ULTIMA - 22/3/19 - COMPOSTI I GIRONI DEL 26° TORNEO “ELIO MONTRESOR”

Si è svolto allo Stadio “Avanzi” il sorteggio dell'attesissima 26esima edizione del Torneo “Elio Montresor” alla presenza dell’Assessore allo Sport del Comune di Verona Filippo Rando, del Presidente della 5^ Circoscrizione Raimondo Dilara, del Presidente della Commissione Sport Marco Padovani e del Consigliere regionale FIGC Mario Furlan. Il Torneo,
...[leggi]

ULTIM'ORA

5/2/18
IL LEGNAGO HA LA MEGLIO SULLA LIVENTINA (3-2)

CINQUE GOL, TUTTI DEL LEGNAGO, PER BATTERE LA LIVENTINA. TRE PUNTI D'ORO PER CONFERMARE LA ZONA SALVEZZA

Cinque gol nella sfida salvezza al «Sandrini» fra il Legnago e la Liventina allo stadio Sandrini, cinque gol tutti firmati dal Legnago, due sfortunati autogol di Dabo e le reti di Peinado, Taylor e Zanetti per l'importante successo biancazzurro che a un quarto d'ora dal termine erano in svantaggio per 2 a 1. Con questi tre punti il Legnago conferma l'undicesimo posto in classifica, in zona salvezza alla vigilia di impegnative partite con Arzignano in trasferta e Mantova (in casa).

Legnago-Liventina è stata partita sconsigliabile ai deboli di cuore. L'allenatore Manuel Spinale schiera una formazione abbastanza logica con in panchina Cairola, Matei, Cardamone, Mangiapia, Maiese, Gulinatti, Taylor, Marchetti e Zanetti. Dopo tre minuti Liventina in vantaggio: Furlan fa il vuoto sulla fascia e conclude a rete. Il pallone sembra uscire a lato, ma Dabo per rinviare mette nella sua porta. Subito dopo Kouame crossa in area, Torri non inquadra la porta. Al 10' l'uruguaiano Peinato serve in profondità Vita il cui rasoterra esce di una spanna a lato. Al 15' azione Vita-Peinato, ma l'arbitro vede una irregolarità e ferma il gioco. Al 23' spunto personale di Vita con scatto e conclusione fuori bersaglio. Poi un cross del brasiliano Bodini cher Peresson para. Poco dopo Bodini deve uscire dal campo per uno stiramento sostituito dal fantasista Marchetti. Nel penultimo minuto di recupero il Legnago pareggia: cross di Dabo in area e perentoria inzuccata di Peinado al sesto gol in biancazzurro (5 in campionato e uno in Coppa Italia).

Nella ripresa partita che per un quarto d'ora non dà emozioni. Al 18' un cross di Pasquino e colpito di testa da Peinado, ma la palla sorvola la traversa. Al 29' Liventina ancora  in vantaggiio: scatto in profondità di Furlan che non trova ostali. Cuoco respinge corto, Soncin tira a rete, il pallone rimbalza sul petto di Dabo e termina il rete. Il Legnago non si scoraggia e al 33' pareggia: azione Peinado-Marchetti con cross in area trevigiana, c'è bagarre in area e l'australiano Taylor riesce a trovare il sinistro che non da scampo all'esperto Peresson. Al 38' Legnago in vantaggio: cross in area di Marchetti e Zanetti allunga la gamba e batte Peresson. La Liventina si getta in avanti alla ricerca del pareggo, ma Cuoco non corre grossi pericoli. Nel finale anche il portiere Peresson in area del Legnago per cercare il gol del pareggio.

Ancora una volta sono stati determinanti i cambi e la vittoria porta la firma di Taylor e Zanetti che avevano preso il posto di Marin e Vita dopo spunti di Marchetti che nel primo tempo aveva sostituito l'infortunato Bodini. Il Legnago ha avuto il merito di non scoraggiarsi mai sperando di recuperare e i cambi sono stati determinanti  per il successo. Domenica prossima trasferta ad Arzignano contro una squadra che il Legnago ha battuto due volte al «Sandrini» elimindolo il 4 ottobre nel secondo turno della Coppa Italia ai rigori per 5 a 4 e vincendo quattro giorni dopo in campionato per 2 a 1.

Negli spogliatoi l'allenatore Manuel Spinale si concede alla stampa dopo aver seguito gli allenamenti sul campo di chi non ha giocato. «Complimenti ai ragazzi - esordisce - che due volte sono riusciti a recuperare due gol subiti perchè troppo sbilanciati in avanti. Abbiamo vinto uno scontro diretto importante mettendo fieno in cascina utile per il nostro avvenire». Il presidente Davide Venturato sorride: «E' la rosa ampia di 21 giocatori che ci fa vincere con cambi azzeccati». ll direttore generale Mario Pretto: «A un quarto d'ora dal termine perdevamo per 2 a 1, abbiamo fatto tutto noi nel bene e nel male, reagendo due volte e dimostrando carattere per vincere.» Così l'allenatore ospite Dorigo: «Bravo il Legnago con cambi di alto livello, ma noi due volte in vantaggio potevamo gestire meglio la gara. I tre gol subiti sono errori individuali ed è per noi una sconfitta amara.»

Legnago (4-3-3): Cuoco, Dabo, Pasquino (35' st Cardamone), Marin (15'st Taylor), Parrino, Rizzo,Kouame, Torri (22'st Maiese), Peinado, Bodini (32'pt Marchetti), Vita (28'st Zanetti). All. Spinale
Liventina (4-4-2): Peresson, Zamuner, Gofini, Casella, Mestre, Furlan, Soncin (39'st Gullo), Fabbro, Basei (35'st Granzotto) Sutto (15'st Gullo), Gobbato) All. Dorigo
Arbitro: Sanzo di Agrigento
Reti: 3'pt Dabo (autorete), 46'pt Peinado; 29'st Dabo (autorete), 33' st Taylor, 38' st Zanetti

Aldo Navarro per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(817)