ULTIMA - 26/3/19 - PERDE LA VITA IN MOTO IL CAPITANO DEL MERLARA CANEVAROLO

Incidente mortale ad Ospedaletto Euganeo. Ieri sera alle ore 19 circa, Matteo Canevarolo, ragazzo di 44 anni di Saletto di Borgo Veneto era in sella alla sua Ducati Monster e stava rincasando dopo una giornata di lavoro (era un odontotecnico), quando si è improvvisamente schiantato contro la fiancata destra di un furgone che stava svoltando per entrare in un
...[leggi]

ULTIM'ORA

10/12/17
BOMBER GIACOMO CORDIOLI: “GAZZO, CHE ANDATA!”

E’ il bomber che sicuramente sarà decisivo per le sorti dei suoi Boys Gazzo. Il gruppo – e, davvero di gruppo e non di formazione si parla dei maccacaresi! – è in una lusinghiera posizione Uefa, che la pattuglia biancazzurra avrebbe sicuramente sottoscritto alla vigilia del Torneo. “Siamo contentissimi del campionato fino ad ora svolto” dichiara soddisfatto bomber Giacomo Cordioli, classe ’88, e 6 i gol al suo attivo.

“L’obbiettivo primario” aggiunge l’avanti “resta sepre la salvezza e i 41 punti, quale cifra da migliorare rispetto i 40 toccati l’anno scorso”. I Boys Gazzo del presidente Marco Alberto Magro, di  mister Matteo Gobbetti, del diesse Doriano Guandalini, adesso come adesso occupano il lusinghiero 5° posto, avendo totalizzato 22 punti in 13 gare.

“Ho calcolato che dall’Eccellenza alle Seconde categorie, siamo l’unica squadra di Seconda categoria, dopo l’ancora imbattuto Montorio (girone “C” sempre di 2^ categoria) e Pescantina Settimo e Real Lugagnano (girone “A”), ad aver subito il minor numero di sconfitte: una sola. E, fatalità, al 95mo, a Maccacari, e per mano, oltretutto, della capolista SanguinettoVenera”.

SanguinettoVenera, che, a giudizio del bomber-bancario, resta la candidata numero uno nella corsa al titolo di Prima categoria: “Ha troppi punti di distacco, e, se continuerà a tenere ‘sto ritmo, non subirà concorrenza. La rivelazione? Credo proprio noialtri e l’Aurora Marchesino, una matricola ben disposta in campo”.

Ai play off un pensierino lo fate anche voi?
“Come no! Però, dobbiamo prima di tutto raggiungere i famosi 41 punti. Siamo lì, proveremo a costruire qualcosa di importante da adesso fino a tutto il ritorno”.

Maccacari è un po’ il vostro fortino: inaccessibile!
“No, quest’anno e fino ad ora non è proprio così: cifre alla mano, abbiamo paradossalmente fatto più punti in trasferta che in casa. Certo, nel girone di ritorno dovremo far ritornare il 12mo uomo nostro in campo l’impianto sportivo Comunale di Maccacari”.

Il giocatore dei Boys che più è cresciuto in questo primo spicchio di Torneo? “Alberto Carbognani, centrocampista, classe ’92, da 3 stagioni consecutive con noi, e con poco minutaggio (pochissime presenze nei primi 2 anni!). Ebbene, complice anche l’infortunio capitato a Mattia Princivalle, ora Alberto  gioca titolare. E’ da ammirare la sua grande passione, la sua tenacia e la sua pazienza. Austine? Bè, lui è una conferma gradita, già lo si conosceva”.

E’ scomparso, recentemente, un personaggio cui devi qualcosa… “Sì, il mio pensiero e il mio omaggio in questo momento  va a Giancarlo Cucco, l’uomo che mi ha voluto alle giovanili del Legnago Salus. Lo avevo rincontrato la passata stagione a Vigo, in veste di Responsabile del Settore Giovanile bianco-granata, ma, la sua immatura scomparsa mi ha raggelato il sangue, mi lascia impietrito”.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1281)