ULTIMA - 18/2/19 - GRANDE GESTO DI FAIR PLAY DEL SAVAL MADDALENA

Grande gesto di fair play, che difficilmente si vede nei campi di calcio dilettantistici, quello accaduto ieri prima della gara fra la capolista Pieve San Floriano e il Saval Maddalena del presidente Flavio Massaro, squadra in piena lotta per una poltrona play-off nel girone A di Terza categoria. I biancazzurri locali avevano in distinta ben tre giocatori
...[leggi]

ULTIM'ORA

30/11/17
NICOLA AVESANI (S.G.LUPATOTO), IL BOMBER PER TUTTE LE STAGIONI

E’ un campionato livellato e divertente, per il bomber classe 1991 del San Giovanni Lupatoto Nicola Avesani. Sono ben sei le stagioni che indossa con lustro e mestiere la maglia biancorossa. L’arte di mettere la palla nelle porte avversarie lui la conosce da tempo. Di carattere spontaneo e determinato, Nicola è uno che non molla mai. Quando è in campo, con le sue giocate ubriaca i difensori avversari e assapora spesso la gioia di far goal.

E’ dispiaciuto in queste ore per l’esonero di mister Lucio Manganotti avvenuto questa settimana. Per adesso va in panchina il mister della formazione Juniores, il cugino Andrea Manganotti. "Rispetto la decisione della società - dice Nicola -. Lucio che era arrivato un anno e mezzo fa è un tecnico bravissimo. Sa insegnare calcio alla perfezione e sa leggere con attenzione le partite. Mancherà sicuramente a tutti noi giocatori. Mi hanno dato fastidio le voci che sostenevano che ben otto giocatori non erano più con il mister. Lo nego nella maniera categorica, ve lo assicuro".

Convive con Francesca che gli ha regalato uno splendido bimbo di 18 mesi che si chiama Christian. Il suo papà ha pronti già messi via i regali per Santa Lucia. Lavora come operaio in un azienda metalmeccanica al Vallese. In attacco, con la maglia del San Giovanni, si trova alla perfezione con le altre due punte, il giovane ma talentuoso Michele Garzetta e l'ex Albaronco Santhos Corazza. Nicola vuole provare a fare le carte al girone A di Promozione. "Direi che l’attuale classifica, dopo 12 partite giocate, è veritiera. L’Alba Borgo Roma, che tiene le distanze ed il comando, è una squadra rodata con diversi elementi di provata capacità. Mi piace molto il Longare Castegnero, una formazione pimpante e molto forte in tutti i reparti. Ma ci siamo anche noi, che siamo secondi, la Montebaldina e l'Aurora Cavalponica. Stiamo però attenti alla rincorsa di Garda ed Albaronco. Insomma la classifica è sempre cortissima ed incerta. Se vinci o se perdi due partite può salire in alto o scendere in basso. In fondo sarà battaglia fino alla fine come è logico. Il Castelbaldo non merita assolutamente la graduatoria attuale, so che farà vari ritocchi alla riapertura del mercato di dicembre. Virtus, Lugagnano ed il rinnovato Croz Zai di mister Peter Taccardi, dovranno invece sudare per salvarsi. Insomma un campionato che è molto avvincente".

Con 20 goal, come l'Aurora Cavalponica, il San Giovanni Lupatoto vanta un attacco micidiale. Meglio di lui ha fatto solo la Montebaldina Consolini (con 27) del marocchino Mohammed Rkaiba che è arrivato già in doppia cifra con 10 reti. Sempre secondo anche nella classifica della miglior difesa con 11 reti subite. Al primo posto c’è l’Aurora Cavalponica di mister Flavio Carnovelli con solo 9 reti subite. Davide Falavigna del Cadidavid è il capocannoniere del girone con 11 centri, Nicola Avesani ha già segnato 7 reti ed il compagno di squadra Corazza è a 6 centri.

E’ uscito, qualche tempo fa, un prezioso libro di Cristian Canazza, Franco Lerin e Carlo Fontanelli che riviveva le gesta biancorosse. Una società, quella di San Giovanni, molto antica e nata nel 1912. Giovanni Battistoni è il personaggio più rappresentativo, a lui è intitolato il campo di gioco casalingo. Nato nel 1910 a San Giovanni, il centrocampista ha giocato in serie A nel Padova, Inter, Bari, Sampierdarena Liguria e Genoa ed ha vestito anche la maglia della Nazionale. Il 4 febbraio del 1940 Giovanni, in uno scontro di gioco, nella partita tra Genoa e Milan, subì la frattura della tibia e non giocò più a calcio. "Domenica - chiude Nicola Avesani - andremo a far visita alla Polisportiva Virtus, una gara che sulla carta è certamente non facile. Noi vogliamo fare punti per rimanere secondi e loro per uscire dalla zona calda. Ci piacerebbe agganciare la prima della classe. Sognare non costa nulla, il campionato è ancora lungo per tutti".

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1420)