ULTIMA - 25/5/19 - IL BASSANO 1903 BATTE IL MONTORIO ED E' CAMPIONE REGIONALE

E' stata una bella partita, quella giocata ieri sera a Montecchio Maggiore, fra il Bassano e il Montorio, calcio valida per il titolo Regionale di Prima categoria. I giallorossi di mister Francesco Maino partono subito forte e passano in vantaggio dopo soli 5 minuti con Cosma, che, su invito di Garbuio, mette in rete con un tiro da sotto
...[leggi]

ULTIM'ORA

21/3/18
TANTI GOL E TANTE EMOZIONI IN CONCAMARISE – SANGUINETTOVENERA

Si è consumata questa domenica, sotto una pioggia battente, una tra le partite più attese di quelle da cerchiare in rosso sui propri calendari, il derby della bassa, quello “dei mille ex”: Concamarise – SanguinettoVenera. Su un terreno morbido e con le maglie sporche di fango sin dai primi istanti, si sono affrontate due squadre in salute, reduci da vittorie importanti e convincenti, le quali non potevano che far auspicare un risultato positivo da ambo le parti.

Pronti via e le emozioni fioccano senza farsi attendere; nei primi 25 minuti succede un po’ di tutto, prima Scarabello si fa intercettare il rigore da Mecchi, concesso per atterramento di Fraccaroli, poi è lo stesso numero 1 ospite a lasciare i propri compagni in 10, dopo un ingenuo fallo di mano poco fuori dall’area di rigore. Nel mezzo il vantaggio sanguinettese firmato Thomas Bersani, è lui il più lesto a raccogliere e spedire in rete una lunga rimessa laterale da parte di capitan Marco Bonfante. L’espulsione dà morale ai padroni di casa, che iniziano a premere sull’acceleratore e mettere in seria difficoltà la difesa avversaria. Lo sforzo rossonero viene premiato a pochi minuti dalla fine della prima frazione di gioco: Carollo è il più veloce nell’approfittare di uno svarione difensivo e con grande freddezza insacca il pallone del pareggio alle spalle del neo entrato Diegoli. Parità tutto sommato meritata e squadre che vanno negli spogliatoi  senza “farsi male” ulteriormente.

A seguire l’incontro, oltre ad un centinaio di spettatori coraggiosi viste le avverse condizioni meteo, ci sono ovviamente anche il diesse del Concamarise, Claudio Patuzzi, ed il presidente tuttofare Andrea Ceresoli per il SanguinettoVenera. Stati d’animo differenti, ma entrambi molto accesi per una partita dall’esito tutt’altro che scontato. Fiducioso prima dell’inizio, Patuzzi ci crede ancora di più dopo la buona prima frazione giocata dai suoi ragazzi, anche se sempre consapevole di dover giocarsela ad armi pari contro un avversario tosto, che di certo venderà cara la pelle. Un po’ più agitato invece il primo tifoso rossoneroverde, contrariato per qualche dubbia decisione arbitrale, trova comunque il modo per mantenere la calma e con molta onestà ammette che probabilmente firmerebbe per un pareggio, pensiero che gli era balenato in testa pure alla vigilia.

Il secondo tempo è vibrante sin dalle prima battute, il Concamarise è dinamico e cattivo al punto giusto, capitan Violaro e compagni sembrano essere usciti  dagli spogliatoi con gli occhi di chi questa partita deve vincerla assolutamente. La prima occasione è, di fatto, quella buona per portarsi in vantaggio: Scarabello non ha difficoltà a spingere in fondo al sacco il pallone calciato da Fraccaroli e rimasto troppo tempo a ballare senza un padrone davanti alla porta di Diegoli: 2 a 1 e rimonta completata. Il SanguinettoVenera è alle corde, sotto di un uomo e pure nel punteggio, raccoglie le poche forze rimaste e si getta a capo chino verso la porta di Beraldo, il quale però non si fa mai battere facilmente. Ai ragazzi di mister Antonio Marini serve un episodio favorevole e l’occasione giusta arriva sulla testa di Rossini a poco più di venti minuti dalla fine: Bonfante pennella al centro una punizione magica e il terzino classe ’94, ex Cerea e Bonarubiana, incorna alle spalle dell’estremo difensore la rete del pareggio.

La partita è di nuovo in parità, ma l’equilibrio è destinato ad essere infranto nel giro di pochi minuti: Ziviani si infila alle spalle della difesa e come un falco trafigge in un solo colpo sia il forte portiere che le ultime speranze di vittoria rossonere, 2 a 3 e risultato nuovamente ribaltato. I padroni di casa non ci stanno, e forti della superiorità numerica cercano di pareggiare in tutti i modi, gettando in più occasioni il cuore oltre l’ostacolo, senza mai però riuscire a concretizzare la pressione offensiva. Finisce così una partita spettacolare, ricca di gol e di occasioni, un'altalena di emozioni al cardiopalma, che ha visto premiata la squadra forse più fortunata, ma comunque mai arrendevole nonostante le difficoltà lungo tutti i 90 minuti.

Se ne va in questo modo probabilmente anche l’ultima possibilità, per il Concamarise, di avvicinarsi alla capolista SanguinettoVenera, la quale dal canto suo approfitta della battuta d’arresto accaduta alla prima inseguitrice, l’Atletico Vigasio di mister Roberto Zorzella, per aumentare a +12 il proprio distacco dalla seconda in classifica. Di obiettivi si è parlato infatti al termine dell’incontro sempre con i rappresentanti delle due società; per Patuzzi il suo Conca deve continuare a lottare come dimostrato oggi in campo e raggiungere il posto migliore nella griglia dei playoff così come si era puntato ad inizio stagione. Non possono più nascondersi invece i venerabili, secondo Ceresoli il campionato è lì a portata di mano, ma guai a distrarsi proprio ora, gettare quanto di buono fatto finora sarebbe davvero imperdonabile.

Colgo infine l’occasione tramite questa piattaforma per porgere le mie scuse a tutti i giocatori e alla società del Concamarise per gli episodi accaduti al termine della partita. Certi comportamenti, vergognosi ed irrispettosi nei confronti dell’avversario andrebbero banditi da ogni campo da gioco. La poca maturità e l’arroganza hanno preso il sopravvento, dando luogo così ad un atteggiamento del tutto inappropriato. Rinnovando nuovamente il mio dispiacere per quanto avvenuto, auguro ai dirigenti e a tutti i loro giocatori un felice finale di stagione.

Matteo Mecchi per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(1521)