiuso bene arrivando al 3° posto dopo aver perso 5 volte nelle prime 7 gare. La società ha avuto il merito di non cambiare il mister in quel momento difficile. Roberto Piuzzi è un mister aziendalista, che lavora con i giovani e a lungo periodo. E' un allenatore bravo a lavorare sul campo e abile a migliorare le doti dei nostri ragazzi, l'anno scorso il suo buon lavoro ci ha permesso di vendere il nostro classe 2000 Giacomo Righetti all'Hellas Verona. Piuzzi che si avvale di uno staff molto professionale, formato dai suoi due secondi Francesco Boron e Giampaolo Bazzoni, dal preparatore atletico Fabio Gaspari, dal preparatore dei portieri Paolo Riccardi, dal team Manager Ivan Miraglia e dal fisioterapista Anwar Kalil".

Come ti trovi Fabio qui al Calcio Caldiero Terme?
"E' una società ben organizzata dove si può fare del buon calcio in maniera oculata, senza voler strafare o voler fare il passo più lungo della gamba. Nessun giocatore viene da fuori Verona e quindi non spese extra calcistiche. Abbiamo un presidente splendido che segue molto anche il settore giovanile e che non alza mai la voce, uno che non vive solo dei risultati della Prima squadra ma che segue man mano la crescita dei giovani gialloverdi, sia umana che tecnica, diciamo che il suo è un grande lavoro anche a livello sociale a favore dei giovani del suo paese per tenerli lontani dai pericoli della strada. Giovani che poi troveranno lo sbocco in Prima squadra come il nostro 2000 Jacopo Girardi, Gabriele Corso e Ivan Busetto, entrambi classe 1999".

la redazione di www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1651)