ULTIMA - 27/5/19 - IL “BONE&BARBI’S FRIENDS 2019” IN RICORDO DI 2 AMICI

Sabato 15 giugno 2019, nei pressi del Campo Comunale "B. Guglielmi" di Lugagnano, si terrà il torneo memoriale “Bone&Barbi’s Friends 2019”, in ricordo di due grandi amici scomparsi ancora molto giovani qualche anno fa. A partire dalle ore 9.30, verranno disputate partite di calcio a 7 e, novità di quest’anno, partite di green volley 4
...[leggi]

ULTIM'ORA

31/1/18
L'ANNO MAGICO DELL'ISOLA RIZZA

Sono i giorni dell’Isola Rizza. Mai, in 52 anni di storia, il club basso-veronese si è trovato in cima alla classifica di Prima Categoria e simultaneamente in ancora in lizza per la Coppa Veneto. Abbiamo incontrato, negli uffici del centro sportivo comunale di Isola Rizza, il Presidente Franco Brunelli, il Direttore Sportivo Graziano Molinari e l’allenatore Stefano Sacchetto. Il patron del club suona la carica, e alla domanda: preferite vincere Coppa o Campionato? Risponde così: “Sinceramente, puntiamo ad entrambi. C’è la giusta impalcatura per farlo. In Coppa non conosciamo gli avversari, ma anche loro non conoscono noi.. mentre in campionato il treno delle seconde va molto forte. Non mollano”. Già, Presidente, ma chi sono le inseguitrici più ostiche? “Di sicuro il Nogara – sceso dalla Promozione – il Valdalpone, e il Casaleone”.

Ma, l’anno scorso siete arrivati sesti con 44 punti. Oggi dopo 19 giornate siete già a 40.. “Si, siamo salvi (ride). Di certo il valore aggiunto è rappresentato da quattro acquisti importanti che abbiamo fatto: Luca Peroni, che ricordo, viene dalla Terza Categoria, dalla Bonarubiana, poi Luca Andriani, Othmane El Qorichy e Riccardo Gusella, ci hanno aiutato moltissimo. Poi l’anno scorso, oltre ad avere un allenatore nuovo, la squadra si è un po’ adagiata, ha mollato, dopo aver visto che non c’erano più obiettivi concreti da raggiungere. Se crediamo alla vittoria finale? Certo! Io e Graziano lo diciamo da agosto, e dopo i 3 punti di domenica, contro una squadra i cui giocatori sono quasi tutti da Promozione, lo pensa anche qualcun altro..”

Già, Graziano Molinari, il Direttore Sportivo che quest’anno ha costruito una grande squadra agendo sotto le foglie. Chiedo anche a lui qual è il valore aggiunto rispetto allo scorso anno, e se conferma che l’obiettivo è vincere ovunque. “Sicuramente, come diceva il Presidente, alcuni acquisti hanno fatto la differenza.. Ma ho visto miglioramenti importanti anche da parte di qualcuno del vecchio blocco. I ragazzi sono sulle ali dell’entusiasmo, si vede da come si allenano durante la settimana. L’obiettivo? Questo è il nostro anno, io e Franco siamo partiti per vincere”.

La scaramanzia non passa di certo per Isola Rizza, quindi. Franco e Graziano scoppiano in grasse risate quando gli chiedo se sono scaramantici.. e, con tono ironico, l’arzillo diesse biancazzurro mi conferma: “Ora che siamo salvi a quota 40, puntiamo a vincere”. “È più un obiettivo che un sogno” aggiunge compiaciuto il Presidente.

Certo che 6 punti di vantaggio sulle seconde non sono pochissimi, dico io.. ci si aspettava magari qualche fastidio in più da parte di qualche squadra? Presidente? Direttore? “Sì, hai ragione. Mi aspettavo di più soprattutto dal Nogara, che è sceso dalla Promozione”, dice Brunelli. Poi, a far da contraltare, arriva Molinari, che pizzica così: “ma chi si aspettava invece un’Isola Rizza così? Pochi. Forse è perché non lo abbiamo detto a nessuno..” (risata generale.

È sera, c’è allenamento, e il Presidente e il Direttore Sportivo chiamano velocemente a colloquio l’allenatore Stefano Sacchetto, uomo pacato, sicuro, lineare e gentile. Chiedo subito anche a lui se i quattro famigerati acquisti sono il valore in più di quest’anno, e lui risponde “Sì, certamente. Due però sono state sorprese assolute (vicino, Molinari sorride compiaciuto e divertito). La squadra quest’anno è anche più amalgamata”.

Così come Bertelli al Sustinenza, anche Sacchetto si ritiene un “esteta” del calcio: “Sono contrario al pragmatismo, assolutamente. Cerco di arrivare ai risultati tramite il bel gioco, è una sfida che mi porto dietro da sempre, anche quando allenavo a Casaleone”. Proprio contro il Casaleone ci sarà la prossima sfida di campionato, domenica. Chiedo a Sacchetto: se dovessi decidere di perdere una delle prossime 11 partite.. sceglieresti quella col Casaleone, in virtù del tuo passato con il club? “Assolutamente no, domenica vinco, non concedo nulla al passato. L’anno scorso ci batterono 3 volte su 3, mentre quest’anno siamo noi in vantaggio 2 a 0.. tra l’altro nel girone d’andata, quando abbiamo vinto in casa loro, ci hanno segnato 2 gol con uno schema che ho inventato io”.

Niente sconti al passato, quindi. Nel futuro invece cosa vedi?
“Non si sa, ma spero di fare il doblete tra Coppa e Prima Categoria. So che qui tengono in primis alla salvezza, e quella l’abbiamo raggiunta, adesso dobbiamo darci da fare per arrivar fino in fondo alle due competizioni”. Vuoi ringraziare qualcuno? “Certo, il mio secondo, che conta come un allenatore, Furlani, e il preparatore dei portieri Merlin”. E noi ringraziamo il Presidente Franco Brunelli, il Direttore Sportivo Graziano Molinari e l’allenatore Stefano Sacchetto per la loro disponibilità.

Elia Faggion per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1534)