ULTIMA - 26/5/19 - PLAY OUT SERIE C: LA VIRTUS VERONA SI GIOCA LA SALVEZZA A RIMINI

Questa volta sarà davvero la partita che vale una stagione. Oggi pomeriggio con fischio d'inizio alle ore 15.00, allo stadio Romeo Neri (diretta Tv su Sportitalia) Rimini e Virtus Verona si contenderanno l'unico posto disponibile per disputare il campionato di serie C anche il prossimo anno. Si parte dall'1 a 0 dell'andata a favore della
...[leggi]

ULTIM'ORA

2/3/18
LUNARDI (B.S.PANCRAZIO): "I PLAY-OFF SONO UN MERAVIGLIOSO SOGNO"

Il girone A del campionato di Terza categoria ha visto nelle ultime giornate la grande ascesa dei bianco-viola del Borgo San Pancrazio di mister Andrea Lunardi che arrivano da tre vittorie consecutive e che dopo la vittoria esterna per 1 a 2, nel posticipo della 16^ giornata in casa del Quinzano di mister Davide Pegoraro, hanno agganciato al terzo posto a 30 punti i cugini dell'Intrepida. Le due sono ora le più dirette inseguitrici della coppia La Vetta e Avesa che comandano la classifica con 38 punti e che se il campionato finisse oggi sarebbero matematicamente promosse entrambe in 2^ categoria entrambe per avere un distacco maggiore di 7 punti dalla terza.

Abbiamo sentito il mister del Borgo San Pancrazio Andrea Lunardi che si gode il buon momento dei suoi ragazzi. "E' bello vedere il Porto così in alto in classifica, soprattutto dopo che quest'estate si è rischiato di scomparire. Se siamo rimasti vivi sicuramente è grazie all'aiuto dell'Intrepida e poi anche all'aiuto di tutti i dirigenti che hanno creduto fino in fondo che il Porto non dovesse scomparire e nello specifico della Prima squadra grazie anche ad un gruppo di giocatori che fino ai primi di luglio è rimasto in stand-by nella speranza che il Porto non scomparisse".

Che obiettivo avevate questa estate? "Abbiamo dovuto allestire, con l'aiuto del diesse Manuel Caliari e la nuova dirigenza, una squadra da metà luglio in poi, quindi non è stato sicuramente facile perchè molti giocatori si erano già accasati altrove. Penso che in tempi di record siamo riusciti ad allestire una squadra che comunque è competitiva per una Terza categoria. L'obiettivo che ci eravamo posti a inizio stagione era di fare il meglio che era nelle nostre possibilità, cosa che l'anno scorso, per diversi motivi, non abbiamo fatto. Non siamo proprio riusciti a dare un senso a quello che è stato il nostro campionato. Quindi l'obiettivo di quest'anno era solo di migliorarsi e dare il meglio di noi stessi. Se poi il meglio di noi sarà raggiungere i play-off quello davvero sarebbe un sogno, perché come dicevo prima, sembrava quasi che in estate dovessimo scomparire rd invece ora siamo lì a giocarci un posto per i play-off".

Quindi ci credete seriamente? "Sarà dura, perché le prime due, la Polisportiva La Vetta e l'Avesa, hanno allestito due signore squadre e stanno iniziando a prendere il largo, però noi siamo lì e ci crediamo. La partita di lunedì sera contro il Quinzano era fondamentale per non perdere punti in ottica play-off e ne siamo usciti bene. Ne approfitto per fare i complimenti a tutta la squadra e un grosso in bocca al lupo a Riccardo Franchini, il nostro bravo difensore centrale che lunedì purtroppo si è rotto l'omero nella partita col Quinzano. Gli faccio gli auguri di pronta guarigione anche da parte di tutti i compagni di squadra".

Come affronterete le rimanenti partite? "Da qui alla fine sarà un campionato a parte quello che chiedo ai miei giocatori, bisogna non mollare niente anche se i play-off non si dovessero raggiungere. Per me l'importante è che in ogni partita scendiamo in campo come se fosse una finale. Dobbiamo entrare in campo e dare sempre il meglio di noi stessi, poi quello che arriverà, arriverà. Bisogna andare in campo mettendoci sempre tutto fino alla fine, solo così a fine stagione saremo sicuramente senza rimpianti".

Quale è il vostro giocatore che sta facendo la differenza? "Ovviamente devo dire Luca Riva, un giocatore che è nato calcisticamente nel Porto ma che poi ha giocato in categorie superiori con San Martino Speme e Caldiero. Quest'anno, per motivi di lavoro, ha deciso di riavvicinarsi a casa e per noi è stata sicuramente una gran fortuna averlo preso quest'estate negli ultimi giorni di mercato. Però ci tengo a sottolineare che il Porto non è solo Luca, ne è esempio anche la partita di lunedì sera dove assist e gol sono venuti da Marcello Duro e da Matteo Lorenzini, quindi Luca è il nostro valore aggiunto però il Porto è tutto un insieme di giocatori validi. La nostra forza deve essere il gruppo, se riusciamo a mantenere unito il gruppo fino a fine stagione sono sicuro che ci toglieremo delle soddisfazioni. Un posto ai play-off resta per noi un bel sogno. Ci proveremo fin quando potremo e se non li raggiungeremo pazienza, l'importante è dare tutto fino alla fine".

la redazione di www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1136)