ULTIMA - 18/2/19 - GRANDE GESTO DI FAIR PLAY DEL SAVAL MADDALENA

Grande gesto di fair play, che difficilmente si vede nei campi di calcio dilettantistici, quello accaduto ieri prima della gara fra la capolista Pieve San Floriano e il Saval Maddalena del presidente Flavio Massaro, squadra in piena lotta per una poltrona play-off nel girone A di Terza categoria. I biancazzurri locali avevano in distinta ben tre giocatori
...[leggi]

ULTIM'ORA

3/2/18
VILLAFRANCA, OCCHIO AI…PISANI SULL’USCIO!

Come recita l'adagio, meglio un morto in casa che un...Pisani sull'uscio. I pisani erano, ai tempi in cui il proverbio fu coniato (ma, anche nelle Marche si usa questo detto!), i gabellieri, i riscossori delle tasse da parte dello Stato Pontificio. Ma, domani, la 20ma giornata del girone “A” di Eccellenza veneta, non proporrà proverbi, bensì il big match, quello tra la capolista Villafranca e l’inseguitore Caldiero. Le sfidanti sono distanti soltanto due punti, con il “Villa” di mister Alberto Facci in vetta con 38 punti e i “termali” dell’omologo Cristian Soave che inseguono a 36. Dietro di altre due tacche il Montecchio Maggiore.
 
Per il difensore giallo-verde Alessandro Pisani - classe 1993, cresciuto nei giovani del Chievo, passato poi in Lega Pro all’A.C. Sambonifacese di mister Flavio Carnovelli, dove ha militato anche in serie D, quindi, a Pergine Valsugana (D), infine le due stagioni in Eccellenza a Vigasio prima di arrivare all’ombra di Giunone (2° anno per lui in gialloverde) – quello che il Caldiero sta vivendo è “un momento cruciale, molto importante perché la squadra sta rosicchiando punti sugli azulgrana capolisti: “Alla boa” ricorda “El Pisa” “eravamo a -5, poi, il distacco si era dilatato fino a 7 punti, per poi ridursi domenica scorsa a -2. Loro sono forti e lo dimostra tutta l’andata trascorsa al vertice della classifica. E’ un gruppo molto solido, è il complesso più forte e completo di tutti. All’andata finì sull’1 a 1”.

Qual è il tuo compagno cresciuto in maniera esponenziale quest’anno? “Maicol Bonetti, giunto in estate dal Lugagnano, è quello che mi ha stupito di più ed è già andato in gol 10 volte; Giovanni Guccione e Lorenzo Zerbato sono per noi delle splendide conferme”.

Il Villafranca dovrà fare senza degli appiedati dal Giudice Sportivo, il centrocampista classe '90 Filippo Tanaglia e il difensore classe '94 Davide Foroni… “Sono convinto che i validi sostituti li hanno in casa. Un giocatore che non vorrei trovarmi di fronte di loro è senz’altro Stefano Bortignon. Una vita nella Virtus Borgo Venezia, due stagioni vissute con lui a Vigasio. Per l’Eccellenza, Stefano è un giocatore che fa la differenza, alla pari dei nostri Guccione e Zerbato”.

Il discorso-scudetto è riservato soltanto a voi e al Villafranca?
“In un Torneo tanto equilibrato prevedo la minaccia di chi sta andando, ora come ora, a mille, e cioè il Montecchio Maggiore. I bianco-rossi vicentini hanno punte molto forti che possono risolverti la gara da un momento all’altro, continuano a vincere e subiscono pochi gol. Hanno un esterno molto bravo e giovane ed anche Hakim Calgaro (1989) che è davvero forte e molto pericoloso sotto rete”.

Situazione scontri diretti: come è?
“Il Villafranca è leggermente avvantaggiato perché le big (mi riferisco a Vigasio e Pozzonovo) le ha già quasi tutte incontrate. Noi, invece, le incontreremo verso la fine”. Siamo sicuri che un "Guerriero della luce" come Alessandro Pisani, abituato nell'azienda paterna, a garantire fasci luminosi, sarà in grado di indicare ai compagni gialloverdi il sentiero più luminoso, magari sperando di accecare la capolista Villafranca.
 
Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1067)