ULTIMA - 22/3/19 - COMPOSTI I GIRONI DEL 26° TORNEO “ELIO MONTRESOR”

Si è svolto allo Stadio “Avanzi” il sorteggio dell'attesissima 26esima edizione del Torneo “Elio Montresor” alla presenza dell’Assessore allo Sport del Comune di Verona Filippo Rando, del Presidente della 5^ Circoscrizione Raimondo Dilara, del Presidente della Commissione Sport Marco Padovani e del Consigliere regionale FIGC Mario Furlan. Il Torneo,
...[leggi]

ULTIM'ORA

14/12/17
TAVELLA: “PER IL ROVERCHIARA E’ INIZIATO UN NUOVO TORNEO!”

L’ASD Roverchiara, matricola del girone “D”di Seconda categoria, ha pagato a prezzo abbastanza salato il dazio d’ingresso nella nuova categoria che è stata raggiunta dopo aver conquistato in primavera la Coppa Verona di Terza categoria. Ora, anche in seguito all’avvicendamento tecnico Denis Guerra-Damiano Crisci, i “verde-blu del basso Adige” stanno trovando la quadra e stanno acclimatandosi al nuovo palcoscenico. “Il gruppo dei giovani” spiega mister Guerra “è giovane e mi permette di lavorare bene, anche se ho dovuto lavorare anche sul fiato, ripartendo quasi da zero. La società è piccola, ma non ti fa mancare assolutamente nulla. Gli ultimi arrivi dicembrini – bomber Stefano Fanari dal Vigo, il portiere Roberto Cuoghi dal Concamarise, e i due classe ’97 dall’Albaronco, Luca Dall’Oca e Franceschetti, hanno elevato la qualità della “rosa”. Ho cambiato la posizione in campo a qualche giocatore e il lavoro iniziato sta pian pianino dando i suoi frutti”.

Il Roverchiara deve fare i conti con le sabbie mobili della classifica…
“Ce la giocheremo con Villabartolomea, Coriano (stretto l’1 a 1 all’”Eraldo Bottacini” per noi), la Bonarubiana (la incontreremo alla 16ma), il Cà degli Oppi e Bonavigo. Il nostro problema più grande è l’approccio mentale che i ragazzi devono avere alla domenica, e poi non scoraggiarsi mai quando si sbaglia qualcosa. Però, devo dire che siamo una delle poche squadre che sa giocare con palla a terra. Bomber Manuel Rogano non ha nulla a che vedere con questa categoria: è molto forte, ha i movimenti del vero calciatore!”

Quale avversaria ti è particolarmente piaciuta?
“Come quadratura, il SanguinettoVenera ha qualcosa di più delle altre; poi, ha un Bersani che è un “signore della difesa”. Non mi ha detto nulla il Concamarise dai grandi rilanci e dai grossi nomi. La mia personale teoria sul calcio è che non si deve vincere il campionato comprando questo o quest’altro giocatore importante, ma, dando alla squadra una sua idea di gioco”.

La rituale cena di Natale, consumata al  ristorante “Volo leggero”, ad Isola Rizza, assieme alle forti ragazze del volley guidate da Anna Chiara (a proposito, due di loro recentemente hanno conseguito la laurea: complimenti!), è servita anche come pretesto, occasione per fare un veloce bilancio del primo round del campionato. A farlo è stato il grande anfitrione, il presidente Loris Tavella, con tanto di berrettino rosso e bianco con ponpon di Babbo Natale issato sul capo dalle graziose pallavoliste, forti nel loro Torneo di 3^ Divisione: “Il nostro vero campionato” ha detto Tavella “è iniziato con l’arrivo degli acquisti fatti da qualche settimana al mercato di dicembre. Lo scotto dell’ingresso in Seconda categoria ritengo che l’abbiamo già pagato ed anche a caro prezzo. Ora con mister Guerra possiamo contare su un allenatore di esperienza, che ci può trascinare lontano dai fanghi della bassa classifica”.

“La grande soddisfazione provata da noi dirigenti – la spassosa macchietta del gruppo è “El Cino”, al secolo Lorenzino Salgarello -  e dai nostri appassionati quanto silenziosi volontari è aver visto che i giocatori più rappresentativi, quali Rogano ed Hamza El Garraoui, corteggiatissimi da club di categoria superiore, non hanno voluto abbandonare la nave nel pericolo, rimanendo con noi a remare verso la conquista della permanenza in Seconda. Si sono mostrati dei veri uomini e meritano la grande stima di tutta l’ASD Roverchiara. I 4 acquisti – Fanari, Cuoghi, Franceschetti e Dall’Oca – sono tutti di qualità e ben mirati al raggiungimento del primario obbiettivo: la salvezza”.

E, sempre il milanista Tavella, aggiunge: “Come società siamo giovani, ma in graduale evoluzione. Ottima è la collaborazione con gli Amatori Roverchiara, ora, in campionato, continuiamo ad andare avanti, festa dopo festa, in punta di piedi, rispettando tutte le avversarie, ma consapevoli che nessuna è imbattibile, vedi la vittoria riportata da noi sul forte Atletico Vigasio. Vedere, infine, nel giorno dell’Immacolata (8 dicembre) che nei nostri impianti si allenavano 22 giocatori è stato per noi dirigenti il più bel premio a tanti sacrifici ed ore spese quasi tutti i giorni dal mese di luglio sul campo sportivo”.
 
Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1506)