ULTIMA - 13/12/18 - IL SUPERLATIVO CALDIERO E' LA PRIMA FINALISTA DI COPPA ITALIA

Si è giocato ieri l'incontro di ritorno delle Semifinali della Coppa Italia Dilettanti, fase regionale, fra Nervesa e Caldiero. Partita che all'andata al campo comunale “Berti” di Caldiero aveva visto i termali di mister Cristian Soave pareggiare 1 a 1 con il gol del centrocampista classe 1992 ex Arcella Francesco Peotta e la risposta del Nervesa
...[leggi]

ULTIM'ORA

7/11/17
IL PORTIERE ZAMBERLAN (S.VITALE 1995) SEGNA CONTRO LO SPORTING

Avremmo voluto accostare il gesto compiuto domenica scorsa 5 novembre dall’estremo difensore dei vicentini del San Vitale 1995, Giulio Zamberlan, classe 1994, a Taibi, o, se volete, a Rampulla, ma, nella sua impresa balistica – tiro cost to cost – non c’era la viva partecipazione che ha accompagnato i gol dei suoi più illustri colleghi, rispettivamente “guardiani dei fari” di Reggina e Cremonese. Nel girone “C” di Seconda categoria, eravamo arrivati circa al 65° minuto di gioco, quando a Badia Calavena i padroni di casa dello Sporting Club erano fermi sull’1 a 1 in ragione del gol dei vicentini segnato da Giody Pellizzari, classe ’91, e del pareggio firmato da Daniel Rizzin, classe 1993, ex A.C. Tregnago, nipote dell’ex presidente dei giallo-blu alto-valligiani Gabriele Rizzin.

Poco prima dell’impresa che Zamberlan – ex Montecchio Maggiore, con presenze nei bianco-rossi vicentini anche in serie D, e da un paio di stagioni in forza ai nero-verdi sanvitaliani – si accingeva a compiere, una pericolosa conclusione offensiva degli abbadiensi di mister Luca Corradini non si tramutava in rete perché la sfera beffardamente non trovava come ultimo baluardo Zamberlan, bensì la pozzanghera formatasi proprio sulla linea bianca della porta. Sugli sviluppi del rinvìo, molto lungo, era lo stesso numero uno dei biancazzurri berici del presidente Graziano Meggiolaro, Giulio Zamberlan, a sorprendere il collega dirimpettaio Alessio Pallotti, classe 1996, ex San Martino-Speme. Il quale, disturbato in uscita da un paio dei suoi “angeli custodi” della difesa, nulla poteva sull’insidioso proietto. La palla terminava la sua beffarda quanto insolita parabola accarezzando la faccia inferiore della traversa, prima di insaccarsi definitivamente in fondo alla rete. Davvero un "golasso" raro a vedersi nei campi della nostra provincia!

Forse, un gol così il portiere del San Vitale 1995 non ne farà mai più, ma, resta lo stesso la soddisfazione per chi ha compiuso l’insolita impresa di aver guidato, trascinato i propri compagni al colpaccio fuori casa di 2 a 4 da parte dell’undici ospite allenato da mister Serafini. Ora il San Vitale ’95 si trova a metà classifica  con i suoi 13 punti raccolti in 9 gare, a fronte dei 4 ottenuti in altrettanti incontri degli ospiti dagli abbadiensi del presidentissimo Igor Zocca, penultimi, a +3 dal Gazzolo 2014, e a -1 dalla matricola pluristellata giallo e blu, il Bo.Ca. Junior di Bonaldo di Zimella.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it









Visualizzato(1388)