ULTIMA - 19/1/19 - LA "ZONA CESARINI" ANCORA FATALE ALLA VIRTUS VERONA

Ancora una volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale dell'incontro. A decidere la sfida a favore del Monza è stata una rete di Palazzi all'83° minuto. Buono l'avvio di gara dei rossoblu veronesi che dopo una decina di minuti colpiscono la traversa con una bella conclusione di Paolo Grbac. I brianzoli
...[leggi]

ULTIM'ORA

3/3/18
UN CLUB POSITIVO, ANZI, PRO…

Parliamo dell’ASD Pro Sambo, club sorto da pochi anni, ma che vuole ritagliarsi giustamente (ha i numeri: circa 400 i suoi tesserati complessivi!) il suo spazio. Il diggì dei “rosso e blu dell’Est”, Claudio Fattori ha solo da spendere parole di elogio: “Per quanto riguarda la Prima squadra – girone “B” di Prima categoria –“ ora come ora, a 8 giornate al termine della stagione -, i punti, da qui alla fine (il 29 di aprile) contano, eccome!, il doppio. Ora non puoi più sbagliare, ogni gara è una battaglia e fa storia a sé. E, soprattutto, non fa differenza chi hai di fronte ogni festa perché la gara è unica e non sai mai che piega possa prendere”.

Soddisfatto dell’attuale 5° posto della sua Pro Sambo? “Fino ad ora sono contentissimo; sulla stessa mia lunghezza d’onda sono i miei dirigenti, in quanto le attese formulate alla vigilia del Torneo stanno per essere rispettate. E’ ora il momento di fare quadrato ed anche se domenica, al “Renzo Tiziàn”, non siamo riusciti ad andare al di là del pari – 0 a 0 – contro il Bevilacqua, è perché avevamo pagato la sosta osservata la domenica prima. Il campionato deve, però, ancora rispecchiare le nostre potenzialità e quelle di altri club, d’accordo, quindi, esorto da queste righe i miei ragazzi ad unirsi, a crederci fino in fondo, perché così facendo, si può ancora arrivare all’obbiettivo dei play off. Tutto - voglio dire - non è ancora perduto, anche perché militiamo in un girone caratterizzato dal forte equilibrio, dove nessuna ancora si è cucita sul petto lo scudettino della vittoria del titolo, del primo posto”.

Forse, un po’ troppi pareggi avete collezionato… “Sì, siamo ancora la seconda squadra del girone a detenere il non certo esaltante primato delle più numerose gare pareggiate (ci supera solo l’Atletico San Vito Cerea). Ma, nel caso nostro, abbiamo pagato a caro prezzo infortuni capitati a elementi-cardine del nostro scacchiere. Ma, mi auguro, che dalla prossima giornata in poi la dea bendata ci sorrida”.

Una società – la vostra – sana… “E, solida, direi: quello che abbiamo fatto da 3 anni a questa parte è l’operazione di semina in vista della mietitura da fare nel prossimo futuro. Il nostro obbiettivo è quello di riportare la società nella Promozione che tanto merita, in modo da poter offrire la migliore vetrina ai tanti giovani che fanno calcio nel nostro territorio. Abbiamo tecnici delle giovanili patentati e navigati. Diamo spazio a tutti, ma teniamo molto in considerazione i più volonterosi e i più talentuosi, ai quali, di certo, non verranno tarpate le ali in caso di salto di qualità. Anzi: saremo ben disposti a favorirne la crescita e il passaggio a un club superiore al nostro e dilettantistico e professionistico”.

Ma, se va bene la Prima categoria, eccelle la Prima squadra del calcio femminile… “Anche qui, grandissima soddisfazione per le ragazze di mister Moreno Dalla Pozza e del collega, il tregnaghese Giuseppe Castagnini (il diggì è Federico Agresti, preparatore dei portieri è Gianluca Erini). Stanno conducendo uno splendido campionato e il mio appello è indirizzato alle realtà produttive locali per far sì che in caso di promozione in Serie A ci diano una mano a supportare il grande impegno e la massima ribalta che sta attendendo le nostre calciatrici”.

Altro vostro fiore all’occhiello è il vostro settore giovanile e dove gli Juniores Provinciali sono allenati da Antonio Sorgente. “Un gruppo, questo, partito un po’ in sordina, ma, una volta trovata la quadratura giusta, ha macinato risultati su risultati risalendo bene la classifica, riuscendo addirittura a battere una settimana fa, al “Renzo Tiziàn”, sonoramente – 5 a 2 – la prima in classifica del loro girone. I ragazzi sono sulla giusta strada e da qui alla fine pioveranno altre belle soddisfazioni”.

Completano il vostro importante, corposo movimento del settore giovanile altre 4 compagini…. “Annoveriamo due squadre di Allievi, una Provinciale Elite, allenata da Mattia Benìn, che sta guadagnando la qualificazione alle fasi finali, e la “B”, guidata da Tiziano Malgarise, che gareggia nei primissimi posti. Altro nostro fiore all’occhiello sono i Giovanissimi Provinciali “A” di mister Stefano Tomba: attualmente vanta il record di imbattibilità stagionale e comanda la sua classifica del proprio girone. Da qui alla fine, sono sicuro che ci regalerà altre grandi emozioni, altre sicure soddisfazioni. La squadra dei Giovanissimi “B” la facciamo in collaborazione con l’Arcole, ed anche questa squadra sta onorando alla grande il suo campionato. L’undici di mister Giuseppe Santini è in graduale e sensibile crescita”.

-Il rapporto dell’ASD Pro Sambo con il Comune di San Bonifacio… “Speriamo che ci dia una mano soprattutto per mettere a norma le varie strutture sportive, i nostri vari impianti, sì da consentire a chi pratica il calcio di farlo in maniera sicura e serena. In primo cittadino Giampaolo Provoli fino adesso – bisogna riconoscerlo – ci ha sempre sostenuti, e mi auguro che continui ad esserci vicino. Un grazie va rivolto al nostro Presidente Onorario Bruno Gandini e al Presidente attualmente in carica, l’amico Gabriele Tessari, due belle figure di dirigenti appassionati di calcio, che non certo lesinano energie pur di far funzionare la nostra “macchina” sportiva”.

Altro vostro motivo di orgoglio è la Scuola Calcio… “E’ un altro nostro vanto, vero punto di forza. La Scuola Calcio è diretta da Tiziano Malgarise in collaborazione con Daniele Ferraro. Sprizzano da tutti i pori entusiasmo e voglia di correre dietro a un pallone, che davvero ti contagiano! Saranno loro i nostri ricambi, i giocatori del futuro, che animeranno la nostra ribalta. Saranno loro il ricambio qualitativo e il futuro sbocco in Prima squadra. Ed anche qui mi sento di fare un sentito appello alla gente di San Bonifacio, e cioè di non portare i propri figli altrove, ma di indirizzarli al nostro club, in grado di prepararli e di valorizzarli, di farli in pratica crescere sotto il profilo non solo tattico e tecnico, ma anche sotto quello dell’educazione e del comportamento. Per preparali in tal modo anche a un futuro non solo di calciatori e di sportivi, ma anche della nostra società. E, il nostro prossimo obbiettivo è quello di dare origine, di creare anche un vivaio per il femminile, con ragazzine che desiderano abbracciare tale disciplina agonistica”.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1390)