ULTIMA - 21/5/19 - MARCOLINI SCARPA D'ORO, PASSARIELLO SUPER-BOMBER DI TERZA

Si sono chiusi tutti i campionati dilettantistici della nostra provincia dall’Eccellenza alla 3^ categoria che hanno laureato i nuovi capo-cannonieri dei vari gironi e la nuova scarpa d’oro 2018-19, queste tutte le classifiche finali. In Eccellenza, dove si sono giocate 32 partite, chiudono appaiati in vetta a 16 reti Mariano Mangieri del Pozzonovo ed
...[leggi]

ULTIM'ORA

17/11/17
MONTRESOR (BUSSOLENGO): “CON PIENAZZA RITROVATA L’ARMONIA”

Classe 1956, Emilio Montresor è la nota, il colore, il motivetto che non cambia dal 1995: e senza interruzioni. “So di rappresentare una società” spiega “un movimento calcistico che ha dei buoni numeri. Noi cerchiamo, soprattutto, per i più piccoli, di dare un’educazione pedagogica, e in questa nostra opera l’Amministrazione comunale ci deve capire”.

Più di 300 i tesserati in rosso e verde “abbiamo più bambini di quelli che che i nostri spazi ci consentono di accogliere” sostiene Montresor e un nuovo mister – il corniciaio Roberto Pienazza, classe 1967 -, ex F.C. Valgatara, al timone da qualche settimana della Prima squadra: “Eravamo partiti con Franco Venturelli, mister dei nostri Juniores Regionali, una persona valida e preparata, profondo conoscitore della nostra piazza, ma, poi, abbiamo deciso che fosse meglio affidare il volante a mister Pienazza il quale ha fatto ritrovare subito l’armonia nel gruppo, ha fatto rinascere l’entusiasmo, la voglia di giocare a calcio. Sta lavorando molto bene,  perché allena in modo efficace, divertente, riscuotendo la partecipazione-collaborazione di tutti gli elementi a sua disposizione”.

Qual è ora l’obbiettivo, dopo tanti anni di guida Franco “Ferguson” Tommasi? “Dopo  quasi una ventina d’anni, all’inizio del campionato pensavamo di poter migliorare il piazzamento dello scorso maggio. Purtroppo – ed è già il cambio a testarlo – siamo partiti male ed ora il traguardo principale è il raggiungimento della salvezza. Ci manca il filotto di risultati utili consecutivi, quello che ingenera nel gruppo autostima e voglia di andare avanti. Poi, si sa che nel calcio, come nella vita, se non hai quel briciolo di fortuna che serve, non vai tanto distante; e noi attualmente accusiamo alcuni infortuni importanti”.

Rispetto alla passata stagione, com’è il Bussolengo calcio?
“Quasi la metà è rappresentato da persone nuove, provenienti da altre realtà, altri componenti, invece, sono stati riconfermati. Un paio di elementi dei nostri Juniores Regionali fanno parte della “rosa” della Prima squadra. Stiamo pagando, oggi come oggi, l’inesperienza di alcuni nostri giovani “promossi” in Prima categoria”.

Quattro i punti negli ultimi 180 minuti di gioco: il malato si sta alzando dal letto? “Mah, domenica prossima, al “Paolo Maggiore”, saremo  difronte alla capolista Pedemonte: importante è non perdere l’imbattibilità fino ad ora ottenuta! Delle avversarie che ho visto, in quanto ho saltato per motivi familiari alcuni incontri, mi ha impressionato il Pgs Concordia di mister Bozzini, squadra molto quadrata, con un difensore alto quasi due metri e un centrocampo davvero molto valido. Solo due volte siamo stati messi sotto, contro il CastelnuovoSandrà e con l’Arbizzano, ma per fortuna ne è passata di acqua da allora!”

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1396)