ULTIMA - 25/5/19 - IL BASSANO 1903 BATTE IL MONTORIO ED E' CAMPIONE REGIONALE

E' stata una bella partita, quella giocata ieri sera a Montecchio Maggiore, fra il Bassano e il Montorio, calcio valida per il titolo Regionale di Prima categoria. I giallorossi di mister Francesco Maino partono subito forte e passano in vantaggio dopo soli 5 minuti con Cosma, che, su invito di Garbuio, mette in rete con un tiro da sotto
...[leggi]

ULTIM'ORA

6/3/18
PIETROPOLI ALLIBITO: “AMBROSIANA DERUBATA!”

Il presidente dell’Ambrosiana Gianluigi Pietropoli non ce la fa a metabolizzare la sconfitta di 3 a 1 patita dall’Ambrosiana a Carlino di Udine dal Cjarlins Muzane. Anzi, si leva alto il suo grido di protesta contro la direzione arbitrale: “Al lunedì è stato come svegliarsi da un incubo e ritrovarsi in un campo da calcio alla presenza di un personaggio che ha deciso di rovinare una partita e un campionato di una squadra che con tanti sacrifici sta cercando di ritagliarsi un lembo di luce in questa categoria”.

Ed ancora: “La partita di Carlino si può sintetizzare con una sola parola: delirio. Partita importantissima per la salvezza ed affidata all’arbitro Florian Brognati di Ferrara, che invece di pensare a rendere bella la partita, ha deciso di voler rendere bello sé stesso. Partita iniziata bene dal Cjarlins, il quale ha creato un paio di occasioni in area rosso-nera, la partita cambia subito faccia quando mister Chiecchi cambia modulo ed applica il 4-3-3. Immediato il gol di Cesar Pereira, che sfrutta una bella galoppata di Riccardo Testi e l’assist involontario di un difensore per mettere dentro la palla dell’1 a 0. Passano pochi minuti (22mo ricordiamolo) e Ferrara calcia fuori area, il portiere devia in angolo, corner che però non viene concesso. Rivic si lamenta e l’arbitro estrae il giallo; il giocatore si gira e se ne va smoccolando in croato, ripeto in croato: l’arbitro lo richiama e gli commina il cartellino rosso. Ferrara si avvicina al direttore di gara chiedendo spiegazioni per la somma ammonizione e l’arbitro estrae il rosso anche al nostro Ferrara. Gli stessi spettatori udinesi sono allibiti, increduli, lo stesso allenatore del Cjarlins Stefano De Agostini dice di non aver mai visto nulla del genere, neanche in 2^ categoria. Rimasta in 9, l’Ambrosiana comincia a difendersi, ma viene trafitta da un colpo di testa in area”.

“Si va al riposo, con i rosso-neri di Sant’Ambrogio consapevoli che sarà difficilissimo portare in fondo il pareggio. In effetti, dopo pochi minuti della ripresa il Cjarlins passa in vantaggio sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Arriva anche il 3 a 1 su calcio di rigore assolutamente inventato dal signor Brognati: delirio!” Sempre Pietropoli aggiunge: “Forse, nemmeno i giocatori e i tifosi friulani pensavano di poter vincere: sono loro stessi i più increduli oltre a noi. Finisce la partita e il delirio continua. Al rientro negli spogliatoi, l’arbitro cerca il saluto del capitano rosso-nero, che glielo rifiuta (giustamente e non obbligatorio), ed alla frase “Si ritenga espulso!” si intromette l’allenatore Chiecchi, il quale viene redarguito dal signor Brognati (delirio!)”.

Presente sugli spalti anche il Commissario degli arbitri… “L’abbiamo visto intrattenersi parecchi minuti nello spogliatoio dell’arbitro, e, quando è uscito, ha detto che non ha mai visto niente di così delirante in serie D, ma che lui poteva dare un giudizio sull’arbitraggio senza però cambiarne gli effetti della gara”.

Ed ora la sosta… “Andiamo alla sosta di domenica prossima con la possibilità che il Comunicato della LND ci tolga i giocatori per più giornate nel momento cruciale della stagione. Contiamo su quelli che andranno in campo perché trovino orgoglio e forza per rimediare alla delirante esibizione del signor Florian Brognati, dimostrando che l’Ambrosiana deve essere più forte di questo direttore di gara”. Alcuni tifosi friulani fanno pervenire via social la propria solidarietà agli sconfitti tramite il sito dei “diavoli della Valpolicella”, confermando che l’arbitro ha rovinato la partita e lo spettacolo stesso, affibbiando un’espulsione che non c’era e facendo prendere alla gara un corso ben diverso.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1672)