ULTIMA - 26/5/19 - TUTTI I VERDETTI DEGLI INCONTRI DI OGGI

Nel ritorno dei play-out di serie C, la Virtus Verona di mister Gigi Fresco cade 2 a 0 a Rimini e torna in serie D, dove andrà a fare compagnia all'Ambrosiana e al Villafranca, che si sono salvate ai play-out, e al Vigasio e Caldiero promosse quest'anno dall'Eccellenza. Nel campionato di Promozione, l'Albaronco perde al 3° turno
...[leggi]

ULTIM'ORA

28/12/17
FEDERICO ZAMBON: “IL VALDALPONERONCA’ PUNTA SULLA QUALITA’”

Ha 30 anni (classe 1987), e da alcuni anni ha le idee chiare su come far crescere forte e sano il già rigoglioso vivaio dell’SSD ValdalponeRoncà. Parliamo di Federico Zambon, coordinatore del Settore Giovanile nonché allenatore dei Giovanissimi “A” del 2003: “Stiamo portando avanti, con decisi e graduali miglioramenti, l’annata ereditata l’anno scorso. Si registra un buon processo di crescita all’interno di un movimento che sfiora i 350 tesserati e che annovera ai Tornei della Federazione ben 15 compagini”.

Insomma, una crescita qualitativa sia a livello individuale che di gruppo, di collettivo di tutto il vostro vasto movimento calcistico: “Ci siamo qualificati alla fase Elite con i Giovanissimi “A”, riscontrando la crescita graduale sia dell’individuo che del gruppo, e vivendo anche delle belle sorprese, quali la conferma dei più attrezzati tecnicamente e lo sviluppo sensibile dei più volonterosi. Siamo in perfetta linea con la filosofia societaria, che punta alla crescita qualitativa del vivaio, avvalendosi sempre di più di tecnici patentati, qualificati e di maturata esperienza. I quali devono prendere in seria considerazione non solo l’aspetto tecnico e tattico, ma pure quello  etico, educativo e comportamentale degli stessi atleti”.

Federico Zambon, rampollo di una famiglia che da ben tre generazioni imbottiglia dell’ottimo vino coltivato soprattutto nella zona di Roncà, riconosce al presidente dei monscledensi, il dottore commercialista Emilio Cavazza, il merito di aver dato questa nuova svolta, questa nuova immagine al vivaio societario: “Un’altra operazione intelligente, che si è fatto all’interno dell’SSD ValdalponeRoncà, è l’affiliazione con l’Hellas Verona, operazione guidata da Massimo Soffiati”.

E, vediamo più nel dettaglio  la suddivisione degli atleti in squadre: “Annoveriamo, come già detto, 15 squadre, dai Piccoli Amici (2013 fino ai Pulcini 2009-2007), una di Esordienti 2005-06, due di Giovanissimi (“A” del 2003 e un’altra del 2004), una di Allievi Provinciali delle annate 2001-02, una di Juniores Regionali, i quali stanno facendo davvero molto bene e sono guidati da Martìn Sandro”.

Cosa rappresentate per l’intera vallata dell’Alpone?
“Il polmone calcistico più grande, con una media comportamentale e di risultati  – dalla Prima squadra che milita in Prima categoria girone “B” fino ai più piccoli – davvero alta. Mettiamo a disposizione ben 3 pullmini per permettere ai ragazzini più lontani (Vestenanova, Lonigo) di poter fare calcio sui nostri splendidi impianti (ben 4, di nostra gestione: il principale, a 11, quello sintetico, il parrocchiale di Roncà e il parrocchiale di Montecchia di Crosara). Solo la mia squadra di Giovanissimi annovera ragazzi che provengono da Montecchia, da Roncà, da Gambellara, da Monteforte d’Alpone e da San Giovanni Ilarione”.

A garantire ulteriormente il successo della vostra operazione giovanile anche la trovata unione tra le due società divise un tempo da antiche rivalità: “Sì, Roncà e Valdalpone oggi sono un unico corpo. E, questo lo hanno capito per primi i genitori, i quali si adoperano al meglio per far gruppo e con la loro partecipazione attiva, costruttiva alla vita della società. Rendendo, in tal modo, le cose più semplici per i loro figli, perché li mettono nelle condizioni migliori, ideali per esprimersi e per poter convivere e condividere due ore di sano sport”.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1336)