ULTIMA - 26/3/19 - PERDE LA VITA IN MOTO IL CAPITANO DEL MERLARA CANEVAROLO

Incidente mortale ad Ospedaletto Euganeo. Ieri sera alle ore 19 circa, Matteo Canevarolo, ragazzo di 44 anni di Saletto di Borgo Veneto era in sella alla sua Ducati Monster e stava rincasando dopo una giornata di lavoro (era un odontotecnico), quando si è improvvisamente schiantato contro la fiancata destra di un furgone che stava svoltando per entrare in un
...[leggi]

ULTIM'ORA

22/2/18
A.S. PARONA, 60 ANNI DI VITA E NON SENTIRLI

I BIANCOVERDI DEL PRESIDENTE RICCARDO PORTOGHESE PROSEGUONO ALLA RICERCA DELLA SALVEZZA

Senza clamori e con umiltà, l'A.S. Parona compie 60 anni dalla sua fondazione. Un percorso calcistico che è volato rapidamente, nel corso di tante primavere. Il desiderio di imporre la propria personalità, all'insegna dei giovani non è mai mutato. Era il lontano 1925 quando un gruppo di amici amanti del bel calcio, istituirono una pimpante squadra di ragazzi di Parona. Tre anni dopo partecipò al campionato provinciale U.L.I.C. nella Seconda categoria Torneo Liberi. Nel 1948, a malincuore, si è deciso di fermarsi. La guerra aveva duramente colpito anche Verona e nel dopo guerra c'era una forte volontà di ricostruire ma il lavoro mancava terribilmente. Il grande dirigente Giancarlo Fiumi, dieci anni dopo, ripropose il calcio nel quartiere avendo ottenuto la concessione del campo di calcio da parte del Comune, la rinascita era cominciata.

Oggi, in tempo di forte crisi economica, il sodalizio del presidente Riccardo Portoghese fa quello che può. Gli sponsor sono sempre di meno ed il settore giovanile biancoverde è la vera fucina di baldanzosi giovani che vogliono con talento salire in Prima squadra. Qui non esistono rimborsi e chi gioca lo fa solo per pura passione. Il vero calcio pane e salame, amato da molti, deve essere la vera essenza dei dilettanti. Danno una mano al presidente Portoghese, i due vulcanici e propositivi direttori sportivi Silvano Rucci e Federico Realdon. Sempre a caccia di ragazzi con buone velleità pedatorie è il direttore sportivo Davide Tommasi.

Discorso a parte merita il pragmatico allenatore della Prima squadra Flavio Marai che è da una vita da queste parti. Fin quando è arrivato ha sposato il progetto messo in luce dal Parona. Inserire in un gruppo ben rodato, ragazzi che provengono dal proprio settore giovanile. Il tutto sotto la completa approvazione di capitan Daniele Begnoni che recluta giocatori assieme al d.s. Davide Tommasi. Daniele, oltre a giocare, fa parte del direttivo e vive la realtà del calcio a Parona sette giorni su sette.

Un plauso anche allo staff tecnico di mister Marai composto dal vice allenatore Flavio Gasparini, dal massaggiatore Matteo Farneda e dal dirigente accompagnatore Rinaldo Pinaroli. Una sicurezza tra i pali il portierone, tra poco padre, Walter Venturini, mentre a centrocampo Matteo Mezzetto garantisce qualità, in avanti Daniele Begnoni garantisce giocate sopraffine e assist vincenti. La squadra sta lavorando sodo e la pausa di campionato ha rigenerato tutto l'ambiente. I biancoverdi sono all'ottavo posto del girone A di Prima categoria, assieme al Quaderni di mister Chieppe, a quota 30 punti, con 7 vittorie, 9 pareggi e 5 sconfitte dopo le 21 gare giocate.

Domenica prossima il campionato riprenderà con la disputa della 22^ giornata e il Parona affronterà il Valpolicella di mister Simone Cristofaletti. Afferma Riccardo Portoghese: "Il nostro primario obiettivo è una tranquilla salvezza. Abbiamo il giusto mix tra tanti giovani interessanti e giocatori più esperti. Abbiamo avuto infortuni importanti, come la punta Joshua Nyamekeh e il difensore Mirko Begnoni, fratello di Daniele, nonchè Davide Vinco, nostro centrocampista dai piedi di velluto che io stimo molto".

Intanto si sta ultimando un terzo campo a disposizione dei bambini, i tesserati del A.S. Parona che sono più di 180 e con orgoglio e fierezza si va avanti. Il presidente biancoverde considera maggiormente favoriti per la vittoria finale la capolista CastelnuovoSandrà ed il San Zeno: "Sono due ottime formazioni che stanno andando davvero forte. Dispongono di ottimi giocatori, ma come io dico sempre, il campionato è ancora lungo per tutti. L'imprevedibilità e sempre dietro l'angolo".

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(924)