ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

ULTIM'ORA

18/1/18
TOMMASO CAPPELLETTI RIVITALIZZA L'OPPEANO

LA SUA RASOIATA AL 90° COL LUGAGNANO RILANCIA IN CLASSIFICA LA SQUADRA DI MISTER STEFANO GHIRARDELLO

Non è stato facile salutare questa estate la sua Virtus, squadra che occupa il penultimo posto della classifica di Promozione con 12 punti davanti solo al fanalino di coda Lugagnano a 10. Ma il centrocampista dalle giocate fulminee classe 1992 Tommaso Cappelletti aveva voglia di voltare pagina alla ricerca di nuovi stimoli. Così ha scelto di giocare nell'Oppeano del presidente Sergio Mustoni e domenica scorsa è stato il protagonista dei biancorossi segnando al 90° il gol decisivo contro il Lugagnano grazie ad una precisa sciabolata che ha lasciato esterefatto il portiere avversario del Lugagnano Matteo Segattini. L'Oppeano, grazie al suo goal, ha vinto la sfida ed ha fatto un nuovo triplo balzo in classifica. Ora è sesto con 26 punti a -1 dalla zona play-off e a soli 6 punti dalla vetta.

Tommaso, laureato in scienze motorie, è stato lusingato dall'abbraccio dei propri compagni dopo la sua marcatura e dai grandi complimenti a fine gara.
Per lui conta solo far goal ma essere sempre al servizio della squadra. Cappelletti ha le idee chiare, vuole provare a centrare quest'anno l'accesso ai play off con il suo Oppeano: "La scelta di salutare la Polisportiva Virtus è stata a lungo meditata, ma avevo voglia di nuovi stimoli e di percorrere nuove strade. Mi è piaciuto il progetto della dirigenza dell'Oppeano messo in cantiere questa estate, fare benissimo cercando di trovare l'amalgama giusta. Direi che ci stiamo riuscendo, siamo in lotta per i play-off e la cosa mi piace molto. Ci proveremo fino alla fine". 

Sta costruendo qualcosa di importante mister Stefano Ghirardello, ex calciatore professionista che in carriera ha girato lo stivale in lungo ed in largo. Ha una rosa formata da tanti giovani di belle speranze e da atleti più esperti e di sicuro affidamento come Alessandro Antonioli e Marvin Favalli. Tommaso conosceva già Francesco Caldana, Marco Piccoli e Marco Nizzetto, quindi per lui è stato più facile scegliere Oppeano. "Sto molto bene qui, mister Ghirardello è bravissimo a guidarci in campo e a regalarci preziosi consigli durante la settimana. Mi è piaciuta tantissimo l'attuale capolista, la neo promossa San Giovanni Lupatoto del presidente Daniele Perbellini. Ma ritengo molto quadrate anche l'Aurora Cavalponica, che quando lo incontrata mi ha fatto davvero un ottima impressione, senza dimenticare l'Alba e l'Albaronco. Ma potrebbe sorprendere tutti il Garda di mister Paolo Corghi. Il campionato è molto equilibrato e penso che i verdetti li sapremo solo all''ultimo minuto dell'ultima giornata. Se continuamo così ed incameriamo diversi risultati utili e consecutivi, possiamo scalare in fretta la classifica".

Da due anni veste il ruolo di centrocampista, ruolo che ama moltissimo. "Prima facevo la prima punta poi mi hanno fatto provare l'ebbrezza di giocare in mezzo al campo e sto esprimendo le mie potenzialità. Parto da dietro e posso fiondarmi meglio a rete o porgere assist invitanti per i miei compagni. Carburo come un motore diesel, quando sono a pieni giri - e ride - sono dolori per tutti butei".

Non vuole allentare la morsa il “Cappe”, domenica prossima si va a Caprino Veronese, in casa della Montebaldina Consolini. "Non sarà facile battere i ragazzi di mister Gambini. Hanno davanti un punta di categoria superiore, il marocchino Rkaiba. Noi dobbiamo mantenere la calma ed esprimere il nostro gioco ficcante e prepositivo, poi staremo a vedere come finirà".

Tifa Juve da sempre è stato già tre volte all'Allianz Arena di Torino. "I colori bianconeri, che volete farci, mi prendono troppo. Speriamo che la Juve vinca il campionato. Quando guardo i giocatori bianconeri in campo provo a carpire i loro segreti. Amo giocare al calcio e la domenica provo sempre a ritagliarmi il mio spazio in campo". Ci sa fare Tommaso, il conto alla rovescia per coronare una nuova impresa con l'Oppeano è già partito. Nel girone di ritorno ne vedremo sicuramente delle belle..

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1195)