ULTIMA - 19/1/19 - SGREVA (BORGOPRIMOMAGGIO): "ORA NON POSSIAMO PIU' SBAGLIARE"

Il Borgoprimomaggio di mister Tiziano Salvagno domenica scorsa è tornato a vincere (1 a 0 a San Massimo con gol di Nicolas Torni) dopo che nelle ultime 8 partite, dopo gli ultimi due 2 pareggi a reti inviolate, aveva incassato 6 sconfitte consecutive precipitando in classifica dal 1° al 10° posto. Il direttore generale Enrico Sgreva, che domani
...[leggi]

ULTIM'ORA

9/3/18
PER MIRKO DORIZZI (GARDA) COMPLEANNO IN VETTA

Mirko Dorizzi, classe 1989, ha festeggiato ieri 8 marzo, festa delle donne, il suo 29° compleanno con i suoi familiari e i compagni di squadra del Garda. Doppia festa visto che è anche il capitano della squadra capolista della Promozione. Mirko è anche il responsabile del settore giovanile rossoblu e i suoi genitori danno una grossa mano come volontari all’interno della società, cucinando e lavando le divise da gioco.

Mirko sei felice del momento del tuo Garda? "Certamente, la squadra sta andando oltre gli obiettivi stagionali. Siamo partiti quest’anno con un gruppo giovane con tanti ragazzi provenienti dal nostro settore giovanile. Chi più e chi meno sta dando il loro prezioso apporto. I risultati fanno ben sperare per il futuro. Siamo una compagine costituita da gente umile ma molto determinata. Non ci piace apparire troppo sotto i riflettori, diamo il meglio di noi stando dietro le quinte. La nostra classifica è il frutto di una sana programmazione, messa in atto dal presidente Vittorino Zampini, uomo di calcio a 360 gradi, aiutato dal bravissimo direttore generale Mirco Pomari. Colgo l’occasione per ringraziare tutti i collaboratori dell'A.C. Garda che si danno da fare sempre con grande impegno".

Che effetto fa essere la capolista del girone A di Promozione?
"Meraviglioso, ma restiamo ogni settimana con i piedi ben saldi a terra. Il nostro obiettivo iniziale era quello di salvarci il prima possibile. Adesso respiriamo l’aria della vetta, ci godiamo il momento ma stiamo molto attenti a non gasarci troppo. Le difficoltà sono sempre dietro l’angolo. Pratichiamo un buon calcio ma le avversarie ci aspettano ogni domenica con tanta voglia di batterci. Quando andiamo in campo tutti coesi, con la nostra determinazione e velocità, è davvero arduo superarci".

Cosa ha portato quest’anno il nuovo tecnico Paolo Corghi?
"Ha delle belle idee che mette in pratica e sa responsabilizzare nella maniera giusta ogni singolo componente della rosa. Suona sempre lo spartito giusto e ci carica nella maniera migliore. Conosce i nostri limiti e sa come correggerli. E' una persona schietta, intraprendente e genuina che conosce il vero spirito dei dilettanti. Sono contento del suo duro lavoro e grande concretezza. E' davvero un mister con i fiocchi, credetemi".

Molti addetti ai lavori vi definiscono una sorpresa ma l’estro in attacco di Beverari e i piedi buoni del brasiliano Soares sono invidiati da molti... "Soares è un ragazzo dal cuore d’oro, molto simpatico e generoso, è sempre allegro. In campo distribuisce palloni e spesso conclude a rete con efficacia e bravura. Beverari quando si proietta in avanti, con le sue veloci sgroppate, fa davvero paura. Non si ferma mai, è una spina nel fianco alle difese avversarie, deve continuare così fino alla fine".

Mancano solo 8 partite alla fine della stagione regolare, cosa ti aspetti? "Sarà dura, dobbiamo giocare sempre al meglio, battendoci anche contro infortuni e defezioni varie. Pensiamo una partita alla volta e poi si vedrà. Quando scendiamo in campo noi non vogliamo mai mollare. Non voglio più sentire parlare di salto di categoria, andiamo avanti per la nostra strada e solo alla 30^ giornata tireremo le somme. Ora pensiamo solo a giocare bene e a divertirci. Non dico altro".

Roberto Pintore per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(742)