ULTIMA - 23/3/19 - MICHAEL DE SANTIS (ROSEGAFERRO) CREDE NELLA SALVEZZA

Domani si gioca al 26^ giornata dei campionati dilettantistici veronesi dove comincia ad infiammarsi la lotta per il titolo e per non retrocedere. In Seconda categoria quest'anno retrocederanno solo due squadre per girone quindi i play-out vedranno impegnate solo la 14^ e 15^ squadra classificata, da questo scontro uscirà la squadra che sarà
...[leggi]

ULTIM'ORA

6/3/18
L’OPPEANO HA IL SUO DE FANTI… IN PARADISO

A contribuire al magic moment dell’A.C. Oppeano sicuramente il portiere Andrea De Fanti, classe 1997. Cresciuto nelle giovanili del suo paese, Isola Rizza, l’estremo difensore bianco-rosso in forza all’ex Hellas Verona Stefano Ghirardello, passa nei “bianco-rossi del Piganzo” nella categoria Juniores: “Ora sto vivendo” racconta” il mio 4° anno consecutivo. L’anno scorso ho totalizzato 7 presenze in Eccellenza, ma davanti avevo un certo Manuel Rossi, un veterano dei pali. Quest’anno, sono partito titolare, giocandomi la maglia con Matteo Sgarbossa, classe 1998”.

Siete secondi a pari merito del San Giovanni Lupatoto a 36 punti, ovvero a -4 dalla capolista Garda… “E’ un Torneo strano perché se azzecchi il filotto di 3-4 vittorie consecutive ti ritrovi nei primi posti; al contrario, annaspi nei bassi fondi della classifica”.

Qual è la squadra avversaria che ha espresso il miglior gioco?
“Secondo me il CastelbaldoMasi, ma anche il Garda, la classifica lo testimonia. Però, anche noi non ci lamentiamo del nostro gioco, eh. Mister Ghirardello ci sta insegnando a giocare con palla a terra per arrivare dritti in porta”.

La più forte squadra del vostro girone?
“Il CastelbaldoMasi: a livello di qualità, non ha eguali. Dispone di giocatori esperti e tecnicamente validi, potenti gli innesti effettuati a dicembre”.

La neve vi ha fatto saltare la delicata trasferta di San Giovanni Lupatoto. Riprenderete domenica prossima andando a far visita alla capolista Garda e poi, la domenica successiva, ospiterete il CastelbaldoMasi. Due turni, insomma, di fuoco vi attendono... “Sono 6 feste che non perdiamo e questi due incontri molto delicati testeranno se siamo in grado di stare a lungo là in alto. Soprattutto, se ce lo meritiamo”.

Il Garda è imprendibile, secondo te?
“No, perché se ha perduto per 3 a 2 a Povegliano, significa che anche noi siamo in grado di poter batterlo”.

Bene i vostri acquisti dicembrini, da Gambato a Spirandelli…
“Giulio (Gambato) è un giocatore forte per la sua età (è un 2000): ha il fisico giusto, sta imparando molto dal difensore Alessandro Antonioli, però, ha già molta esperienza per essere cresciuto nei giovani del Verona. Mister Ghirardello lo conosce bene e sa come ottimizzare le sue doti”.

Puntate ai play off o allo scudetto?
“Il nostro obbiettivo principale è la salvezza, poi, tutto quello che verrà in più servirà a far morale. Certo che essere lì, in alto, ci fa sognare il grande balzo; che potrebbe addirsi anche a noi, considerato il fatto che le qualità e il gruppo lo abbiamo”.

Portieri avversari che ti sono piaciuti?
“Sono due: Afyf dell’Albaronco, per via del saper giocare con i piedi e con tutto il resto. Afyf l’ho avuto ai tempi della Juniores dell’Oppeano, e devo dire che mi ha insegnato molto sotto il profilo dello stile e della tecnica. Ma, mi è piaciuto molto anche quello del CastelbaldoMasi (Cattozzo)”.

Chi vincerà il campionato? “Adesso come adesso, direi il Garda, ma spero lo vinca l’Oppeano”. I giocatori avversari più forti? “Mattia Facci (CastelbaldoMasi), Perlini (Cadidavid), il lupatotino Nicola Avesani, Mohammed Rkaiba della Montebaldina e Michele Perozzi del Lugagnano”. Dei tuoi compagni, invece? “Ho due nomi: Tommaso Cappelletti e Francesco Caldana. Quest’ultimo ha dentro di sé la voglia di vincere, è un vero trascinatore ed animatore dello spogliatoio”.

La tua squadra del cuore e il giocatore di serie A preferito?
“Il Milan e il suo numero uno Gianluigi Donnarumma”.

Andrea Nocini per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1247)