ULTIMA - 23/3/19 - MICHAEL DE SANTIS (ROSEGAFERRO) CREDE NELLA SALVEZZA

Domani si gioca al 26^ giornata dei campionati dilettantistici veronesi dove comincia ad infiammarsi la lotta per il titolo e per non retrocedere. In Seconda categoria quest'anno retrocederanno solo due squadre per girone quindi i play-out vedranno impegnate solo la 14^ e 15^ squadra classificata, da questo scontro uscirà la squadra che sarà
...[leggi]

ULTIM'ORA

23/2/18
L'OLIMPICA DOSSOBUONO E’ GIUNTA AL BIVIO

E’ AL 6° POSTO E SE LA VEDRÀ DOMENICA SUL DIFFICILE TERRENO DI ARBIZZANO, UNA GARA DALL'ESITO MOLTO INCERTO. SI VUOLE LA SALVEZZA MA UNA VITTORIA RILANCIEREBBE I GIALLOROSSI IN OTTICA PLAY-OFF

Ha ritrovato l'assetto giusto, l'Olimpica Dossobuono, dopo un inizio di campionato tribulato e sotto tono. Questa estate, in campagna acquisti, era necessario rifare completamente la squadra dopo l'amara retrocessione dalla Promozione arrivata dopo aver perso a Caprino la finale play out contro la Montebaldina Consolini. Si era toccato un punto troppo basso e difficile da credere. La dirigenza giallorossa si è guardata in faccia ed è ripartita subito con nuovi progetti. Della vecchia guardia sono rimasti pochi giocatori, si è deciso di rifare quasi completamente la rosa con l'arrivo di giocatori di talento che avevano dimostrato il loro valore con altre maglie. Nuovo pure il condottiero, Lucio Beltrame, mister bravo a forgiare i giovani. Il calcio però non è mai una scienza esatta e la sinergia tra allenatore e squadra non si è andata come si pensava.

Dopo pochi mesi, con i risultati che non arrivavano, la dirigenza ha deciso di correre ai ripari ed è stato chiamato un allenatore esperto che lavora molto e di poche parole. Al posto di Beltrame è arrivato Armando Corazzoli, reduce dall'annata positiva in Promozione alla guida del Valgatara dove ha ottenuto la salvezza e conquistato un traguardo storico per il “Valga”, il Trofeo Veneto di Promozione, vinto nella finale, ai calci di rigore, contro il Vittorio Veneto Falmec. I ragazzi giallorossi con Corazzoli hanno avuto un iniezione di profonda fiducia ed hanno cambiato subito marcia. Sono arrivate così sonanti vittorie consecutive e buone prestazioni. La squadra è cresciuta in compattezza trovando maggiore equilibrio.

Ora dopo 21 giornate l'Olimpica Dossobuono sembra aver trovato la quadra, come si dice in gergo, nel difficile girone A del campionato di Prima categoria. L'obiettivo rimane quello di una tranquilla salvezza ma il rendimento delle ultime prestazioni fa ben sperare. L'Olimpica Dossobuono vanta il quarto miglior attacco con 31 centri dietro a Peschiera, San Zeno e la capolista CastelnuovoSandrà. Sono 31 anche in gol subiti dalla difesa giallorossa che è il reparto che deve essere più registrato. Ricordiamo che La miglior difesa assoluta del torneo è quella del Pedemonte con solo 15 reti subite. Ma quello che più conta, e vedere l'Olimpica che è ora proiettata in ottica play off. Ancora il numero 31 la fa padrone. Sono infatti 31 i punti raccolti in campionato che garantiscono la sesta posizione, non lontano a quota 33 c'è il Concordia al 5° posto che potrebbe dare l'accesso ai play off.

Durante le due settimane di sosta, la squadra ha lavorato bene e con profitto, sotto le direttive di mister Corazzoli. Mancano solo 9 gare alla conclusione del campionato. Un cammino che, a secondo dei diversi pareri, potrebbe essere corto o lungo. In casa Olimpica si predica calma e tranquillità, condita da un pizzico di saggezza. Solo lavorando sodo e tutti assieme si possono raggiungere obiettivi inattesi, guardando il problematico inizio di stagione. Si vuole mantenere un profilo basso, cercando di dare tutto nelle restanti gare, tutte decisive ed importanti. Mister Corazzoli è abituato a fare un passettino alla volta, partita dopo partita.

Domenica prossima l'Olimpica sale ad Arbizzano, una gara ostica e colma di insidie per tutte e due le formazioni in campo. Arbizzano che in passato è stato guidato anche da mister Corazzoli. Nelle ultime tre gare l'Arbizzano di mister Ivo Castellani ha racimolato due preziosi pareggi contro Bussolengo e Parona ma ha perso in casa per 1 a 0 contro la prima della classe, il CastelnuovoSandrà di mister Gilioli. L'Olimpica invece nelle tre partite precedenti ha pareggiato in casa del Real GrezzanaLugo, perso con il San Zeno e vinto, nella domenica prima della sosta, sul proprio manto erboso contro il Peschiera. Se l'Olimpica Dossobuono possa entrare nella griglia delle protagoniste dell'alta classifica è presto a dirsi. Il presidente Renato Campostrini vuole vedere un bel gioco che diverta i propri tifosi, per lui prima di tutto bisogna conquistare la salvezza matematica, poi si vedrà.

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it







Visualizzato(1361)