ULTIMA - 23/1/19 - LA VIRTUS VERONA CEDE CONTRO LA CAPOLISTA PORDENONE (1-2)

Per l'ennesima volta la Virtus Verona di mister Gigi Fresco viene beffata nei minuti finale della partita dopo essersi battuta alla pari contro la capolista incontrastata del girone B di serie C, il Pordenone di mister Attilio Tesser. A decidere la sfida a favore dei neroverdi friulani è stata una rete del 38enne Emanuele Berrettoni, ex Hellas Verona,
...[leggi]

ULTIM'ORA

28/3/18
IL LEGNAGO AFFONDA L'UNION FELTRE CON 4 SILURI

LA TERZA VITTORIA CONSECUTIVA LANCIA IL LEGNAGO VERSO LA SALVEZZA DIRETTA. DOMANI TURNO INFRASETTIMANALE PASQUALE CON IL DERBY A DOMEGLIARA. TRE I NUOVI SOCI NEL LEGNAGO.

Il terzo successo consecutivo del Legnago significa un altro passo verso la salvezza diretta. La squadra biancazzurra a sei giornate dalla fine del campionato ha 5 punti di vantaggio sulla zona play out e 14 punti di vantaggio sulla terz'ultima, la Liventina. Dopo le vittorie con Campodarsego e Adriese il Legnago ha battuto i verdegranata con un punteggio vistoso. La partita si incanalava subito nel binario giusto per la pattuglia biancazzurra con un gol dell’australiano Taylor che sorprendeva il portiere ospite dopo appena due minuti. L’Union Feltre reagiva bene con occasioni per Madiotto e Calì e soprattutto con un calcio di rigore battuto da Madiotto, a cinque minuti dal riposo, che il portiere biancazzurro Cuoco deviava sul palo. Nella ripresa un contropiede fruttava il 2 a 0 per Zanetti e compagni che poi realizzavano altre due reti con Peinado e Marchetti. L’allenatore Spinale, rispetto alle formazioni iniziali con Campodarsego ed Adriese, cambiava solo una pedina, Zanetti al posto di Matei. In panchina con Cairola, ci sono Fogagnolo, Rizzo, Cardamone, Maiese, Torri, Matei e Bodini.

Passano due minuti e i biancazzurri sono già in vantaggio: dopo scambi con Zanetti e Peinado, Joseph Taylor liberato in profondità si trova tra i piedi una palla appetitosa, gran destro di collo pieno che beffa il portiere, forse tradito da un rimbalzo sul velenoso rasoterra. All’8’ al tiro Cossalter, para Cuoco senza difficoltà. Al quarto d’ora azione Tanasa-Madiotto con incornata alta sopra la traversa. Al 21’ una girata alta di capitan Zanetti. Al 27’ il portiere ospite Luca Borrelli, classe 1998, anticipa Vita che sta per approfittare di una palla vagante in area feltrina. Al 38’ al tiro Madiotto, bomber ospite con 18 gol, con il pallone che sembra accarezzare la traversa della porta difesa da Cuoco. Al 40’ bagarre in area biancazzurra, Marin cerca di mettersi davanti ed Episcopo che cade in area e l’arbitro concede il penalty che il centrocampista argentino contesta. Sul dischetto va Madiotto e il portiere del Legnago devia il pallone sul palo alla sua destra.
 
Nella ripresa, dopo solo 5 minuti, il Legnago raddoppia in contropiede. Vita serve capitan Zanetti che ben appostato in area che non perdona. Al 17’ Marin a terra per una contusione dopo uno scontro, poi Madiotto impegna Cuoco con un rasoterra. Al 24’ il terzo gol biancazzurro con una perentoria inzuccata dell’uruguaino Danilo Peinado su traversone di Zanetti. Al 27’ Union Feltre in dieci per l’espulsione di Mattia Episcopo per doppia ammonizione. Ormai la partita non ha più storia e al 38’ arriva il quarto gol biancazzurro realizzato da Marchetti direttamente su calcio d’angolo. Tre minuti di recupero prima del fischio finale con tanti applausi per il Legnago alla terza vittoria consecutiva. Domani il turno pasquale con il derby contro l’Ambrosiana sul campo sintetico al "Montindon" di Domegliara.

La terza vittoria di seguito del Legnago gasa un sorridente Manuel Spinale che a fine gara dice: “Una vittoria fondamentale – dichiara il tecnico veronese -, per tanti aspetti, contro una squadra che nel girone di ritorno aveva ottenuto più punti delle altre. I ragazzi hanno interpretato bene la gara con un po’ di sofferenza al momento del rigore concesso ai feltrini. E’ motivo di orgoglio realizzare quattro gol all’Union Feltre e quindi faccio complimenti a tutti i miei giocatori. E’ un gran momento per noi, ma bisogna continuare su questa strada. Alla fine mancano sei gare e dei 18 punti a disposizione bisogna farne il più possibili e prendersi delle soddisfazioni.” L’allenatore  dell’Union Feltre Andrea Pagan dichiara: “Difficile commentare uno 0 a 4, ma c’è rammarico per il primo gol subito, per le palle-gol avute con Madiotto e Calì, per il rigore fallito e per aver subito in contropiede lo 0 a 2.” 

Tre i nuovi soci nel Legnago. Come anticipato nella cena di Natate è stato formalizzato con atto notarile l’ingresso di tre nuovi soci con il 5 % delle quote: Giorgio Schiavo amministratore unico “Esse Group”sponsor casalingo sulle maglie, Marco Forigo titolare della ditta specializzata in finiture metalliche con sede a Cerea e Guido Passarini professionista del settore assicurativo. Il presidente Venturato ha adesso il 55 % delle quote, il vicepresidente Claudio Berlini il 15%, l’amministratore delegato Stefano Michelazzi il 12%, la Legnago United il 3 %.

Legnago (4-3-3): Cuoco, Dabo, Pasquino, Marin (33’st Maiese), Parrino (41’st Rizzo), Talin, Zanetti (29’st Marchetti), Gulinatti, Peinado, Taylor (21’st Torri), Vita (34’st Matei). All. Spinale
Union Feltre (4-3-3): Borrelli, Paludetto (7’st Stefani), Gjoshi, Tanasa (25’st Pelizzer), Busatto, Giacomazzi, Episcopo, Rizzo (25’st  Solagna), Calì, Madiotto, Cossalter (1’st Pinton, 14’st Zonta). All. Pagan
Arbitro: Vingo di Pisa
Reti: 2’pt Taylor, 5’st Zanetti, 24’st Peinado, 38’st Marchetti
Note: Spettatori 250 circa. Ammoniti Marin ed Episcopo,  espulso al 27’st per doppio giallo.Angoli 4-8  Recuperi 0 e 3’

Aldo Navarro per www.pianeta-calcio.it












Visualizzato(655)