ULTIMA - 23/5/19 - MISTER ANDREA CATURANO LASCIA IL GIOVANE POVEGLIANO

Dopo sei anni di stretta collaborazione, le strade del Giovane Povegliano e di Andrea Caturano, prima diesse e poi mister, si dividono, come lui stesso ci conferma: "Ci siamo lasciati con una bella stretta di mano amichevole, con decisione unanime. Ho voglia di intraprendere nuovi progetti e nuove ambizioni. Faccio un grosso in bocca al lupo
...[leggi]

ULTIM'ORA

15/12/17
PRO SAN BONIFACIO: “TROPPI PAREGGI, I…FATTORI DEVONO TORNARE!”

Un Torneo, tra i più difficili, impegnativi degli ultimi 15 anni, il girone “B” di Prima categoria, e una squadra – la Pro San Bonifacio – di mister Marco Burato e del dirigente Claudio Fattori – la quale soffre di pareggite acuta. “Deteniamo” spiega Fattori “il primato di pareggi (ben 7) del nostro girone e la fortuna non è che nei casi di bottino spartito in maniera uguale con gli avversari ci abbia sorriso, eh! Comunque, mancando ancora 16 gare al termine della stagione sportiva (ndr), confidiamo di riscuotere maggiore credito nei confronti della dea bendata da qui a maggio del nuovo e prossimo anno”.

Infatti, siete corsi ai ripari dicembrini…
“Sono arrivati la punta Massimiliano Gramegna, dalla Scaligera, al posto del giovane avanti Jacopo Dall’Omo, passato al Bo.Ca. Junior, matricola di Seconda categoria. Dall’A.C. Oppeano arriva anche il difensore, classe ’95, Filippo Bragastini. Forse, prima dell’ultima ora è previsto qualche altro colpo ancora!”

La sorpresa del vostro girone e la squadra che ha offerto il miglior calcio? “La sorpresa direi che è l’Isola Rizza, mentre per quanto riguarda il miglior calcio, metto sullo stesso piano Nogara calcio, Valdalponeroncà e lo stesso Isola Rizza”.

La delusione di questo primo round stagionale?
“Non mi permetto di pronunciarmi, perché anche noi potremmo trovarci in una simile situazione, e, per esperienza, so cosa significa lottare per strappare il punticino nel finale del campionato. Noi abbiamo dei limiti in fase di approccio di alcune gare e se, manteniamo alto il livello di concenrtrazione, possiamo batterci alla pari contro tutte. In caso contrario, finiamo per subire l’iniziativa avversaria e il maggior slancio di chi incontriamo. C’è da dire” aggiunge Fattori “che la “rosa” della Pro Sambo è stata messa insieme un po’ in ritardo, ma la qualità e i nomi per far bene li abbiamo tutti”.

Cos’è che le dà sicurezza, le infonde fiducia per il futuro girone di ritorno della Prima squadra? “La stima dello staff tecnico, a partire da mister Marco Burato per finire al suo vice Sorgente; con la loro esperienza garantiscono sicuri benefici per la nostra squadra”. 

Qual è il giocatore della Pro Sambo che la sta sorprendendo fino ad ora? “Anthony Gambin: sta dimostrando il suo vero potenziale offensivo. E, poi, confido molto nei nostri giovani, frutto del nostro fiorente vivaio, e nostro vero futuro. Dobbiamo però dare alle nostre giovani promesse il tempo di crescere, non bisogna bruciarle in fretta e furia”.

Bene il vostro vivaio, in quanto in tutti i tornei giovanili vi state facendo davvero onore, meglio ancora il calcio femminile… “Siamo primi in serie B con il calcio femminile e alle ragazze giungano i più sinceri complimenti per lo splendido campionato che stanno conducendo, oltre, ovviamente, agli auguri di buone feste. Grazie anche a tutti gli sponsor, i quali ci consentono di  portare avanti la macchina del calcio, di attivare il nostro movimento, che, oltre alla quantità, cura molto la qualità e l’aspetto comportamentale dei nostri iscritti”.

Ci avvicinaimo alle festività natalizie, cosa si sente di augurare?
“Innanzitutto, colgo l’occasione per porgere le più sentite condoglianze alla famiglia Giarolo per la scomparsa del caro nonno Renzo, nostro fedele e prezioso collaboratore, recentemente mancato. Poi, auguriamo a tutti i nostri collaboratori, dirigenti, sponsor e giocatori di trascorrere le feste all’insegna della serenità. Siamo, in tutto, un movimento di circa 350 tesserati, e una società aperta a chi vuole coronare nel paese di San Bonifacio il sogno della fusione di tutte le altre realtà che fanno calcio. Siamo aperti al dialogo e disponibili a tutte le soluzioni indicate per realizzare questo progetto di unione, non esclusivo, ma molto inclusivo tra società che amano la stessa disciplina sportiva”.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1668)